Final Four EuroLega 2018, finale 3°posto: CSKA sconfitto, Zalgiris sul podio col brivido

A nulla vale la grande rimonta finale dei russi, consegnando così il terzo posto ai lituani dello Zalgiris Kaunas.

di Matteo Andreani, @matty_vanpersie

Partita con poco da dire e con poca voglia di giocare da entrambe le parti. Le due perdenti delle scorse semifinali si affrontano per salvare l’orgoglio in questa Final Four di Belgrado. I grandi delusi sono sicuramente i russi del CSKA Mosca che affrontano uno Zalgiris uscito sicuramente a testa alta contro i campioni in carica del Fenerbahçe.

QUINTETTO CSKA MOSCA: Rodriguez, Higgins, Antonov, Kurbanov, Hunter

QUINTETTO ZALGIRIS KAUNAS: Pangos, Toupane, Jankunas, Ulanovas, Davies

Cory Higgins ricomincia da dove aveva lasciato due giorni, sparando da 3 punti senza pietà. Suoi i primi 6 punti del CSKA con due triple ben eseguite. Othello Hunter lotta sotto canestro con grande caparbietà, ben aiutato da un Higgins impeccabile in questo inizio. I lituani si riprendono dopo un brutto inizio, grazie a Jankunas e Micic, ben imbeccati dal solito ottimo gioco di squadra. La partita scorre bene, a ritmi veloci con le squadre che giocano senza pressione con molta leggerezza. Un buonissimo Zalgiris Kaunas chiude la prima frazione avanti di 3 lunghezze grazie a dei giochi alto/basso designati in modo egregio da Sarunas Jasikevicius e ben fatti dai lunghi lituani.

La partita prosegue su discreti ritmi. Si iscrive alla partita anche Sergio Rodriguez con due un paio di ottime giocate in arresto e tiro. Lo Zalgiris sembra più concentrato e dentro questa partita, come ci si poteva aspettare. Micic è già in doppia cifra, il migliore dei suoi. Aaron White e Antanas Kavaliauskas svolgono un ottimo lavoro sotto canestro contro i lunghi del CSKA. Tutto questo permette ai lituani di provare un allungo sul +7 a 3 minuti dal termine del secondo quarto. Gli ultimi minuti scorrono come quanto fatto vedere poco prima con i lituani che vanno al riposo lungo avanti di 6 lunghezze, pienamente dentro questa partita.

Al rientro in campo dopo la pausa negli spogliatoi, c’è solo una squadra in campo ed è lo Zalgiris Kaunas. Subito un parziale di 8-0 per allungare il vantaggio in doppia cifra per la squadra di Sarunas Jasikevicius. La tripla di Edgaras Ulanovas segna il massimo vantaggio per lo Zalgiris sul +17, con obbligatorio timeout per Itoudis. Il CSKA non c’è proprio in questa partita, molla e permette ai lituani di fuggire oltre le venti lunghezze di vantaggio. Lo Zalgiris ha preso con un altro piglio questa partita rispetto ai russi del CSKA ed è evidente. La partita si innervosisce con due antisportivi per parte e contatti di gioco. La partita sembra veramente giungere ai titoli di coda con 10 minuti d’anticipo, con lo Zalgiris in vantaggio di 21 punti al termine del terzo quarto.

L’ultimo quarto vede il CSKA in campo con le riserve, con ormai nulla più da dire alla partita. Lo Zalgiris Kaunas “rispetta” di più la partita, ma ormai è puro garbage time. Pian piano si riempie l’arena in vista del big match che si giocherà fra poche ore. Il CSKA prova la rimonta nel finale. A sorpresa i lituani smettono di giocare e subiscono il grande impatto di Kulagin sul match. Si arriva all’ultimo minuto con il match in grandissimo equilbrio, a dispetto di quanto sembrava accedere solo pochi minuti prima. Kulagin segna un tiro libero per il -2 e sul successivo rimbalzo Pangos commette una sciocchezza pazzesca con un evitabilissimo fallo in attacco. La rimessa è un regalo del CSKA che consegna di nuovo la palla ai lituani. Micic sbaglia dopo un’ottima difesa del CSKA, dando così l’opportunità ai russi di vincerla. Negli ultimi secondi Kulagin tenta la tripla della vittoria che però si infrange sul tabellone, consegnando la vittoria allo Zalgiris Kaunas.

Fallimento clamoroso del CSKA nonostante la rimonta di questa partita, con il presidente della squadra infuriato per questo andamento nelle F4. Lo Zalgiris invece esce a testa alta con un ottimo terzo posto, impronosticabile ad inizio stagione, merito di un’ottima squadra e un Coach pronto per entrare nel club dei più grandi.

 

CSKA MOSCA – ZALGIRIS KAUNAS  77-79 (19-22, 16-19, 13-28, 29-10 )

 

MVP BASKETINSIDE.COM –  Paulius Jankunas: Ottimo gioco di squadra per i lituani, che nel finale rischiano di buttare via tutto. Premiamo Jankunas in un’ottima prestazione corale.

 

CSKA MOSCA: De Colo 5, Rudd 7, Fridzon 5, Antonov 0, Rodriguez 9, Clyburn 2, Higgins 12, Kulagin 14, Khryapa 3, Kurbanov 0, Hines 6, Hunter 14. Coach Itoudis.

ZALGIRIS KAUNAS: Davies 2, Pangos 9, Toupane 6, Udrih 2, Jankunas 15, Milaknis 3, Micic 15, White 4, Kavaliauskas 9, Valinskas 0, Ulanovas 14. Coach: Jasikevicius

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy