EUROLEGA TOP16, Gr. F: CSKA sempre in controllo, Bayern KO

0

mso 9]>

Normal
0 14
false
false
false
IT X-NONE X-NONE













MicrosoftInternetExplorer4











< ![endif]-->

youtube.com

Il CSKA con un ottimo terzo quarto conquista l’intera posta in palio contro il Bayern Monaco, che dopo 15’ di assoluto equilibrio (anche in vantaggio i bavaresi), subisce la prepotente reazione dei locali che chiudono la pratica soprattutto grazie ad un dominio assoluto sotto le plance. Krstic e Hines sono padroni assoluti dell’area colorata, mentre dal lato opposto Bryant e soci fanno davvero troppa fatica.
Al duo di lunghi moscovita si affiancano un ottimo Weems ma soprattutto il solito Khryapa, che nel momento di maggior difficoltà, respinge gi attacchi ospiti, oltre a giocate sopraffine di chi è sempre un’azione avanti rispetto agli avversari.
Da parte bavarese invece, bene Thompson (soprattutto nel primo tempo) e uno scatenato Troutman, che insieme a Djedovic spaventa non poco il team di Messina nell’ultima frazione. Troppo esiguo il contributo di un giocatore importante come Bryant, per sperare di fare risultato nella Capitale russa.

Il CSKA parte subito forte con Micov e Weems, ma il Bayern non è da meno rispondendo colpo su colpo con Bryant e Idbihi. Gioco che va spesso e volentieri sotto le plance in casa moscovita, sia perché da tre punti le polveri sono oltremodo bagnate, sia perché nei pressi del ferro Sasha Kaun domina sui pariruolo avversari e a metà primo quarto è già ad 8 punti, ben coadiuvato da Krstic che fissa il punteggio sul 18 – 11 a 8’. Colpo di reni dei bavaresi però, che con l’ex Sutor Bryce Taylor trovano 5 punti in fila e l’agognato pareggio. La pronta risposta di Weems vale il 23 – 19 dopo 10’.
Secondo quarto ben diverso, con il Bayern che tenta la rimonta, ci riesce ma non si ferma, e allunga ulteriormente. Protagonista assoluto Deon Thompson, infallibile da due punti, che propizia il pareggio e poi il sorpasso,  anche grazie al lungo statunitense Troutman , già visto in Italia con la canotta Scandone. Dal 27 – 32 a favore degli ospiti però, qualcosa cambia: Pargo infila la seconda tripla di giornata per il CSKA, e da lì in poi c’è il parziale di 11 – 2 che infiamma il pubblico sugli spalti e restituisce fiducia al team di Messina.

Altissimi i ritmi della ripresa, Djedovic trova tre punti d’oro per il Bayern, ma il problema è sotto le plance, dove Hines e Krstic stoppano tutto ciò che vola nell’area colorata moscovita, e in attacco dominano il pitturato con facilità disarmante (anche per demeriti di un Bryant sottotono). Armata rossa inarrestabile, e 5 punti in fila di un altro ex italiano come Micov vale il massimo vantaggio sul +18 al 28’. Toutman e un redivivo Bryant suonano la carica per i tedeschi, e la tripla di Lucca Staiger vale il -12, 68 – 56 a 7’ dalla fine.
Khryapa, da leader qual è, è il primo a rispondere nella tormenta bavarese, ma l’ex Virtus Roma Djedovic riesce a colpire nel cuore dell’area, destando i compagni di squadra. Troutman lo segue a ruota, con la tripla del -9 e i liberi del -7. Con la palla dell’ulteriore rimonta però, turnover importante per i bavaresi che, a 30’’ dalla fine alzano bandiera bianca al cospetto della corazzata moscovita.

CSKA MOSCA 77 – 70 BAYERN MONACO
(23-19; 38-34; 66-49)
Mosca:
Micov 7, Fridzon 5, Jackson 4, Pargo 5, Krstic 12, Weems 15, Kaun 10, Hines 10, Khryapa 9. All: Messina
Bayern: Troutman 13, Hamann, Thompson 14, Staiger 5, Benzing 2, Djedovic 13, Delaney 9, Idbihi 4, Taylor 7, Bryant 3. All: Pesic

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here