EUROLEGA, TOP16, Gir. E: Alba da impazzire, Maccabi k.o tra le mura amiche

0

www.morgenpost.de MACCABI TEL AVIV – ALBA BERLINO 59-66 (16-15, 36-35, 44-50) Almeno sulla carta doveva essere un turno agevole per i campioni in carica che questa sera ospitavano sul proprio parquet i tedeschi dell’Alba Berlino, ed invece proprio da Tel Aviv arriva la più grande sorpresa di questo settimo turno di Top16. I tedeschi riescono ad imbrigliare per tutti i 40′ di gioco l’attacco dei padroni di casa e colgono con pieno merito una vittoria tanto insperata alla vigilia quanto prestigiosa e che addirittura, li rilancia in ottica qualificazione alla fase successiva. Avvio di partita in cui l’Alba Berlino sembra non sentire troppo la pressione di giocare sul parquet dei campioni in carica. Tedeschi  bravi a sfruttare un avvio poco brillante dei padroni di casa e che grazie al buon inizio di Giffey (la guardia tedesca prima manda a bersaglio prima una tripla, dopo ruba palla e va a schiacciare in contropiede) riescono a condurre con merito (6-9 al 4′). Un volo sopra al ferro di Randle su assist di Pargo prova a dare la sveglia al Maccabi che però paga sì l’approccio troppo soft al match ma sembra soffrire oltremodo anche l’ottima organizzazione difensiva dei ragazzi di coach Obradovic. Si va così al primo mini-intervallo con i gialli avanti di un solo punto (16-15 al 10′). All’inizio della seconda frazione è l’ex veneziano Linhart con 5 punti consecutivi a dare il là al primo vero allungo dei padroni casa che, anche grazie a Shortsanitis, piazzano un parziale di 7-0 e volano sul +8 (23-15 al 13′). Obradovic è bravo a fermare subito la partita ed a predicare calma tra i suoi che continuano a svolgere il proprio piano partita senza perdere la testa. L’Alba è pienamente nel match: la seconda bomba di serata di Hammonds che ristabilisce la parità ne è la conferma (30-30 al 18′). La frazione si chiude con una conclusione dai 6.75 di Pargo che permette sì agli isreliani di andare al riposo avanti nel punteggio, ma di una sola lunghezza (36-35 al 20′). Chi si aspetta che all’uscita dagli spogliatoi il Maccabi esca dal proprio torpore rimarrà ben presto deluso, infatti nel terzo periodo è l’Alba a prendere in mano le redini della partita: parziale di 7-0 tutto di marca tedesca e pubblico di casa che inizia a capire che il compito dei propri beniamini non sarà cosi facile come pronosticato alla vigilia (36-42 al 23′). I padroni di casa continuano a litigare con il canestro, l’Alba ne approfitta e grazie a due liberi di McLean trova il massimo vantaggio (39-47 al 27′). E’ ancora Linhart con un altro canestro pesante a tenere a contatto i suoi ma McLean, proprio sul finire della frazione, cattura un preziosissimo rimbalzo offensivo e realizza due punti che regalano agli ospiti due possessi pieni di vantaggio ed un pieno di fiducia in vista dell’ultima frazione (44-50 al 30′). La storia ci insegna che quando tutto sembra perduto  i ragazzi con la canotta gialla riescono sempre a tornare a galla, sembra andare così anche questa sera quando Pargo al 35′ manda a bersaglio la tripla che impatta nuovamente il punteggio (53-53) dopo che l’Alba era scappata nuovamente a +7  all’inizio del quarto periodo. I tedeschi però questa volta vogliono scrivere un finale diverso, iniziano a percepire la possibilità di compiere l’impresa, non si fanno intimorire dalla bolgia della Nokia Arena e continuano a spingere il piede sull’acceleratore (tre punti di Tabu e due liberi di Banic permettono agli ospiti di scappare nuovamente a +5). Il Maccabi però non ci sta e torna a contatto ma spreca prima con Linhart e poi con Smith la possibilità di rimettere la testa avanti. Nelle battute finali a condannare definitivamente all’inaspettata sconfitta i padroni di casa sono gli errori ai liberi di Randle e Schortsanitis. Quattro punti dell’MVP di serata McLean chiudono la contesa e mandano in paradiso l’Alba. 59-66 il finale. Maccabi Tel Aviv: Pargo 7(5r), Haynes, Smith 17(9r,4ass), Randle 8(6r), Linhart 15, Tyus, Cohen n.e, Ohayon, Harari n.e, Schortsanitis 12, Alexander n.e. Alba Berlino: Giffey 5, King 4, Tabu 5(7ass), Vargas, Banic 11(5r), Redding 9(6r), Wohlfarth, Renfroe 5, Hammonds 8, McLean 18(6r), Radosevic 1. CLASSIFICA: Real Madrid 12 (6-1) Maccabi Tel Aviv 10 (5-2) Panathinaikos 8 (4-2) Barcellona 8 (4-3) Alba Berlino 6 (3-4) Galatasaray 4 (2-5) Zalgiris Kaunas 4 ((2-5) Stella Rossa Belgrado 2 (1-5)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here