Eurolega TOP 16 GIR. E: Milano espugna Istanbul, playoff e secondo posto sono realtà!

0

L’Olimpia Milano batte il Fenerbahce Ulker col punteggio di 73-82. Con questa vittoria, e la contemporanea sconfitta del Panathinaikos a Barcellona, i ragazzi di coach Banchi sono matematicamente qualificati ai playoff di Eurolega come seconda testa di serie con due giornate di anticipo. Una cosa del genere non accadeva dal 1996 ai biancorossi. Pur privi di Langford, l’Olimpia si è imposta in un ambiente caldissimo, reso ancor più rumoroso dalle immotivate sceneggiate di Obradovic e dal nervosismo dei suoi giocatori. MVP del match David Moss, autore di 15 punti con 3 rimbalzi. Dall’altra parte non bastano i 24 del solito Bogdanovic e i 17 di McCalebb.

La partita: il Fenerbahce parte con McCalebb, Bjelica, Zoric, Bogdanovic e Preldzic. Coach Banchi risponde con Hackett, Gentile, Moss, Melli e Samuels. Bogdanovic apre il match con un parziale di 4-0 tutto suo: Hackett prova a guidare la reazione milanese, ma i piazzati di Bjelica e Preldzic valgono il 10-5. Per fortuna Milano può contare sull’asso nella manica Melli: ben 6 punti per il reggiano in pochi minuti significano 13-11. Il primo periodo si chiude, a basso punteggio, sul 15-14.

Inizio molto confusionario di secondo periodo, con una piccola querelle tra la terna arbitrale e la panchina dei turchi. Quando si passa al basket giocato, Milano inizia bene, portandosi sul +4 grazie ad una bomba di Jerrells. Milano ha molte opportunità di allungare, con tanti tiri aperti, ma non riesce a sfruttarle in pieno. Lawal però inizia il suo show su entrambi i lati del campo: schiacciate, stoppate e giocate di alto tasso tecnico valgono il 19-29 ospite. L’Olimpia raggiunge il +12, ma si va all’intervallo sul 29-38.

Moss apre il terzo quarto con due triple, che valgono il 31-44 milanese. Quando il tabellone dice 36-50, grazie ad un paio di giocate targate Samardo Samuels, succede l’impensabile: Obradovic perde le staffe e inizia un’immotivata e insensata sceneggiata, che obbliga gli arbitri ad espellerlo dalla gara. I giocatori del Fenerbahce, implicitamente autorizzati dal proprio coach, iniziano a metterla sulla violenza, ma Milano risponde giocando a pallacanestro con Gentile e Samuels per il +20. Preldzic e Zoric provano a risollevare i locali, gli ultimi 10′ iniziano sul 54-68.

Kangur e Bogdanovic fanno botta e risposta da 3 punti: solo McCalebb prova a smuovere le cose in casa Fener, portando i suoi sul 62-71. Milano si ferma difensivamente, e i turchi ne approfittano immediatamente riportandosi sul 67-72. E’ Moss a mettere la parola fine alle ostilità, con la bomba del +8. Nel finale McCalebb e Hackett accendono il match con una sfida in regia, finché Moss e Jerrells non chiudono il match sul 73-82.

FENERBAHCE ULKER ISTANBUL 73-82 OLIMPIA MILANO (15-14; 29-38; 54-68)
FENERBAHCE: McCalebb 17, Bogdanovic 24, Bjelica 12, Preldzic 11, Zoric 8, Jackson 1, Onan, Mahmutoglu, Kleiza, Turkyilmaz NE, Savas NE, Birsen NE.
MILANO: Gentile 13, Cerella, Melli 8, Fumagalli NE, Hackett 11, Kangur 5, Samuels 10, Wallace NE, Lawal 12, Moss 15, Jerrells 8.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here