EUROLEGA TOP 16 GIR. F: Il Real cade sotto i colpi di un mostruoso Dentmon e cede il primato al CSKA

0

Zalgiris Kaunas 87-80 Real Madrid (18-18; 36-38; 55-57; 87-80)

Testa-coda del gruppo F nell’ultima giornata di Top 16 di Eurolega. Il Real Madrid dei record (21 vinte e 2 perse in questa stagione europea) fa visita allo Zalgiris Kaunas, che nella seconda fase ha ottenuto soltanto un successo. Dunque per i “blancos” l’occasione di concludere nel migliore dei modi e prepararsi alla battaglia dei quarti.

Mani subito caldissime per entrambe le formazioni, con Bourousis da una parte e Dentmon dall’altra sugli scudi, fino al contropiede di Llull che porta il Real in vantaggio per 7-14 dopo i primi cinque minuti di gioco: time-out immediato Zalgiris. Da lì in poi si inceppa il gioco madridista in mezzo all’area e ne approfitta la squadra di casa per portarsi prima sul -3 con il canestro di Kupsas e poi sul 18-18 con l’ennesima tripla di Dentmon che raggiunge immediatamente la doppia cifra (10 punti), chiudendo in perfetta parità il primo quarto di gioco.
Il secondo quarto inizia sulla scia del primo con l’equilibrio che lo fa da padrone, con le due squadre divise sempre da pochi punti, soprattutto grazie alle ottime percentuali da oltre l’arco dei 3 punti: 28-26 a metà del secondo quarto con il canestro+fallo di Javtokas. I padroni di casa provano una mini-fuga guidata sempre dall’immarcabile Dentmon, ma è Rodriguez con due triple consecutive a riportare il Real in vantaggio (31-32) che allungherà poi grazie al preziosissimo Diez che, con cinque punti consecutivi, porta i suoi sul 33-37 a due minuti dal termine del quarto.
Si va all’intervallo con Madrid avanti di soli due punti (36-38) al termine di due quarti molto intensi ed equilibrati.

Uscito dallo spogliatoio Dentmon ricomincia da dove aveva lasciato con la tripla che riporta a +1 lo Zalgiris – salendo così a 16 punti (4/6 da tre punti) – ma il gioco da tre punti firmato da Bourousis riporta il Real in vantaggio sul 39-43. I padroni di casa però non mollano e cominciano a trovare sempre più spesso il centro dell’area con Pocius e Jankunas, ma è sempre il centro ex-Olimpia Milano a punire i lituani con un altro canestro+fallo mantenendo a +3 il vantaggio Madrid. Lo Zalgiris però tira con percentuali altissime dall’arco (50%) e mette nuovamente il naso avanti con l’ennesima conclusione a segno di Dentmon (48-46). Ed è da 3 punti che si decidono le sorti dell’incontro, perché prima Llull (già a quota 15 punti) e poi Rudy Fernandez provano a prendere per mano la squadra sfornando un parziale terrificante di 9-0 in favore del Real Madrid. Terzo quarto che si chiude con il solito Dentmon, salito nel frattempo a 23 punti a referto, che riporta i suoi sul -2 (55-57).
Apre gli ultimi dieci minuti di gioco Lipkevicius che trova i primi 2 punti della sua partita e riporta il match in parità e poi con la tripla di Dimsa che porta lo Zalgiris sul +3. Il black-out del Real Madrid continua e ne approfitta un monumentale Dentmon che mette a segno un’altra tripla, costringendo Pablo Laso al time-out sul 65-59 in favore dei padroni di casa. Ma la pausa non ha l’effetto sperato perché i “blancos” non riescono a ricucire lo strappo e si affidano soltanto alle iniziative personali di Llull, al quale risponde colpo su colpo il collettivo lituano con Javtokas che mette a segno il libero del +8 (74-66) in favore dello Zalgiris a 3 minuti dalla fine. Il sigillo sulla vittoria lituana la mette l’ennesima tripla di Drentmon e poi la schiacciata di Klimavicius in contropiede che fanno volare lo Zalgiris sul +14 (83-69). L’ultimo minuto di gioco serve solo a definire il risultato finale, con la vittoria definitiva dei lituani per 87-80.

Il Real Madrid, complice quest’inaspettata sconfitta, affronterà dunque nei quarti l’Olympiacos e dovrà affrontare una delle squadre più temibili dell’Eurolega. Lo Zalgiris invece ha trovato in Drentmon l’assoluto protagonista di questa vittoria, siglando 36 punti – massimo in carriera nella competizione -, e ha lasciato il proprio pubblico con una vittoria prestigiosa.

Zalgiris Kaunas: Gudaitis 2, Pocius 10, Lipkevicius 2, Klimavicius 4, Jankunas 8, Javtokas 8, Milaknis 6, Kupsas 6, Dimsa 5, Dretmon 36.

Real Madrid: Draper 4, Fernandez 5, Reyes 7, Diez 6, Mirotic 2, Rodriguez 13, Darden 3, Llull 23, Bourousis 13, Slaughter 4, Mejri.

CLASSIFICA:

Cska Moscow 12-2
Real Madrid 11-3
Maccabi Tel-Aviv 8-6
Lokomotiv Kuban 7-7
*Galatasaray 6-7
FC Bayern Munich 5-9
*Partizan Belgrade 4-9
Zalgiris Kaunas 2-12

*una partita in meno