IBL 26^ giornata: il Maccabi Tel Aviv raggiunge l’Hapoel Jerusalem in vetta

0
Alex Tyus (http://i1.ytimg.com/)

 

Gli incontri a questo punto della stagione diventano sempre più interessanti e soprattutto cruciali per sapere chi sarà protagonista della post-season. Dunque saremo pronti a sapere chi sarà tra i migliori solo nei minuti finali di queste emozionanti partite di fine stagione.

La gara più importante s’è giocata ad Haifa, in cui i padroni di casa hanno battuto l’Hapoel Jerusalem primo in classifica per 91-64 in modo netto e piuttosto sorprendente. Nel derby di Tel-Aviv vince il Maccabi che aggancia così i rivali di Jerusalem in testa alla classifica.
Nel resto delle partite non ci sono state sorprese: Holon viene battuta dall’Ironi, il Netanya vince contro il Maccabi Rishon e il Maccabi Ashdod, nello spareggio salvezza, perde sul campo del Bnei Hertzeliyya. Infine l’Hapoel Eilat “scherza” 99-79 contro il Galil-Gilboa.

Ironi Nes-Ziona 97-91 Hapoel Holon

Il match tra due formazioni con lo stesso record, al sesto posto in classifica, se lo aggiudica l’Ironi Nes-Ziona che batte i rivali dell’Hapoel Holon 97-91 in una partita piuttosto combattuta. Dopo un dominio per i padroni di casa, infatti, gli ospiti (con un parziale di 20-29) sono rientrati nel terzo quarto; ma non è bastato a calmare la furia dell’Ironi che ha chiuso vincendo l’incontro con 6 punti di vantaggio. Vittoria legittimata dall’88% ai liberi e dal dominio a rimbalzo (42-27). Sfiora la doppia-doppia Simpson con 22 punti e 8 rimbalzi, aiutato dai 19 punti e 7 rimbalzi di Tapiro a condurre l’Ironi alla vittoria; mentre per l’Hapoel bella prova di Reynolds (22 punti e 7 rimbalzi).

Ironi:  Simpson 22, Tapiro 19, Honeycutt 14
Hapoel:
  Reynolds 22, Rosefelt 17, Bowers 16


Hapoel Tel-Aviv 80-83 Maccabi Tel-Aviv

Derby infuocato quello di Tel-Aviv, in cui la formazione di casa ha sfruttato il “fattore campo” per impensierire i rivali cittadini sicuramente più quotati alla vigilia del match. Alla fine è venuta fuori una partita combattutissima, in cui i giallo-blu hanno vinto solamente nei minuti finali col risultato di 83-80.
Leader offensivo del Maccabi  è stato Smith con 11 punti, 7 rimbalzi e 4 assist anche se il miglior marcatore dei suoi è stato il solito Rice (15 punti); per l’Hapoel non è bastata la bella prova di Limonad (18 punti e 5 rimbalzi) per arrivare ad una miracolosa vittoria.

Hapoel:  Limonad 18, Brown 15, Council 13
Maccabi:
  Rice 15, Tyus 13, Ohayon 13


Maccabi Haifa 91-64 Hapoel Jerusalem

La partita più importante di questo turno si è giocata tra Maccabi Haifa e Hapoel Jerusalem, ma non ha assolutamente rispettato le attese della vigilia. Gli ospiti, forse troppo stanchi dalle fatiche di Eurocup, hanno totalmente sbagliato l’approccio alla partita e sono stati dominati in lungo e largo dai padroni di casa che hanno vinto con un clamoroso 91-64 l’incontro, senza avere mai la possibilità di rientrare in partita.
Donta Smith ha dominato il campo con una tripla-doppia da 16 punti, 10 rimbalzi e 14 assist (e 4 recuperi) insieme a Roderick (14 punti); mentre per l’Hapoel si salvano solo Green (11 punti e 7 rimbalzi) e Eliyahu (10 punti).

Maccabi:  Smith 16, Randle 15, Roderick 14
Hapoel:
  Green 11, Elihayu 10, Halperin 9


Netanya 86-79 Maccabi Rishon

Netanya e Maccabi Rishon si giocavano l’ultimo posto disponibile per i play-off in questa partita che ha visto i padroni di casa avere la meglio per 86-79. Il Maccabi Rishon, a dispetto del risultato sfavorevole, aveva il controllo del match fino all’ultimo quarto “suicida” (26-18 per il Netanya) che ha lasciato la vittoria ai rivali.
Freeman è stato letteralmente “on-fine” per i padroni di casa con una doppia-doppia da 23 punti e 12 rimbalzi, ma insieme a lui si sono scatenati – soprattutto nell’ultimo quarto – Mills e Robinson (20 punti a testa); invece per il Maccabi non sono bastati i 14 punti di White e i 12 (con 8 rimbalzi) di Solomon.

Netanya:  Freeman 23, Mills 20, Robinson 20
Maccabi:
  White 14, Johnson 14, Mitchell 14


Bnei Hertzeliyya 83-72 Maccabi Ashdod

Nella sfida in coda alla classifica israeliana ha avuto la meglio il Bnei Hertzeliyya per 83-72 contro un Maccabi Ashdod sempre più destinato a finire la stagione all’ultimo posto. Eppure l’inizio era stato confortante per gli ospiti, avanti di 1 punto a fine primo quarto, ma hanno dovuto subire un parziale di 19-17 da parte dei padroni di casa che poi li ha portati a non doversi più guardare indietro dagli attacchi avversari, portando a casa la vittoria.
Sfiora la doppia-doppia Donaldson (14 punti e 9 rimbalzi), aiutato anche dai 20 punti di Burrell; mentre dall’altra parte non sono bastati i 19 punti di Hayes e i 16 di Dove per portare alla vittoria il Maccabi.

Bnei:  Burrell 20, Donaldson 14, Umeh 13
Maccabi:
  Hayes 19, Dove 16, Cubillan 11


Hapoel Eilat 99-79 Galil Gilboa

Il compito più agevole tra le quattro di testa ce l’aveva sicuramente l’Hapoel Eilat che, rispettando le attese, ha “passeggiato” in casa contro il Galil-Gilboa vincendo 99-79 un incontro mai messo in discussione dagli avversari.
Vero mattatore di serata è stato White con 22 punti complessivi, aiutato anche dalle buone prove di Yates (doppia-doppia da 14 punti e 11 rimbalzi) e Nissim (14 punti); mentre per gli ospiti menzione d’onore per Boynton (17 punti e 6 assist) e Jackson (14 punti e 11 rimbalzi)

Hapoel:  White 22, Gates 14, Nissim 14
Galil:
  Boynton 17, Jackson 14, Simhon 13

 

CLASSIFICA:

Hapoel Jerusalem  20-6
Maccabi Tel-Aviv  20-6
Maccabi Haifa  17-9
Hapoel Eilat  17-9
Ironi Nes-Ziona  15-11
Hapoel Tel-Aviv  15-11
Hapoel Holon  12-14
Galil Gilboa  12-14
Netanya 8-18
Maccabi Rishon  8-18
Bnei Hertzeliyya  7-19
Maccabi Ashdod  5-21