Finale di Lega Adriatica: il Budućnost ne mette in dubbio la regolarità

A seguito della (sonora) sconfitta dei montenegrini nella finale adriatica si è dimesso coach Jasmin Repeša. Una nota ufficiale della società di Podgorica critica la gestione della finale da parte dei vertici dell’ABA League.

di Mitja Stefancic

La partita disputatasi lunedi sera al palasport Aleksandar Nikolić di Belgrado non è stata una partita qualsiasi. Il riscaldamento dei giocatori del Budućnost, di fatto, non si è potuto svolgere in maniera regolare. A bordo campo c’erano spettatori con fare poco rassicurante, troppo vicini ai giocatori, qualcuno è addirittura sceso sul parquet di gioco. Dagli spalti sono volati in campo degli oggetti contundenti (accendini ecc.). Ad un certo punto vi è finita in mezzo al campo persino una sedia, come è stato documentato da alcuni media serbi e dai social media.

Quanto questa situazione abbia pesato sulle dinamiche della partita, quanto abbia inciso sulla concentrazione degli atleti scesi in campo con un’ora di ritardo, e dunque sul risultato finale, è difficile se non impossibile da stabilire. Una cosa però è certa. Si fossero verificati da noi – sui nostri campi da gioco – eventi simili, la probabilità di perdita a tavolino per la squadra casalinga sarebe stata alta, anzi, altissima.

Come ci si attendeva, i dirigenti della squadra montenegrina sono stati molto critici nei confronti della gestione di gara 5 della finale di ABA League. La principale società di basket della città di Podgorica, dopo aver accolto le dimissioni dell’allenatore Jasmin Repeša, ha postato un comunicato stampa sul proprio sito, in cui si scaglia contro i vertici dell’ABA League. Nella nota societaria pubblicata il 22 aprile sul sito internet a pochi minuti dalla mezzanotte si legge: ‘il direttore ed il direttore sportivo dell’ABA League, d’accordo con Čović, hanno mostrato condiscendenza verso le irregolarità che si sono verificate in occasione della partita finale, soprassedendo sulle aggressioni fisiche subite dai giocatori del Budućnost Voli’.

Budućnost, che significa futuro, è il nome scelto dalla società fondata nel 1949, fa parte della polisportiva montenegrina Sportsko Društvo Budućnost, assieme alle squadre di calcio, pallammano e pallavolo. La società di pallacanestro ha conquistato 11 campionati montenegrini e ha portato a casa altrettante Coppe del Montenegro. È stata campione di Lega adriatica lo scorso anno (campionato 2017/18), disputando quest’anno l’Euroleague.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy