EuroLega, recupero 5ª giornata: Cole tradisce un ottimo Asvel, vince l’Efes di Larkin nel finale

Partita vera a Istanbul: i ragazzi terribili di Parker sfiorano il colpaccio esterno, ma nel finale l’esperienza dell’Efes e il talento di Larkin prevalgono

di Filippo Stasi
Shane Larkin Anadolu Efes Istanbul 2020-21

Nel recupero della 5ª giornata di Eurolega, al Sinan Erdem Sports Hall di Istanbul i padroni di casa dell’Efes, trascinati da Shane Larkin, battono a fatica un Asvel molto competitivo e insidioso, seppur impreciso al tiro, specialmente nel momento decisivo. Segnali incoraggianti comunque per coach TJ Parker: il coach francese non può che applaudire la prestazione dei suoi ragazzi, specialmente della panchina che oggi ha trovato in Hayes, Noua e Howard protagonisti a sorpresa. D’altro canto Ergin Ataman deve ringraziare soprattutto i suoi leader (Larkin, Micic e Dunston, assente Kruno Simon) per questi due punti molto importanti per rilanciare il cammino – fin qui non eccelso – dei suoi, alla settima vittoria su dodici partite stagionali.

QUINTETTO EFES: Micic, Beaubois, Gecim, Moerman, Dunston

QUINTETTO ASVEL: Diot, Freeman, Kahudi, Yabusele, Fall

Il primo possesso della partita è per Moustapha Fall, che sfida subito a duello un ministro della difesa di fama internazionale come Bryant Dunston. Il gigante transalpino e il pivot ex Varese si scambiano una schiacciata a testa nei primi 5′ del match, nei quali si rendono protagonisti anche Micic, Yabusele e Kahudi. L’Asvel continua a colpire dalla lunga distanza, stavolta con Antoine Diot (9-12), cavalcando l’ottima striscia balistica inaugurata nella clamorosa, meritata vittoria contro la capolista Barcellona. Noua da 3 punti risponde al facile layup di Dunston, poi è Shane Larkin a replicare al bersaglio di David Lighty, prima del prodigioso canestro dall’angolo di Amine Noua che manda i titoli di coda del primo periodo. Asvel avanti 13-19 sul parquet dell’Efes grazie soprattutto al 4/5 dall’arco.

Chris Singleton, Tibor Pleiss e Shane Larkin ristabiliscono immediatamente la parità. Noua e Micic arrivano a 7 punti personali, prima del sorpasso Efes ad opera di un ispirato Larkin. Impatta nuovamente Guerschon Yabusele con una poderosa schiacciata in penetrazione! Ottimo anche in difesa l’ex Boston Celtics, reggendo alla grande in marcatura sul più alto Pleiss. Ma l’Efes piazza comunque un altro mini-parziale di 6-0 grazie al talento e al sublime playmaking di Vasiljie Micic e a una difesa molto più aggressiva sul perimetro (29-23). La squadra di Ataman ora si aiuta e sporca ogni linea di passaggio e la qualità dei tiri presi dai transalpini cala, così come le percentuali. Singleton stoppa Fall dopo l’eccellente contenimento di Dunston, il quale poi mette due canestri in fila allungando il parziale a 10-0! Fall e Noua nell’ultimo minuto del primo tempo accorciano il divario, 33-27 per i padroni di casa all’intervallo.

Dopo un primo quarto molto convincente, l’Asvel Villeurbanne non è riuscito a trovare ritmo e circolazione di palla sufficientemente buona da battere un Efes cresciuto visibilmente di intensità. La squadra di TJ Parker dovrà necessariamente ritrovare fluidità offensiva per avere speranze di vittoria.

