EUROLEGA, TOP 16: Panathinaikos sul filo di lana, Darussafaka k.o. nel finale

0

PANATHINAIKOS 82-79 DARUSSAFAKA (16-21, 26-17, 21-20, 19-21)

Il Panathinaikos trova una vittoria importante nel proprio – delicato – cammino europeo superando in volata un Darussafaka per nulla intimorito dalla trasferta in terra greca, e capace di stare sempre dentro al match grazie a una difesa molto solida e a un Harangody (stasera autore di 18 punti, dopo i 22 messi a segno contro il Fenerbahce) capace, con la collaborazione di Jamon Gordon, di inseguire, e nell’ultimo quarto anche mettersi alle spalle, lo squadrone di Djordjevic. A salvare i greci è l’asse Calathes – Raduljica, che con orgoglio e cinismo guidano nelle battute finali i greens alla seconda vittoria delle Top 16, un’affermazione che porta in dote l’aggancio in classifica all’Unicaja Malaga e al Cedevita Zagabria, uscite sconfitte dagli impegni contro l’Anadolu Efes e il Fenerbahce. Per il Darussafaka si tratta invece della quinta sconfitta consecutiva, con il cammino della promettente squadra di Mahmuti ormai quasi compromesso, ma anche stasera onorato in pieno.

La cronaca: Kuzmic porge il benvenuto all’O.A.K.A. al Darussafaka con una gran schiacciata, ma i turchi rispondono subito con la tripla di Harangody e il coast-to coast di Gordon che porta il Darussafaka avanti 2-6. Gli ospiti mostrano subito un’ottima verve dall’arco, con ancora Harangody e Gordon che scrivono il 5-12. Markoishvili allunga ancora, ma Raduljica comincia a fare la voce grossa sotto le plance piazzando 6 punti in fila, che non bastano al Panathinaikos per evitare di subire il massimo vantaggio del Darussafaka (7 punti). Segue la bomba di Emir Preldzic, con il punteggio sul 16-21 al 10’. Pavlovic pareggia sul 21-21 a seguito di un break di 5-0 dei greens, poi Bjelica guida i suoi di avanti 23-27. Al grande alley-oop architettato da Calathes e concluso da Gist, segue la nuova realizzazione dell’ala di Djordjevic, che riporta il Pana avanti sul 32-30. I padroni di casa sembrano aver sistemato i problemi iniziali e cominciano la loro partita, volando sul 42-34 grazie alla tripla di Calathes. Harangody risponde portando il match all’intervallo sul 42-38. All’inizio del terzo quarto Feldeine porta avanti il Pana sul 47-38, ma il Darussafaka non ha alcuna intenzione di mollare le fauci dalla contesa, risponde di puro fosforo e con 5 punti in fila di Harangody trova il 47-43. Jankovic e Gordon si rispondono dai 6,75, poi la bimane di Raduljica porta il match sul 57-51. I liberi di Harangody riportano il Darussafaka nei pressi del pareggio, ma Calathes colpisce ancora portando i suoi avanti 63-58. La penetrazione di Gordon regala il vantaggio al Darussafaka, che con una gran difesa costringe il Panathinaikos a 5’ senza andare a segno, e con Gordon difende il vantaggio scrivendo il 72-74 al 38’. Jankovic va a bersaglio dalla media distanza, poi Calathes trova di nuovo il vantaggio, con gli ateniesi avanti di 1 a 1’10’’ dalla sirena. Alla funambolica tripla di Gordon segue il bel movimento da sotto di Raduljica: a 29’’ dalla fine il punteggio dice 77-74. Jankunas e Feldeine sono glaciali dalla linea della carità, e la vittoria del Panathinaikos arriva sull’82-79, con il Darussafaka che spreca l’ultimo possesso con appena 4’’ a disposizione.

PANATHINAIKOS ATENE: Raduljica 17, Calathes 14, Jankovic 12

DARUSSAFAKA ISTANBUL: Gordon 26, Harangody 18, Erdin 11

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here