FIBA Europe Cup – Varese vince di misura in Belgio

FIBA Europe Cup – Varese vince di misura in Belgio

Vittoria in trasferta per la squadra di Attilio Caja contro Ostenda nella partita di andata dei quarti di coppa

di Manuel Berti, @ManuelBerti

Successo importantissimo per la Pallacanestro Varese che si aggiudica il match di andata dei quarti di finale di FIBA Europe Cup superando Ostenda con il risultato di 73 a 70. Consueta prova corale e di sostanza per i biancorossi che, guidati dai 22 punti di Aleksa Avramovic, hanno avuto la meglio grazie ad un ottimo primo tempo che ha vanificato il “rabbioso” rientro dei belgi padroni di casa nella seconda frazione. Ennesima soddisfazione europea per Ferrero e compagni che ipotecano il passaggio del turno (il ritorno si disputerà tra sette giorni alla Enerxenia Arena alle ore 20:30) e guardano con fiducia alla prossima gara di campionato che li vedrà protagonisti sul campo di Brindisi (18:30) in un incontro fondamentale in chiave playoff.

Varese inizia il match con il piede sull’acceleratore grazie ad un parziale di 10 a 0 (Archie, Cain e l’ex Salumu) che costringe coach Gjergja al primo timeout di serata. La strigliata del coach di casa sblocca i suoi che, al rientro sul parquet, dimezzano il gap, prima di subire la nuova fiammata biancorossa (Scrubb e Tambone), prontamente recuperata dai “cesti” di Fieler e Kesteloot che, al 10′, fissano il parziale sul momentaneo 17-21.
L’avvio di seconda frazione è all’insegna dell’equilibrio grazie alle giocate di Djurisic e Mwema da una parte e quelle di un super Avramovic dall’altra, le cui accelerazioni rappresentano un vero rompicapo per la difesa avversaria e valgono il nuovo +10 ospite (28-38) a 2′ dall’intervallo. Un gap confortante per Varese che è abile a mantenerlo fino al 20′: 33-43.

Schwartz inaugura il terzo periodo con una bomba da lontano che rilancia Ostenda fino al -5 (43-48). A togliere le castagne dal fuoco per i suoi è il “solito” Avramovic, imprendibile con le sue penetrazioni, anche se si tratta solo di un fuoco di paglia perché al 30′ Mwema piazza il canestro sulla sirena che vale il -4 (50-54).
Lasisi trova il 52-54 in avvio di ultimo quarto, cancellato prontamente dalle bombe consecutive di Scrubb e Tambone (52-60) che obbligano coach Gjergja a fermare il gioco. Al rientro in campo, Avramovic fa il +10 dalla lunetta, ma gli ospiti tornano a far male accorciando ulteriormente sul -4 (60-64) con Fieler e Williams. Stavolta è Caja a chiamare timeout, ma la ramanzina non porta gli effetti sperati, perché Ostenda trova il primo vantaggio di serata con 5 punti consecutivi che valgono il momentaneo 65-64. Invece di crollare, però, i biancorossi rispondono per le rime con Cain e Scrubb che riportano i loro sul +4 (65-69), risultato che Archie mette in sicurezza con la giocata del 66-71 a 22″ dall’ultima sirena. Non basta il tempo ai padroni di casa per invertire il trend. Al 40′ Varese festeggia con il definitivo 73-70.

Fonte: Pallacanestro Varese

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy