IBL 24^ giornata: l’Hapoel Jerusalem distrugge il Maccabi e si prende la vetta

0
www.augsburger-allgemeine.de

 

Siamo soltanto a cinque partite dalla fine della Regular Season in Israele. Ora i match iniziano a “scottare” e sicuramente ci aspettiamo risultati sorprendenti da qui alla fine del campionato.

La partita più importante è andata di scena a Tel-Aviv, in cui si scontravano il Maccabi (1°) e l’Hapoel Jerusalem (2°), e ha lasciato di stucco tutti per il risultato finale. Infatti gli ospiti hanno letteralmente dominato i vice-campioni d’Israele e hanno interrotto la striscia di 15 vittorie consecutive dei giallo-blu, scalvandoli in classifica al primo posto. Altra partita da menzionare è quella vinta di un soffio dall’Hapoel Eilat contro l’arcigno Ironi Nes-Ziona, portando così i padroni di casa a cinque vittorie consecutive e al quinto posto solitario in classifica, staccando proprio l’Ironi.
Una partita bellissima quella tra Hapoel Tel-Aviv e Maccabi Haifa, in cui l’hanno spuntata all’ultimo i ‘rossi di Tel-Aviv’ per 88-85. Con questo risultato si ribaltano le posizioni di testa, con il Maccabi che si fa scavalcare al terzo posto proprio dalla marcia inarrestabile dell’Hapoel. Altro risultato a sorpresa è la vittoria del fanalino di coda Maccabi Ashdod che trova contro il Netanya la quinta vittoria stagionale e qualche speranza di rimanere ancora nella massima serie israeliana.

 

Maccabi Tel-Aviv 65-93 Hapoel Jerusalem

La partita più importante di questo 24esimo turno andava di scena a Tel-Aviv tra la prima e la seconda della classe, il Maccabi e l’Hapoel Jerusalem. Ed è stato un risultato a sorpresa, in cui gli ospiti sono riusciti con una prova fantastica ad interrompere la striscia di 15 vittorie consecutive dei giallo-blu e a scalzarli dal primo posto in classifica. E’ stata una vittoria di squadra, grazie all’altissima percentuale da tre punti (61%), al dominio a rimbalzo (22-39) e ai 26 assist smazzati durante l’incontro. Non c’è stato nulla da fare per i padroni di casa che, letteralmente stravolti dalle “bocche da fuoco” dell’Hapoel, sono stati sconfitti 65-93.
Il migliore è in campo è stato Halperin, in un periodo di forma straordinario, con 20 punti (8/8 dai tiri liberi), 6 assist e 5 rimbalzi; mentre per il Maccabi non sono bastati i 18 punti di Hickman, conditi da 6 rimbalzi e 4 assist.

Maccabi:  Hickman 18, Schortsanitis 10, Ohayon 9
Hapoel:
  Halperin 20, Wright 14, Eliyahu 13

Netanya 88-96 Maccabi Ashdod

Vittoria del tutto inaspettata per il fanalino di cosa Maccabi Ashdod che, grazie ad una partita perfetta dal punto di vista offensivo, vince la sua quinta partita in stagione e spera ancora di non retrocedere. E’ stata una partita condotta per lunghi tratti dagli ospiti, avanti anche di 11 punti a cavallo tra secondo e terzo quarto, che hanno visto solo nel finale la reazione del Netanya (34-27 il parziale) che però non è stata sufficiente a vincere l’incontro.
E’ stato il duo Dove (25 punti) – Hayes (22 punti e 8 rimbalzi) a condurre in porto quest’importantissima vittoria per il Maccabi, lasciando le sabbie mobili dell’ultimo posto in classifica; invece per i padroni di casa del Netanya non è bastata una prestazione eccezionale di Robinson (29 punti) e la doppia-doppia di Mills (13 punti e 12 rimbalzi).

Netanya:  Robinson 29, Mills 13, Wright 13
Maccabi:
  Dove 25, Hayes 22, Cubillan 17

 

Maccabi Rishon 71-82 Galil-Gilboa

Risultato prevedibile in quel di Rishon-Le Zion, in cui i padroni di casa sono stati sconfitti dai più quotati giocatori del Galil-Gilboa col risultato finale di 71-82. Nonostante un inizio positivo, con il Maccabi avanti di 1 punto alla fine del primo quarto, è stato decisivo il parziale di 11-18 del secondo quarto a portare la partita sui binari degli ospiti. Da lì in poi il Galil non si è più voltato indietro e ha vinto la partita con un netto +11 finale.
Per gli ospiti grande prestazione di Sims, 23 punti (10/13 dal campo) e 6 rimbalzi, aiutato anche dai 18 punti di Younger e dai 17 di Boynton; mentre non sono bastati i 15 punti di Mitchell al Maccabi per evitare l’ennesima sconfitta.

Maccabi:  Mitchell 15, Johnson 14, Cohen 12
Galil:
  Sims 23, Younger 18, Boynton 17

 

Hapoel Tel-Aviv 88-85 Maccabi Haifa

Una partita emozionante è andata di scena a Tel-Aviv tra le inseguitrici del binomio di testa Maccabi-Hapoel, tra I “cugini rossi” dell’Hapoel e I campioni in carica del Maccabi Haifa. I padroni di casa hanno vinto all’ultimo respiro per 88-85, portandosi così al terzo posto in classifica.
Il migliore in campo per l’Hapoel è stato sicuramente Limonad, che ha chiuso la gara con 20 punti (10/10 dalla linea del tiro libero), 8 rimbalzi e 8 assist, sfiorando la clamorosa tripla-doppia; per gli sconfitti invece non è bastata la prova “a tutto tondo” di Smith (29 punti, 11 assist e 7 rimbalzi) e i 21 punti di uno scatenato Randle.

Hapoel:  Brown 27, Limonad 20, Gutt 12
Maccabi:
  Smith 29, Randle 21, Henning 10

 

Hapoel Eilat 88-86 Ironi Nes-Ziona

Gara davvero importante quella tra Hapoel Eilat ed Ironi Nes-Ziona, che ha visto trionfare all’ultimo istante I padroni di casa con il punteggio di 88-86. Fondamentale è stato il parziale del secondo quarto (17-11), in cui l’Hapoel – dopo essere stata in svantaggio all’inizio – ha staccato gli avversari senza più voltarsi indietro per il resto dell’incontro.
Hanochi (19 punti) e Palmer (17 punti e 5 assist) sono stati i protagonisti nei minuti finali per l’Hapoel, abili a sfruttare soprattutto i tiri liberi a loro disposizione; invece all’Ironi non è bastata la doppia-doppia da 28 punti e 10 rimbalzi per Simpson e i 18 punti del solito Honeycutt (con anche 10 rimbalzi e 6 assist).

Hapoel:  Hanochi 19, Palmer 17, Gates 14
Ironi:
  Simpson 28, Honeycutt 18, Tapiro 16

 

Bnei Hertzeliyya 55-80 Hapoel Holon

Partita dal facile pronostico quella andata di scena ad Hod Hasharon tra il Bnei Hertzeliyya (11°) e l’Hapoel Holon (7°) e in piena corsa play-off. Risultato schiacciante per gli ospiti che, con un +25 piuttosto netto, battono i padroni di casa per 55-80 in una gara senza davvero storie.
Migliore in campo per l’Hapoel è stato Bowers, con una doppia-doppia da 15 punti e 12 rimbalzi, aiutato anche da Asbury (17 punti) e da Reynolds (14 punti); mentre per gli sconfitti l’unica nota positiva è la prestazione di Blayzer che ha chiuso la gara con 12 punti e 6 rimbalzi all’attivo.

Bnei:  Zelkovits 13, Blayzer 12, Burrell 11
Hapoel:
  Asbury 17, Bowers 15, Reynolds 14

 

CLASSIFICA:

Hapoel Jerusalem  19-5
Maccabi Tel-Aviv  19-5
Hapoel Tel-Aviv  15-9
Maccabi Haifa  15-9
Hapoel Eilat  15-9
Ironi Nes-Ziona  13-11
Hapoel Holon  12-12
Galil-Gilboa  11-13
Netanya  7-17
Maccabi Rishon  7-17
Bnei Hertzeliyya  6-18
Maccabi Ashdod  5-19