EUROLEGA TOP 16, GIR. F: il Laboral acciuffa Rochestie nel finale, Nizhny battuto

0
worldsport.ge

LABORAL KUTXA 81–74 NIZHNY NOVGOROD (17-18, 14-17, 21-17, 29-22)

Prima faticosa vittoria dopo 40′ densi di insidie per il Laboral, che soffre ingentemente la vitalità del Nizhny in generale e di Rochestie in particolare (24 punti con 6/7 dall’arco a referto), e si vede costretto per larghi tratti di gara a concedere la testa della partita ai russi, che hanno spinto il motore al massimo per tentare di agguantare la seconda vittoria delle loro Top 16, sfumata per la rimonta paziente del Laboral, maturata con un poderoso parziale di 9-0 negli ultimi 3′ di gioco, quando l’agile berlina di Bagatskis aveva ormai consumato ogni riserva energetica. Vittoria corale per i baschi, fondata sul triumvirato Shengelia-James-Begic, condottieri di serata per il Laboral, che aveva estremamente bisogno di trovare la prima vittoria nelle Top 16, per non rischiare di perdere contatto con il gruppone delle inseguitrici del CSKA e dell’Olympiakos, dominatrici di un agguerrito girone F.

CRONACA: parte in quarta il Nizhny, che con le bombe di Rochestie e Thompkins vola sul 4-10 al 5′. Il Laboral torna dentro il match con Adams, con il Nizhny ancora a condurre sull’11-12, che Iverson conduce al 17-18 del 10′. Parakhouski avvia un parziale di 6-0 del Nizhny che vola sul 19-26 al 14′, con i baschi che, complici pessime percentuali dal campo, faticano a recuperare. Shengelia riduce fino al -1, Rochestie, che tanto male fece a Milano, ricaccia indietro il Laboral sul 34-38 al 24′. Controparziale del Laboral, e sorpasso con i liberi di Causeur: 40-39 al 26′. Il nuovo parziale di 7-0 del Nizhny cambia di nuovo l’indirizzo del match: 46-52 al 28′, subito raddrizzato da Mike James, che impatta sulla sirena del terzo quarto il 52-52. Guizzo del Nizhny in avvio, guidato da due triple di Rochestie (58-63 al 34′), alla quale segue l’ennesima tripla dell’imprendibile ex Siena. Il Laboral deve ancora lavorare pazientemente: Iverson schiaccia il 65-68, ma è l’appoggio al vetro di Shengelia che vale il sorpasso dei baschi sul 71-70 al 38′. Il Nizhny è alle corde, la reazione non arriva e il Laboral chiude la contesa con un 9-0 che lo conduce a spron battuto fino alla sirena sull’81-74 finale.

TOP SCORER:
Laboral Kutxa: Shengelia 12, Begic 11, Iverson 10.

Nizhny Novgorod: Rochestie 24, Thompkins 14, Parakhouski 12.

CLASSIFICA GIRONE F:
CSKA Mosca 6 (3-0)

Olympiakos 6 (3-0)

Anadolu Efes Istanbul 4 (2-1)

Fenerbahce 2 (1-2)

Nizhny Novgorod 2 (1-2)

Laboral Kutxa 2 (1-2)

EA 7 Emporio Armani Milano 2 (1-2)

Unicaja Malaga 0 (0-3)