EUROLEGA TOP. 16, Girone E: Galatasaray corsaro a Belgrado

0

Crvena Zvezda 65-74 Galatasaray (19-21, 35-33, 47-51)

 

Una vittoria era ciò che realmente serviva alla squadra Turca per rilanciare le proprie ambizioni, una vittoria in una terra ostica come quella Serba che ha dato filo da torcere a tutti e non ha mai regalato punti a nessuno. Una vittoria di quelle che danno morale e fiducia per il resto delle Top 16 e che, prima di tutto, regalano il quarto posto in solitaria al Galatasaray. Grazie ad un ottima prova di squadra sia offensiva ma anche e soprattutto difensiva, tant’è che solo il miglior marcatore di questa Eurolega Marjanovic è riuscito con continuità a fare canestro anche se con percentuali non proprio idilliache.

Partita che inizia col freno tirato, la squadra di casa cerca di imporre il proprio gioco fatto di tanto post e poche accelerazioni mentre gli ospiti tendono a non voler alzare troppo il ritmo di gioco per paura che la Stella Rossa possa approfittarne. Mitrovic fatica maledettamente ad entrare nella gara e così la squadra di casa è costretta ad appoggiarsi in continuazione al proprio centro trovando nel solo Williams l’unico vero e proprio co-protagonista della gara. Il punteggio è in totale equilibrio per tutta la durata del quarto e i 17.821 presenti al palazzetto fanno sentire in modo autorevole il proprio apporto ai padroni di casa. I Turchi non si fanno però impressionare dall’euforia e dalla bolgia dei tifosi casalinghi e finiscono per condurre il primo quarto per 21-19. La partita è retta da un equilibrio di fondo che fatica a spezzarsi vista la voglia di non perdere e quindi di non rischiare messa in campo dalle due squadre. Le percentuali al tiro dalla lunga distanza sono a dir poco imbarazzanti col 30% appena sfiorato da entrambe le formazioni, il che dà il via a una vera e propria lotta in cui i padroni di casa tendono a sentirsi più a loro agio. A metà gara, difatti, il vantaggio casalingo è minimo(35-33). La partita segue la falsa riga dei primi due quarti per 5′, dopodiché la pressione difensiva ospite inizia a farsi sentire sul serio. La Stella Rossa fa una fatica immane nel trovare canestri facili mentre impazzano i contropiedi ospiti che conducono il Galatasaray al primo vero allungo della partita a pochi minuti dalla fine del terzo periodo(45-51). L’emorragia tende però a non arrestarsi per la squadra di casa con il Galatsaray che continua ad impazzare e ad incrementare il vantaggio ancora grazie al contropiede e ancora grazie alla strenua tenuta difensiva. Di qui in poi la reazione casalinga non c’è più, gli ultimi 5′ di partita proiettano i Turchi alla vittoria che rilancia le ambizioni della squadra di Ataman.

Crvena Zvezda: Williams 12, Rebic ne, Dangubic 2, Mitrovic 4, Lazic, Blazic 4, Kalinic 9, Marjanovic 18, Tejic 1, Jenkins 6, Jovic, Zirbes 9

Galatasaray: Carter 10, Young 4, Micov 12, Erceg 4, Gonlum 6, Pocius 11, Maric 4, Arroyo 11, Guler 4, Arslan 8, Arar ne, Ural ne

 

CLASSIFICA 

Real Madrid 6
Panathinaikos 4
Maccabi Tel Aviv 4
Galatasaray 4
Barcellona 2
Zalgiris Kaunas 2
Alba Berlino 2
Crvena Zvezda 0