IBL Finale, Gara-1: Maccabi corsaro ad Haifa grazie all’imprendibile Rice

0

 

www.cuatro.com


Maccabi Haifa 77-81 Maccabi Tel-Aviv   (0-1)

Si torna sulla scena del delitto.
Ad Haifa si era consumata la ‘tragedia sportiva’ del Maccabi Tel-Aviv l’anno scorso, quando gli odiati rivali del Maccabi Haifa si erano laureati campioni di Israele ribaltando qualsiasi pronostico della vigilia. Ed ora gli uomini di coach Blatt sono intenzionati a tornare padroni della pallacanestro israeliana, soprattutto dopo essere tornati padroni di quella europea; mentre coach Franco, arrivato anche quest’anno in grande stile tra le migliori squadre d’Israele, non ha assolutamente intenzione di schierare una squadra già battuta e vuole ripetere l’impresa dell’anno scorso. Perciò la gara ormai è apparecchiata, ora bisogna solo godercela.

Maccabi Tel-Aviv all’arrembaggio – Gli ospiti partono con il piede dell’acceleratore spinto al massimo nel primo quarto e non si fanno intimorire dall’atmosfera da brividi, data dalla bellissima scenografia del pubblico di casa. La potenza sotto canestro dei padroni di casa viene sempre superata dall’abilità dei piccoli in maglia giallo-blu, sfruttando soprattutto le grandi doti dall’arco di Blu e Rice. Il primo quarto si chiude con un perentorio 19-27 in favore degli ospiti che sembrano in controllo della gara. Nel secondo quarto, nonostante la folata iniziale di Donta Smith (29 punti alla fine per lui), il Maccabi Haifa non riesce mai a raggiungere gli avversari, stando sempre almeno a due possessi di distanza e sembrando piuttosto “in bambola” contro le scorribande offensive del solito Rice. Le ostilità si chiudono, prima dell’intervallo, sul punteggio di 37-47 in favore del Maccabi Tel-Aviv.

Rimonta a metà – Rientrati dagli spogliatoi i biancoverdi sembrano presi da un altro spirito: l’ingresso di Yavzuri dà vivacità all’attacco e le due “bocche da fuoco” Smith e Randle costituiscono una coppia decisamente in forma per ribaltare le sorti dell’incontro. Ma arrivati a -4 i padroni di casa subiscono un contro-parziale degli uomini di coach Blatt; la differenza nel terzo quarto la farà il veterano Hickman che segnerà le uniche due triple della sua partita nel momento peggiore per i suoi compagni di squadra. Il parziale del terzo quarto dunque è ancora a favore dei giallo-blu: 62-69.

Rice scaccia i fantasmi, Tel-Aviv vince – E quando ti aspetti un’altra folata dei padroni di casa, ecco che entra di nuovo in partita l’MVP dell’Eurolega e anche di questa gara-1: Tyrese Rice, partito inizialmente dalla panchina, sfodera una prestazione da 30 punti e 7 assist e guida i suoi alla vittoria in un ultimo quarto che è completamente di marca ospite. Infatti, nonostante il parziale rimarrà a favore del Maccabi Haifa, è solo garbage time l’ultima parte della partita: 77-81 il finale.

La squadra di David Blatt, dunque, è partita benissimo in questa serie finale; ora mercoledì si torna a Tel-Aviv per il ritorno e per chiudere definitivamente i giochi e laurearsi di nuovo campione d’Israele. Il passo più importante è stato fatto (e in maniera piuttosto netta), ora si può concludere la stagione nel migliore dei modi. Per il Maccabi Haifa invece è stata un’occasione sprecata, dopo un cammino eccezionale durante tutta la stagione, ma c’è ancora tempo per tornare protagonisti nella gara di ritorno.
Tutto può ancora succedere. Gara-2 ci attende.

Maccabi Haifa: D.Smith 29, B.Randle 28, D.Yavzuri 7
Maccabi Tel-Aviv: T.Rice 30, R.Hickman 14, D.Blu 12