Eurolega, quarti di finale G2: Madrid vince in scioltezza. Si va a Tel Aviv sul 2-0

0

REAL MADRID 75-63 MACCABI TEL AVIV
(18-13; 18-15; 20-18; 19-17)

Così come in Gara 1, anche in Gara 2 per il Maccabi non c’è stato proprio niente da fare: Madrid si è dimostrata ancora una volta la schiacciasassi delle Top 16 e con 40 giocati con una lucidità disarmante porta la serie a Tel Aviv in vantaggio sul 2-0.
Fondamentali sono stati, oltre a alla grande prestazione di squadra, i 26 punti di un infallibile Sergio Llull che in 33 minuti di gioco ha messo a referto ben 6 triple su 8 tentativi, oltre a 4 canestri da due. Solito grande contributo del duo Carroll-Mirotic, oltre ai silenziosi 8 assist dell’ex Nba Sergio Rodriguez, mentre la stella della squadra Rudy Fernandez ha disputato una delle sue peggiori partite in Eurolega (9 punti con 2/10 al tiro, 1/8 da tre). Non sono bastati al Maccabi i 19 di un buon David Logan e i 13 con 7 rimbalzi di Shawn James: Madrid ha controllato dall’inizio alla fine, senza mai sembrare in difficoltà. Andando a spulciare le statistiche, il dato che risalta è quello delle palle perse: quelle di Madrid sono 9, mentre quelle degli ospiti sono ben 15.

Il primo canestro della serata arriva dopo 1 minuto di gioco e porta la firma di Sergio Llull, cui fa eco Mirotic: Caner risponde per Maccabi da oltre l’arco, ma Llull è infuocato e segna ancora da oltre l’arco. Llull e Mirotic continuano a segnare per Madrid, mentre per gli ospiti l’unico in grado di rispondere a tono sembra essere David Logan. Si chiude così il primo quarto di gioco sul 18-13.
I secondi 10 minuti si aprono con un botta e risposta da oltre l’arco tra Logan e Carroll. Logan va a schiacciare, ma intanto inizia il Marcus Slaughter’s show: 7 punti in pochissimi minuti dell’ala forte americana permettono ai padroni di casa di volare a 11 punti di distacco. Il Maccabi cerca la risposta con Hickman e Logan, ma il massimo che ottengono è un 36-28 dopo 20 minuti di gioco.

Al rientro dalla pausa lunga Sergio Llull ricomincia a segnare, Devin Smith cerca di limitare i danni insieme a Hickman e Planinic. Il massimo che Maccabi ottiene è un -6, che viene trasformato in -10 dalle conclusioni trovate da Fernandez e Carroll. Ad inizio ultimo periodo Madrid mette con Carroll e Llull le triple che sanciscono il risultato finale: a 3 minuti dal termine gli ospiti si trovano sotto di 16 lunghezze, che diventeranno 12 alla sirena finale. Il risultato dopo 40 minuti di gioco è 75-63 per Madrid: ora la serie è sul 2-0 e si sposta a Tel Aviv.

Real Madrid: Draper, Fernandez 9, Suarez 2, Reyes 3, Mirotic 10, Rodriguez, Begic 2, Carroll 14, Llull 26, Slaughter 9.
Maccabi: Logan 19, James 13, Smith 5, Hickman 10, Eliyahu 2, Caner-Medley 10, Ohayon, Planinic 2, Landesberg 2.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here