FIBA Europe Cup Finale – Sassari fa sua l’andata: Wurzburg battuta al PalaSerradimigni

FIBA Europe Cup Finale – Sassari fa sua l’andata: Wurzburg battuta al PalaSerradimigni

Sassari vince la finale di andata di FIBA Europe Cup battendo per 89-84 Wurzburg

di Alessandro Sanna

La Dinamo Banco di Sardegna Sassari fa sua la gara di andata della finalissima di FIBA Europe Cup contro i tedeschi del Wurzburg. In una gara spettacolare, giocata dal primo all’ultimo minuto a ritmi frenetici sono stati i sassaresi a spuntarla per 89-84: un punteggio che certo non chiude i conti in previsione del ritorno, ma che regala a Sassari la serenità di giocarsela fino alla fine con un piccolissimo vantaggio. Vero mattatore del match è stato sicuramente Thomas che con 27 punti ha letteralmente dominato la difesa tedesca, assistito da Polonara, Cooley e uno Spissu da 14 punti che ha sfoggiato le giocate migliori nel momento decisivo dell’ultimo quarto. Per Wurzburg note liete per Wells (22pt) e Cooks, vere e proprie spine nel fianco di Sassari.

Tra una settimana la Dinamo si gioca la storia, ossia un trofeo europeo che coronerebbe questi 9 anni di vittorie e soddisfazioni da quanto i sardi calcano i parquet della massima serie ed europei.

1° Quarto:

Pronti via ed i primi punti della finale sono frutto del sottomano di Cooley, la risposta tedesca è immediata con un ispirato Morrison e un ottimo Cooks che lancia i suoi sul 5-10. Sassari appare contratta e subisce le ottime azioni offensive di Wurzburg che con Morrison trova il canestro del +7 che costinge il Poz al primo timeout. Al rientro sul parquet la sostanza non cambia con Oliver capace di mettere a segno la tripla che vale la doppia cifra di vantaggio (5-15). I 2 minuti successivi si susseguono punto a punto, finché Thomas non decide di prendere per mano Sassari sfoggiando un finale di tempo degno di nota (17 punti totali) riavvicinando gli isolani sul -3 (19-22). Nel finale Carter e ancora la bomba di Thomas portano gli isolani al sorpasso definitivo che chiude il quarto sul 24-22.

2° QUARTO:

Il secondo periodo è altrettanto spettacolare quanto il primo con un susseguirsi di colpi di scena punto a punto: Thomas apre le danze, Hulls e Wells sono i più ispirati per i tedeschi, ma Polonara entra in cattedra tenendo avanti Sassari (28-27). Wells, Cooley e Spissu mandano avanti il punteggio, ma è a metà tempo che la partita inizia a diventare tesa con numerosi viaggi in lunetta e molta fisicità sotto canestro. Nessuna delle due squadre riesce a scappare via con Polonara e Cooley che rispondono presenti agli attacchi di Cooks. Nel finale la bomba di Smith regala il pari definitivo che porta le 2 squadre negli spogliatoi sul 45 pari.

3° QUARTO:

Dopo il riposo lungo si riparte con la stessa intensità dei primi due quarti: Thomas, Hulls, Mcgee e Morrison tengono appaiate le due squadre, ma Cooley e Pierre provano a prendere il larco con un parziale di 6-0 che costringe il coach Wucherer a chiamare timeout (55-49). Dopo il minuto di sospensione Morrison accorcia dalla lunetta, ma Sassari prova a scappare con la bomba di Smith che vale il +8. Quando però gli isolani sembrano padroni del match ecco la rezione veemente di Wurzburg che con Cooks e Bowlin trova i punti del -1 (61-60). Nel finale Polonara ci prova, ma Bowlin e Cooks impattano il parziale che vale il 65-67 finale.

4° QUARTO:

Wells mette a segno il primo canestro dell’ultimo e decisivo periodo, Thomas e Spissu rispondono con 2 bombe letali (71-69). Polonara e ancora uno Spissu ispiratissimo rilanciano le quotazioni sassaresi sul +11 (86-75). Quando tutto sembra nelle mani della Dinamo ecco il colpo di scena finale con Weels autore di un gioco da 4 punti e Cooks padrone dei liberi che portano a soli 4 punti lo scarto dei tedeschi. Finisce 89-84 con Sassari che partirà la prossima settimana con un piccolo vantaggio.

Dinamo Banco di Sardegna Sassari:

Spissu 14, Re n.e., Smith 9, Mcgee 10, Carter 2, Devecchi 0, Magro n.e., Pierre2, Gentile 0, Thomas 27, Polonara 13, Cooley 12.

Coach Gianmarco Pozzecco

S. Oliver Wurzburg

Olaseni 0, Hulls 10, Obiesie n.e., Hadenfelot n.e., Cooks 19, Bowlin 5, Albus 0, Koch 2, Wells 22, Oliver 17, Morrison 9, Hoffmann n.e.

Coach Denis Wucherer

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy