Il Blusens Monbus e’ perfetto, Vitoria costretta ad alzare bandiera bianca

0

 

Levon Kendall (Fonte: www.wavel.com)

 

La 21esima giornata di Liga Endesa si chiudeva con il posticipo che metteva di fronte alla Fontes do Sar il Blusens Monbus Obradoiro e il Caja Laboral di coach Tabak reduce dalle fatiche di coppa e dalla sconfitta di Siena. Padroni di casa che nonostante un periodo non troppo felice anche a causa dell’infortunio del play maker titolare Andres Rodriguez,  si confermano a loro agio nel calzare i panni dell’”ammazzagrandi”; Vitoria cade al cospetto dei ragazzi di coach Moncho Fernandez come successo nel girone di andata e i galiziani annoverano un altro prezioso scalpo preso in questo campionato, dopo quelli illustri del Barcellona e del Malaga, squadre impegnate in Eurolega. La chiave del match sta nel terzo quarto, dopo i primi venti minuti all’insegna del sostanziale equilibrio: l’Obradoiro stringe le maglie difensive, chiude l’area e trova con estrema facilita’ punti in attacco grazie ai chirurghi Hummel, Pumprla e Kendall (chiuderanno in 3 con uno straripante 20/27 da 2 punti). A Vitoria non bastano i 18 di Lampe (16 dei quali pero’ messi a segno nel primo tempo) e i 16 di Nemanja Bjelica, svegliatosi comunque solo negli ultimi minuti dell’incontro. Con Nocioni e San Emeterio insufficienti ( il primo annullato da un eccezionale Pumprla) la sensazione e’ che manchi qualcosa nel reparto esterni, impoverito dalla partenza di Oleson al Barcellona e che onestamente manca di pericolosita’ soprattutto dall’arco dei 3 punti.

PRIMO QUARTO: Iniziano meglio i baschi che si portano avanti con Nocioni e Caseur ma Pumprla riduce il distacco con una tripla (3-5); ancora Caseur dava il la’ all’allungo ospite (5-12), prontamente ricucito dalla verve di Pumprla e da Kendall. Una tripla di Dewar segnava il primo sorpasso dei padroni di casa, ma 2 liberi di Lampe permettevano a Vitoria di recuperare subito e il primo quarto si chiudeva in sostanziale equilibrio (19-18).

SECONDO QUARTO: alla ripresa delle ostilita’ si andava avanti in perfetto equilibrio, con canestri da una parte e dall’altra. Per i locali si accendeva Mejri con una grande schiacciata in penetrazione in faccia a Lampe, ma il polacco si rifaceva con gli interessi segnando nell’area pitturata e dall’arco. Sette punti in fila di un ottimo Hummel davano grande spinta all’Obradoiro, che complice il risveglio di Corbacho ( 2 triple in fila sgusciando fuori dai blocchi), fino a quel momento a secco dall’arco, andavano al riposo sul piu’ 6 (46-40).

TERZO QUARTO:  Blusens Monbus che partiva subito forte ancora con una tripla di Corbacho ( 49-40) ma Vitoria riduceva lo svantaggio grazie ai 2 Bjelica ( canestro per Milko e gioco da 3 punti per Nemanja) che rispondevano a Pumprla e consentivano di limitare i danni sulla sirena del terzo quarto (63-55).

QUARTO QUARTO: Blusens che conduceva ancora le operazioni con un brillante Kendall (chiudera’ con 19 punti ed 11 rimbalzi, per un 33 di valutazione totale), ottimo nel pick and pop e a farsi trovare libero nelle complesse rotazioni dei lunghi di Vitoria. I padroni di casa raggiungevano quindi un vantaggio rassicurante superiore alla doppia cifra, grazie anche ad Hummel e a un Pumprla dominante a rimbalzo d’attacco. Vitoria provava a risvegliarsi nel finale con Nemanja Bjelica e Nocioni, arrivando anche a meno 10 ma i ragazzi di coach Fernandez continuavano a trovare buone soluzioni in attacco. La sirena finale sanciva il successo dell’Obradoiro per 84-70 sui baschi, pubblico in visibilio per una prestazione davvero straripante sui due lati del campo per i padroni di casa.

Blusens Monbus – Caja Laboral Vitoria 84-70

Blusens Monbus: Kendall 19, Prumpla 16, Hummel 15

Caja Laboral : Lampe 18, Bjelica N. 16, Nocioni 9