La Supercoppa slovena va a Capodistria

La Supercoppa slovena va a Capodistria

I giocatori di Jurica Golemac hanno trionfato per 83-71 sul Petrol Olimpija. Il KK Sixt Primorska sarà anche quest’anno una delle realtà slovene più interessanti.

di Mitja Stefancic

Un tempo si usava dire: chi ben comincia è a metà dell’opera. Per i campionati sloveni questo detto sembra non essere più del tutto attendibile, visto che solitamente gli equilibri in campionato e nelle coppe slovene tendono a emergere chiaramente solo nelle fasi successive. Eppure va detto che il Sixt Primorska, squadra allenata per il secondo anno da Jurica Golemac, ha iniziato la stagione col botto, aggiudicandosi la Supercoppa slovena in casa degli avversari del Petrol Olimpija, ovvero nella storica Hala Tivoli di Lubiana, che per molti decenni passati era uno dei palasport di riferimento non solo del basket sloveno, ma anche di quello jugoslavo.

Convincente è stata la prestazione delle tigri capodistriane, che in questa occasione hanno già lanciato un chiaro segnale alle altre avversarie che vorranno contendersi il ruolo di leader nel campionato sloveno: saranno proprio loro tra i team più difficili da battere. Se nello scorso campionato la squadra di Capodistria era a tutti gli effetti una sorpresa (noi avevamo azzeccato il pronostico, individuandola come l’outsider capace di arrivare sino in fondo), nel nuovo campionato la squadra di Golemac sarà con buona probabilità ai vertici in Slovenia. I nuovi acquisti fatti dalla società (Lance Harris, Marko Jagodič-Kuridža, Ivan Marinković, Luka Vončina e soprattutto Žan Mark Šiško) sono a dimostrazione che adesso si fa sul serio e nulla sarà lasciato al caso: arrivare in alto è un obiettivo fisso del KK Primorska.

A prova di quanto scritto è stata proprio la prestazione di ieri notte dei giocatori del Sixt Primorska, che hanno surclassato gli avversari in tutti i reparti (risultato finale: 83-71). Gli equilibri in campo non sono mai stati in discussione. E a fine gara i giocatori del Primorska hanno alzato al cielo il trofeo, il secondo che si sono riusciti ad aggiudicare in poco tempo sotto la guida di coach Jurica Golemac.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy