Grecia: i giocatori dell’Olympiacos sono infastiditi dal doppio incarico di Pitino

Printezis, Papanikolaou e Koniaris comunicano per iscritto alla Federazione il proprio fastidio per il doppio incarico del coach statunitense, che sta allenando anche il Panathinaikos

di Stefano Bartolotta

Il ritorno di Rick Pitino al Panathinaikos, senza che il coach statunitense abbia rinunciato all’incarico con la Grecia ha spinto i tre giocatori dell’Olympiacos nel giro della stessa Nazionale a comunicare via lettera alla Federazione il proprio fastidio per la situazione, ed è facile immaginare che i tre possano non voler più far parte della Grecia sotto queste circostanze.

Giorgos Printezis, Kostas Papanikolaou e Antonis Koniaris, secondo quanto riportato da eurohoops, hanno firmato una missiva indirizzata agli organi federali sottolineando “la situazione tossica che sta evolvendo”. In realtà, i tre non direbbero mai esplicitamente di non voler più rispondere alle convocazioni, ma è chiaro che una mossa del genere rende questa molto più che una semplice eventualità.

Pitino era stato assunto dalla Federazione greca anche perché aveva dato chiaramente l’impressione di non essere interessato ad avere alcun doppio incarico, invece, dopo pochi mesi, c’è stato il ritorno sulla panchina dei Greens senza la rinuncia a quella della Nazionale. In ogni caso, il presidente federale Giorgos Vasilakopoulos ha dichiarato che Pitino rimarrà alla guida della Grecia nonostante il doppio incarico.

Da parte sua, Pitino ha così risposto a queste polemiche, secondo quanto riportato dal sito greco SDNA: “Quando mi sono incontrato con i due giocatori dell’Olympiacos non c’erano posti vacanti per me. Ho grande rispetto per tutte le squadre in Grecia. La nazionale non è rivalità ma è voglia di giocare ed onorare il proprio paese. Sceglierò 12 giocatori che mi daranno uno sforzo straordinario per guidarci alla vittoria”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy