EUROLEGA, TOP16, Gir. E: Real senza pietà: Alba Berlino travolta

0
www.zimbio.com

REAL MADRID – ALBA BERLINO 93-62 (27-18, 46-39, 70-46)

Decimo turno di queste Top16 che doveva essere una formalità per il Real Madrid, ed effettivamente dal Palacio de los Deportes non arriva alcuna sorpresa. L’Alba Berlino, scesa sul parquet degli spagnoli con un roster rimaneggiatissimo, (stasera out anche Radosevic oltre ad Hammonds e McLean) è riuscita a restare aggrappata alla partita per i primi 20′, dopo ha però dovuto arrendersi allo strapotere offensivo di Fernandez e compagni.
In avvio è un Real decisamente sornione: la squadra di coach Laso non alza subito il ritmo del match e i tedeschi sembrano tenere botta (7-7 al 4′). Appena però i padroni di casa riescono a sviluppare il proprio gioco in transizione per l’Alba sono dolori, Fernandez e Reyes regalano al Real il primo vantaggio in dippia cifra di serata (21-11 al 7′). Akpinar e Banic provano a tenere a galla gli ospiti ma il periodo si chiude con un gioco da tre punti di Carroll che permette al Real di andare al primo mini-intervallo già saldamente in controllo (27-18′ al 10′).
I blancos si sentono padroni del campo ma sembrano giocare ad intermittenza, sono bravi i ragazzi di Obradovic a metà della seconda frazione ad approfittarne e grazie a due canestri dalla lunga di Renfroe prima e King dopo, tornano a soli due possessi di distacco (39-33 al 17′). Coach Laso ferma immediatamente la partita ed invita i suoi a mettere più concentrazione e intensità sul parquet. Una bomba di Llull e un canestro di Redding in seguito ad un rimbalzo offensivo proprio sul suono della sirena, fissano il risultato della prima frazione sul 46-39.
Al rientro dagli spogliatoi il Real chiude definitivamente i conti: il terzo quarto è un dominio dei padroni di casa che lasciano le solamente le briciole ai malcapitati tedeschi: l’Alba, a corto di uomini ed energie, non trova più la via del canestro, così il Real è libero di mettere in mostra tutto il proprio potenziale offensivo. Il parziale di 24-7 non lascia spazio a repliche, si entra così nell’ultima frazione con il risultato già abbondantemente in ghiaccio (70-46).
Nell’ultimo periodo il Real non smette di macinare gioco e dilata ancor di più il proprio vantaggio che proprio nel finale supera anche la barriera de i trenta punti. Troppo forte il Real e troppo rimaneneggiata l’Alba per aspettarsi un esito differente da quello odierno. La contesa si conclude con un roboante 93-62.

Real Madrid: Rivers 7, Fernandez 11(8ass), Nocioni 10, Campazzo, Maciulis 5, Reyes 8(8r), Rodriguez 9, Ayon 10(6r), Carroll 13, Llull 12(5ass), Bourousis 6, Slaughter 2(5r).
Alba Berlino: Giffey 6, King 10, Akpinar 6, Vargas, Banic 5, Redding 14, Wohlfarth 9, Renfroe 7(6r,5ass), Seiferth 4, Freese 1.

CLASSIFICA:

Real Madrid 18 (9-1)
Barcellona 14 (7-3)
Maccabi Tel Aviv 12 (6-4)
Panathinaikos 10 (5-4)
Alba Berlino 8 (4-6)
Zalgiris Kaunas 6 (3-6)
Stella Rossa Belgrado 6 (3-7)
Galatasaray 4 (2-8)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here