EuroLega Preview: Real Madrid

EuroLega Preview: Real Madrid

Il Real Madrid è di diritto una favorita indiscussa della competizione. I madrileni si conoscono a memoria e non sono stanchi di vincere.

di Matteo Andreani, @matty_vanpersie

Il Real Madrid non è affatto sazio di vittorie perché ha un DNA da squadra vincente. Gli spagnoli sono una squadra compatta che si conoscono a memoria e dall’altissima fiducia nei propri mezzi. Facundo Campazzo è ora un leader di questo Real Madrid grazie ad un’esperienza da veterano. Oltre all’argentino, il Madrid sembra aver recuperato un Sergio Llull vicino alla forma dei tempi d’ori. Pochi acquisti e ben mirati per il Real Madrid che punta dritto alla undicesima EuroLega della sua gloriosa storia.

Quintetto titolare:

PG – Facundo Campazzo

SG – Rudy Fernandez

SF – Jeffery Taylor

PF – Anthony Randolph

C –   Walter Taveres

Panchina: Sergio Llull (PG), Nico Laprovittola (SG), Jaycee Carroll (SG), Fabien Causeur (SF), Mario Nakic (SG), Gabriel Deck (PF), Felipe Reyes (C), Jordan Mickey (C), Trey Thompkins (PF), Usman Garuba (PF).

Punti forti:

Una Squadra con la S maiuscola. Il Real Madrid aggiunge poche pedine per volta, con la chiara strategia di non sconvolgere gli equilibri di squadra. Pablo Laso, tra i migliori allenatori in Europa, è un condottiero perfetto di una squadra che non sembra avere punti deboli. Facundo Campazzo ha raggiunto un livello di gioco mai avuto in carriera tra genio e follia oltre ad essere un magico interprete del Pick and Roll. Llull, Carroll e Rudy sono giocatori immortali e carichi di esperienza. Per il reparto lunghi, Walter Tavares è un montagna invalicabile e il  miglior difensore d’Europa, oltre alla crescita di Gabriel Deck visibile chiaramente a tutti. Dalla panchina spingono i nuovi arrivati Laprovittola e Mickey con i terribili giovanissimi pronti a prendersi i grandi palcoscenici.

Punti deboli:

Pochissimi punti deboli per questa squadra. Il problema del Real Madrid può essere il ritmo lento, che rende prevedibile il gioco di una squadra che adora correre a mille all’ora e tirare da 3 punti. Coach Laso dovrà essere bravo a gestire una squadra lunga, in cui i giocatori dovranno accontentarsi di minutaggi ridotti e turnover obbligato a turno.

Pronostico:

La nostra favorita alla vittoria finale. Le Final Four sono un obbiettivo concreto e raggiungibile per gli gli uomini di Pablo Laso.  I Playoffs non sembrano in discussione.

 

 

Per leggere le precedenti preview, clicca qui.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy