EuroLega, recupero 9ª giornata: Dominio e sofferenza finale, ma l’Olympiacos sbanca Barcelona

La squadra greca domina il match, ma nel terzo quarto subisce il clamoroso recupero del Barcellona che risale fino alla parità a quota 77. Ma gli sforzi dei catalani sono vani, vince l’Olympiacos al Palau.

di Gaetano Cantarero

Sfida di cartello a Barcelona dove i catalani ospitano l’Olympiacos per il recupero della nona giornata di EuroLega. I padroni di casa, nonostante la gara in meno, sono saldamente in testa alla classifica e con il successo a Kaunas nell’ultimo turno sono riusciti a lasciarsi alle spalle l’inaspettata sconfitta in casa dell’ASVEL. Momento difficile, invece, per i greci che devono recuperare due giornate e nelle dieci gare disputate hanno ottenuto 5 vittorie e 5 sconfitte, le ultime due consecutive con Baskonia e CSKA.

Quintetto Barcelona: Higgins, Calathes, Abrines, Mirotic, Oriola

Quintetto Olympiacos: Jenkins, Sloukas, Jean-Charles, Papanikolaou, Martin

BARCELONA 88 – 96 OLYMPIACOS (17-26; 47-51; 63-72)

L’inizio di partita sorride all’Olympiacos che ha una buona propensione offensiva e riesce a trovare la via del canestro con continuità. Ma lo 0-12 dei primi quattro minuti di gioco e racchiuso nello 0/8 dal campo del Barcellona. Al tiro arriva quasi tutto il quintetto blaugrana ma a segno non ci va nessuno e solo al 5′ Mirotic toglie le ragnatele dal canestro con una bomba dall’arco. Gli ospiti continuano a segnare e tengono il doppio vantaggio per quasi tutto il primo quarto, salvo allentare i ritmi negli ultimi possessi che valgono al Barca la risalita dal -15 al -9 con Mirotic e Davies a segno. Il primo quarto va in archivio sul 17-26.

Nel secondo periodo la gara sembra equilibrata, Kuric risponde a Printezis, i catalani riescono ad arrivare più facilmente a canestro ma in fase difensiva non riescono a contenere l’Olympiacos che resta avanti di 8 al 13′. Nella parte centrale del quarto segna McKissic ma all’uscita dal time-out il Barcellona tenta per la prima volta di rientrare nel match con i canestri di Oriola e Martinez che portano il risultato sul 38-40. La risposta ospite non si fa attendere con il duo Martin-McKissic, il Barca è in partita ma torna negli spogliatoi sotto di 4, 47-51.

Al rientro dalla pausa lunga il Barcellona copia quanto fatto ad inizio partita e per quasi quattro minuti non vede il canestro ma riesce in qualche modo a limitare l’attacco dell’Olympiacos e si ritrova sotto 47-55 con il canestro a segno di Ellis. Hanga riesce a trovare la tripla dall’arco ma per altri due minuti i padroni di casa restano all’asciutto in attacco, sprofondando fino al -13. Dal 26′ in poi il Barca prova quantomeno a rendere meno pesante il parziale, trova qualche punto dai liberi e sfrutta il canestro allo scadere di quarto di Bolmaro per riportare il distacco a nove punti, 63-72.

Getty Images

Negli ultimi dieci minuti di gara il Barcellona è chiamato a fare gli straordinari per provare a rimontare la gara, Vezenkov segna ma l’Olympiacos fa fatica in attacco e i padroni di casa con Bolmaro e Davies riescono a risalire fino al 71-74. McKissic prova a smuovere i suoi con una tripla dall’arco ma il Barca preme e al 35′ trova la prima partita del match con il canestro di Mirotic. L’Oly risponde con un break da 5-0, i catalani ricuciono lo strappo ma è ancora McKissic a rovinare le idee ai padroni di casa, a due dalla fine i greci sono avanti 82-89. Il tentativo di rimonta continua, a trenta secondi dalla fine parziale da 4-0 firmato Calathes e match clamorosamente riaperto. I liberi, però, premiano l’Olympiacos. Al Palau finisce 88-96.

 

Clicca qui per i recap di EuroLega.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy