FIBA Champions League- Venezia ingrana la quinta

0

Big match stasera quello che è andato in scena al Taliercio tra la Reyer Venezia ed il Le Mans che occupano rispettivamente la seconda e la prima posizione nel gruppo B della FIBA Champions League. Venezia che si presenta a questo match senza Tonut e con De Raffaele che da fiducia al giovane Visconti schierandolo in quintetto base.

La partita all’inizio stenta a decollare con le due squadre che all’inizio si studiano, si rispondono colpo su colpo senza che vi sia un margine significativo tra le contendenti. Sul finire della prima frazione però Le Mans incomincia a trovar con più regolarità la via del canestro e prova a scappare con un parziale di 5-0 firmato Watson-Pearson (8-13). Venezia prova a ridurre le distanze affidandosi a Peric (13-16), ma Watson rimane un enigma irrisolto per la difesa dei lagunari e con i suoi canestri dilata sempre più il gap tra le due formazioni (13-20). Il sussulto finale firmato Bramos-McGee fa avvicinare i veneti fino al 17-21 punteggio con cui termina il primo quarto. Nella seconda frazione la Reyer si avvicina subito fino al -3 col canestro di Ejim (19-22), ma Le Mans avvertito il pericolo scappa sul +10 a 6’24” dal termine grazie ad un parziale di 7-0 (19-29). La squadra guidata da coach De Raffaele prova a rifarsi sotto coi canestri firmati da Ejim e Viggiano, ma i francesi non si scompongono e ribattono colpo su colpo sino a toccare nuovamente il +9 col canestro di Hanlan (27-36). Il canestro di Haynes serve per chiudere il secondo quarto sul punteggio di 29-36 in favore dei transalpini.
Terza frazione che all’inizio vede una sola squadra in campo, ossia la formazione di casa che nei primi due minuti di gioco, grazie ai punti di Ortner e McGee, arriva fino al -1 (35-36). I veneti hanno finalmente trovato contromisure efficaci da opporre a Watson e Gelabale prova a dar la sveglia ai suoi riportandoli a più tre, ma l’inerzia è cambiata e Peric con sei punti in fila porta la Reyer in vantaggio sul 41-38 con 5’39” ancora da giocare. Francesi che dopo la sbandata presa provano a rimettersi in carreggiata coi canestri di Yeguete e Yarou, ma Hagins, Peric e McGee continuano a perforare il canestro avversario da ogni posizione e la tripla di Viggiano consegna il massimo vantaggio ai veneti sul 51-42 al 28′. Le due bombe finali di McGee e Filloy consegnano addirittura il +12 ai reyerini, prima che i liberi di Amagou riportino a 10 i punti di differenza tra le due squadre facendo terminare il quarto sul 57-47. Il quarto e decisivo periodo segue la falsa riga del secondo, con i lagunari che provano a ribaltare il -19 dell’andata e con gli scatenati Peric ed Hagins toccano il +15 (67-52). Sarà il massimo vantaggio della serata per gli orogranata; Le Mans, infatti, piano piano rosicchia punti su punti grazie a Amagou e Yarou portandosi anche sotto la doppia cifra di svantaggio. I veneziani provano un ultimo allungo ma non trovano i punti necessari per ribaltare a proprio favore gli scontri diretti e prendersi perciò la leadership del girone. La partita si manterrà fino alla fine sui dieci punti di distacco tra le due squadre con la Reyer che vince per 74-62 centrando così il suo quinto successo consecutivo in Champions League ed agganciando in testa al girone i francesi.
MVP della partita il lungo croato Peric autore di 23 punti ed un incredibile serata al tiro con un 10/14 dal campo.

Reyer Venezia: Haynes 2, Hagins 14, Ejim 11, Peric 23, Bramos 2, Visconti 0, Filloy 4, Ress n.e., Ortner 2, Criconia n.e., Viggiano 5, McGee 11

Le Mans Sarthe: Bengaber n.e., Watson 11, Konate 2, Yeguete 5, Cornelie 0, Yarou 7, Gelabale 7, Amagou 10, Hanlan 14, Jeanne n.e., Pearson 6

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here