LIGA ACB 26°turno, Real a fatica. Valencia e Unicaja non mollano, cade il Barca

0

E’ stata una giornata intrigante e particolare questa 26esima di Liga Acb che conduce le squadre allo sprint finale delle ultime 8: particolare per tanti motivi, perché il Real Madrid, seppur vincente, ha dovuto lottare più del previsto per avere la meglio di un combattivo Cajasol che ha tenuto testa alla prima della classe per tutti i 40’, perché il Barca, dopo un filotto di vittorie che l’avevano catapultata a ridosso del Valencia, cade di nuovo e vede allontanarsi la tanto ambita seconda piazza. D’altra parte, invece, Valencia vince ancora e vede avvicinarsi sempre più lo striscione del traguardo targato “secondo posto”. Allo stesso modo l’Unicaja approfitta della caduta di Gran Canaria per mettere, più o meno, al sicuro la quarta piazza che, però, non significa una situazione diversa rispetto alla quinta piazza. Cade invece il Laboral Kutxa di Scariolo che ora rischia il posto siccome le inseguitrici sono agguerrite e la qualificazione ai play-off non sembra più così scontata come fino a qualche settimana fa. Mejri è la sorpresa vera e propria di questa giornata, e se Fernandez ha dato poco alla causa nella partita col Cajasol, il 13+4 del giocatore Tunisino è stato fondamentale per fare 26, sì, 26 vittorie consecutive. Diversa invece la vittoria di Valencia sul campo di Gran Canaria, una partita che dopo il terzo quarto pazzesco della squadra di Perasovic sembrava una causa archiviata, il quarto periodo combattivo giocato dai padroni di casa ha rimesso tutto in discussione facendo sudare più del previsto gli ospiti per avere la meglio. Per il Barca, invece, è stata la percentuale al tiro da 3(solo 20%) a condannare i Blaugrana, che si son dovuti arrendere alla compatta prestazione del Zaragoza, a nulla son valsi i 15 di Tomic. La situazione in casa Laboral, invece è davvero triste, la sconfitta di Murcia ha sempre più evidenziato una carenza nelle rotazioni della squadra di Scariolo ed una poca combattività che condannano la squadra di Tibor Pleiss all’ennesima sconfitta e, ora, al 7imo posto momentaneo soltanto grazie alla differenza canestri favorevole con gli altri due team fermi a quota 13 vittorie.

La Bruixa d’Or 74-81 Tuenti Movil Estudiantes

La Bruixa d’Or: Kouguere 14, Larsen 11, Eriksson 10
Tuenti Movil Estudiantes: Banic 20, Slokar 19, Colom 10, Miso 10

Real Madrid 81-75 Cajasol

Real Madrid: Llull 15, Mejri 13, Reyes 13, Mirotic 13
Cajasol: Porzingis 20, Satoransky 11, Mata 10

Herbalife Gran Canaria 81-86 Valencia Basket Club

Herbalife Gran Canaria: Baez 18, Newley 14, Martin 13
Valencia Basket Club: Doellman 15, Sato 12, Dubljevic 11

Baloncesto Fuenlabrada 76-69 FIATC Joventut

Baloncesto Fuenlabrada: Panko 21, Feldeine 14, Cabezas 13
FIATC Joventut: Miralles 17, Shurna 17, Kirksay 14

CAI Zaragoza 85- 79 FC Barcelona

CAI Zaragoza: Tabu 19, Sanikidze 15, Rudez 12
FC Barcelona: Tomic 15, Huertas 14, Papanikolaou 12

Rio Natura Monbus 72-76 Gipuzkoa Basket

Rio Natura Monbus: Guillen 19, Delas 12, Corbacho 9
Gipuzkoa Basket: Ramsdell 16, Robinson 15, Neto 14

Iberostar Tenerife 60-71 Unicaja

Iberostar Tenerife: English 18, Bivia 10, Richotti 9
Unicaja: Vazquez 18, Toolson 13, Stimac 12

Bilbao Basket 93-77 CB Valladolid

Bilbao Basket: Mumbrù 32, