EUROLEGA, TOP16, Gir. E: Uno spento Maccabi ha la meglio sullo Zalgiris

0
imgarcade.com

MACCABI TEL AVIV – ZALGIRIS KAUNAS 79-72 (18-15, 43-34, 66-54)

Dopo due stop consecutivi i campioni in carica, pur senza brillare, approfittano del turno casalingo e tornano alla  vittoria contro uno Zalgiris Kaunas arrivato in terra israeliana senza troppe pretese e compiono un passo importante verso la qualificazione ai quarti di finale.
L’avvio di partita certifica il momento poco felice che, almeno sul fronte europeo, la squadra di Goodes sta attraversando: solo quattro punti a referto nei primi 4′ di gioco per i padroni di casa. Ne approfitta lo Zalgiris che senza far nulla di trascendentale tiene la testa avanti (4-7 al 4′). Pargo prova a dare la sveglia ai suoi, il play americano manda a referto dieci punti nella sola prima frazione e propizia il parziale che sancisce il primo allungo dei padroni di casa (18-11 al 7′). Un redivivo Songaila però realizza quattro punti in fila e tiene a contatto i suoi (18-15 al 10′).
Tyus sfrutta un assist di Rendle e con un volo sopra il ferro prova ad accendere la Nokia Arena ma Milaknis con cinque punti consecutivi tiene ancora a contatto i lituani (31-30 al 17′). Sul finale di tempo però lo Zalgiris deve fare i conti con un Devin Smith letteralmente indemoniato: l’ex Avellino sigla dieci punti nel giro di pochi istanti e permette al Maccabi di andare al riposo con un vantaggio rassicurante in vista della seconda metà di gara (43-34 al 20′).
Al rientro dagli spogliatoi ti aspetti che il Maccabi metta definitivamente le mani sulla partita ed invece è lo Zalgiris a tornare con più determinazione sul parquet: Milaknis e Lekavicius colpiscono dalla lunga, Jankunas e Javtokas fanno la voce grossa sotto i tabelloni e i lituani sono nuovamente a contatto (47-46 al 24′). A questo punto i gialli riaccendono improvvisamente la luce e piazzano un parziale di 8-0 che ricaccia immediatamente indietro gli ospiti (55-46 al 26′). Il Maccabi continua a spingere il piede sull’acceleratore e grazie al duo Pargo-Schortsanitis proprio sul finire del terzo periodo trova il massimo vantaggio di serata (66-54 al 30′).
Gli israeliani però continuano ad alternare momenti di buona pallacanestro a momenti di totale black-out, così accade anche in questo frangente: nel quarto periodo l’attacco dei gialli rimane a secco per oltre 6′, lo Zalgiris però non fa molto meglio e rientra solo fino al -6 (66-60 al 34′). Il Maccabi si aggrappa al talento di Pargo che realizza nove punti filati e sblocca il digiuno offensivo dei padroni di casa, la fiammata offensiva del play nativo di Chicago permette ai campioni in carica di chiudere definitivamente i conti (75-66 al 39′).
Lo Zalgiris abbozza un ultimo disperato tentativo di rimonta ma ormai il cronometro gli è nemico. 79-72 il finale.

Maccabi Tel Aviv: Pargo 26(2as), Haynes, Smith 19(5r,2as), Randle 8(8r,3as), Linhart 3(6r), Tyus 10, Cohen n.e, Ohayon 6(5r,7as), Harari n.e, Schortsanitis 6, Alexander 1, Forte n.e.
Zalgiris Kaunas: Cherry 6, Lekavicius 13(6as), Vene, Kariniauskas n.e, Songaila 8, Lipkevicius n.e, Jankunas 4(11r), Javtokas 8(6r,3as), Milaknis 19(5r), Anderson 12(5r,6as), Dimsa n.e, Ulanovas 2.

CLASSIFICA:

Real Madrid 18 (9-1)
Barcellona 16 (8-3)
Maccabi Tel Aviv 14 (7-4)
Panathinaikos 10 (5-5)
Alba Berlino 10 (5-6)
Zalgiris Kaunas 8 (4-7)
Stella Rossa Belgrado 6 (3-8)
Galatasaray 4 (2-9)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here