Guerschon Yabusele Asvel Villeurbanne 2020-21
Guerschon Yabusele schiaccia a canestro [Getty Images]
Larkin e Anderson riportano l’Efes al massimo vantaggio, +10, al rientro in campo dopo l’intervallo. Norris Cole batte un colpo per dare una scossa all’Asvel, ma l’ex Miami Heat è il primo dei suoi a faticare ad entrare in partita. Anche perché Shane Larkin continua a segnare e a sfuggirgli via, con una scorribanda degna di Speedy Gonzales dopo l’altra! L’ex Cantù Kevarrius Hayes va a segno da rimbalzo offensivo, ma rimangono canestri sporadici, quelli dei francesi. Mentre Micic e Larkin continuano a fare il diavolo a quattro (44-31). Yabusele da 3 punti prova a rilanciare l’arrembaggio ospite; Lighty e William Howard lo seguono, 8-0 di parziale Asvel! Nel mezzo, un paio di stoppate monstre di Hayes che probabilmente rivedremo nella top 10 settimanale. L’Asvel torna addirittura a -1 con Lighty e Diot, ma Larkin con un 2+1 impressionante ridà tranquillità all’Efes: 48-44 dopo 3 quarti di gioco.

Amine Noua dimezza lo svantaggio, mentre Kevarrius Hayes trova la quinta stoppata di serata riuscendo finalmente a negare la via del canestro a Larkin. Segnali molto positivi dalla panchina dell’Asvel, specialmente in difesa e nelle hustle plays. In questo modo gli ospiti ritornano avanti: tripla con fallo di David Lighty! La zona 3-2 dei ragazzi di TJ Parker manda in tilt l’attacco di Ataman e Diot allunga a +4, ma Moerman la batte da 3 punti. Anderson risponde a Lighty, Micic a Howard, dopo la nuova tripla da distanza siderale dello statunitense (59-63). Nuovo botta-risposta Lighty-Dunston, mentre la piovra Hayes trova la sesta stoppata ai danni di Moerman! Uno splendido gioco da 3 punti concretizzato da Vasiljie Micic riporta a -1 l’Efes, a 2′ dalla fine. Si entra nel finale di partita, più aperto che mai!

Norris Cole continua a schiantarsi contro il ferro, così Larkin brucia Hayes sul cambio e sorpassa (66-65). Il duello seguente lo vince il lungo ex Cantù, contenendo l’uno contro uno più letale di tutta l’Eurolega. Ma dall’altra parte Howard e Cole sbagliano ancora e Larkin in lunetta fa +3. Timeout TJ Parker, ultimo possesso per gli ospiti.
Lo schema disegnato dal fratello di Tony Parker libera Howard in angolo per la tripla, ma il numero 25 sbaglia di nuovo. A rimbalzo d’attacco vola l’indiavolato Hayes, il quale cede a Cole un nuovo tiro da 3 aperto. Niente da fare, l’ex Avellino trova solo, ancora una volta, il ferro (1/9 al tiro e -7 di valutazione per il campione NBA). L’Efes sigilla la vittoria dalla linea della carità; arriva troppo tardi la tripla, beffarda, di Will Howard. 72-68 il finale.

ANADOLU EFES ISTANBUL – LDLC ASVEL VILLEURBANNE  72-68  (13-19; 33-27; 48-44)

PARZIALI: 13-19; 20-8; 15-17; 24-24.

TABELLINO EFES: Larkin 18, Beaubois , Singleton , Balbay , Gecim , Sanli 2, Moerman 5, Tuncer, Pleiss 4, Micic 22, Anderson 6, Dunston 13. Coach: Ergin Ataman

TABELLINO ASVEL: Freeman , Kahudi 3, Lacombe , Diot 8, Lomazs , Fall 5, Noua 11, Hayes 3, Lighty 14, Howard 14, Yabusele 8, Cole 2. Coach: TJ Parker

MVP BASKETINSIDE: Shane Larkin. Prestazione da leader: quando la squadra ha vacillato, ci ha sempre pensato l’ex Baskonia con le sue accelerazioni irresistibili a ridare ossigeno e serenità ai compagni. Suo, inoltre, il canestro del decisivo sorpasso nel crunch time. La condizione sembra star tornando delle migliori, per il numero 0. Chiude con 18 punti, 5 rimbalzi, 3 assist, due recuperi, una sola persa e 25 di valutazione.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy