EuroLega: Udoh e Bogdanovic decisivi, il CSKA cade a Istanbul

Nella ‘rivincita’ della finale dello scorso anno, i turchi ottengono un successo importante guidati dalla prova del centro e della guardia, grandi protagonisti.

di Massimo Mattacheo, @MaxMattacheo

FENERBAHCE ISTANBUL – CSKA MOSCA 77 – 71 (15-14, 21-26, 24-11, 17-20)

Il remake della finale dello scorso anno, la fida tra le due squadre forse più forti della competizione, una sorta di classico contemporaneo, l’ennesima sfida tra il maestro Obradovic e l’allievo Itoudis: Fenerbahce-CSKA non può essere una partita banale e scontata, nemmeno nella stagione regolare di EuroLega. Nella sfida andata in scena a Istanbul, i russi si sono presentati privi di Teodosic, la stella più brillante finora della competizione, e di Khryapa. In una gara equilibrata, in cui i russi hanno controllato il primo tempo prima di subire un parziale devastante del Fenerbahce nel terzo quarto che ha cambiato la gara, è stata decisiva la grande prova di Ekpe Udoh, autore di una doppia doppia da 15 punti e 11 rimbalzi, che lo decreta come MVP della partita.

La cronaca – Inizio di gara molto equilibrato e di grande agonismo, con Sloukas che subisce un fallo antisportivo da Hines dopo 2 minuti: i turchi provano a esercitare una grande pressione sui portatori di palla russi, che però riecono a creare agevolmente per i compagni, creando il primo break della gara. Con i tiri liberi la squadra di Obradovic impatta a quota 9, un punteggio che stenta a decollare: con due liberi di Bogdanovic e il lay-up di Nunnally il Fener chiude avanti 15-14 i primi 10 minuti. Anche nella seconda frazione gli attacchi continuano ad avere le mani molto fredde, merito anche delle difese aggressive: sono Kulagin e De Colo a mantenere avanti il CSKA con le loro iniziative. Udoh, Bogdanovic e Sloukas sono i terminali offensivi degli uomini di Obradovic, in una gara che non trova padrone, prima che un canestro di Nunnally dia il +4 ai suoi: la reazione del CSKA è da grande squadra e, con una serie di canestri prodotti da un gioco corale, i moscoviti vanno al riposo in vantaggio per 40-36.

L’inizio di terzo quarto è tutto di marca turca, con Bogdanovic in versione assist man per i canestri di Udoh che valgono il vantaggio e infiammano il pubblico: il CSKA è in grande difficoltà e Itoudis è costretto ad interrompere il gioco dopo il canestro dello stesso Bogdanovic, che vale il 49-42 con cui si vira nel periodo, al termine di un parziale di 13-0. E’ Datome a salire in cattedra nel finale di periodo, con un paio di canestri ad alto coefficente di difficoltà che mantengono i russi a distanza di sicurezza: due liberi di Higgins e la stoppata di uno scatenato Bogdanovic su Fridzon chiudono il quarto con i turchi avanti 60-51. Le stoppate di Udoh e Bogdanovic aprono l’ultima frazione, con il Fenerbahce concentratissimo in difesa: sono due invenzioni di De Colo a tenere il CSKA in partita, con il lay-up di Fridzon che costringe Obradovic al time-out sul 65-59 per la sua squadra. Il finale di gara è palpitante, i leader delle due squadre emergono a grandi protagonisti: Augustine trova canestri importanti per il CSKA, ma dall’altra parte, dopo una grande circolazione di palla, il canestro di Udoh vale il nuovo +6 per i turchi. I russi ci provano fino alla fine ma il Fenerbahce non perde la calma e ottiene un successo molto importante: finisce 77-71.

TABELLINI:

FENERBAHCE ISTANBUL: Udoh15+11 rimbalzi, Mahmutoglu n.e., Antic 9, Bogdanovic 12, Bennett, Sloukas 9, Nunnally 7, Vesely 6, Kalinic 2, Dixon 7, Duverioglu n.e., Datome 10

CSKA MOSCA: De Colo 23, Kulagin D. 4, Augustine 6, Fridzon 2, Jackson 3, Antonov, Freeland 3, Vorontsevich 8, Higgins 11, Kulagin M. n.e., Kurbanov 6, Hines 5

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy