Israele, semifinali playoff. La finale è Maccabi Rishon-Maccabi Tel Aviv

Israele, semifinali playoff. La finale è Maccabi Rishon-Maccabi Tel Aviv

Battute Hapoel Gerusalemme e Galil Gilboa nelle due semifinali della Menora Arena di Tel Aviv. Martedì 28 l’epilogo della Winner League con la sfida per il titol 19/20.

di Alessandro Elia

Per il titolo israeliano edizione 19/20 sarà una questione tra il Maccabi Tel Aviv e il Maccabi Rishon. Nella Final Four della Menora Arena di Tel Aviv si sono giocate le due semifinali con il programma aperto dalla vittoria del Rishon con l’Hapel Gerusalemme decisa da un incredibile canestro da tre punti dall’angolo di Ariel a fil di sirena. Vince anche il Maccabi Tel Aviv che resiste nell’ultimo quarto al rientro del Galil Gilboa e va in finale cercando di difendere il titolo. Appuntamento a martedì 28 per l’ultimo atto della Winner League.

Hapoel Gerusalemme-Maccabi Rishon 97-100 (17-32, 37-50, 78-77)
Una tripla all’ultimo respiro di Adam Ariel regala al Maccabi Rishon la finale per il titolo della Winner League israeliana. La prima semifinale è un concentrato di spettacolarità con l’Hapoel Gerusalemme, testa di serie numero 2, che subisce l’ottimo inizio degli avversari, poi recupera nella ripresa fino a mettere anche il naso avanti. Il finale punto a punto premia la squadra di Gooodess che proverà a togliere al Maccabi Tel Aviv il titolo cercando di ripetere l’unico successo nella sua storia del 2016.
Il Rishon parte a mille e nel primo quarto rischia già di dilagare chiudendo al 10′ in vantaggio 32-17. Nella seconda frazione di gioco l’Hapoel, trascinata da un grande Pargo, entra i partita ma lo svantaggio rimane in doppia cifra (37-50). Il rientro dagli spogliatoi è tutt’altra musica. Le difese vengono perforate da eccellenti attacchi con quello dell’Hapoel che produce addirittura 41 punti e consente alla squadra di Katash di recuperare e chiudere addirittura in vantaggio al 30′ (78-77). Il finale è molto equilibrato con il Rishon che ha il merito di reagire e non farsi travolgere dal prepotente rientro degli avversari. La semifinale si decide con gli episodi. Pargo (decisamente il migliore in campo con 32 punti e 6/9 da tre punti) segna il canestro del pari a quota 97. Rimane solo un secondo da giocare e dopo il timeout c’è la rimessa in zona d’attacco per il Maccabi. Palla nell’angolo per Ariel che sulla sirena lascia partire un tiro tutt’altro che coordinato. Parabola altissima che trova il fondo della retina. Rishon in finale, Gerusalemme a casa.
Hapoel Gerusalemme: Pargo 32, Blatt 6, Timor, Feldeine 18, Levi 2, Braimoh 14, Zalmanson 4, Holland 15, Terry 6. Coach: Katash
Maccabi Rishon: Harrison 21, Avivi, Ariel 11, Blayzer 16, Tizman 8, Hankins 20, Dovrat,  Hamilton 11, Monroe 13. Coach: Goodess

Maccabi Tel Aviv-Hapoel Galil Gilboa 81-78 (24-22, 43-36, 64-51)
Il Maccabi Tel Aviv conquista meritatamente l’accesso alla finale per il titolo. La squadra di Sfairopoulos cercherà così di difendere il titolo dall’assalto del Rishon. I gialli di Tel Aviv recuperano Wilbekin che ha scontato la squalifica in gara-3 dei quarti, ma non Zoosman infortunato. Primo quarto equilibrato e chiuso avanti dal Maccabi 24-22. Leggero strappo per Avdija e soci nel secondo periodo con l’intervallo che arriva sul 43-36. Nella ripresa il Maccabi accelera. 64-51 al 30′ che pare un’ipoteca sul passaggio in finale. Nell’ultimo quarto il Gilboa (la squadra apparsa globalmente più in forma nella ripresa del campionato dopo il lockdown) prova il tutto per tutto e riesce a vincere il parziale fino ad arrivare al -3 del 40′.
Maccabi Tel Aviv: Wilbekin 17, Caloiaro 6, Hunter 10, Avdija 11, Dorsey 20, Acy, S.Cohen, J.Cohen 9, Bourdillon, Sahar, Atias, Stoudamire 8. Coach: Sfairopoulos
Hapoel Galil Gilboa: Young 11, Srur 7, Mitchell 14, Thomasson 15, Ziv 23, Beni 2, Cooper, Hanochi 3, Reuven, Flaischer,  Coleman 3, Artzi, Gershon, Coach: Lubin

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy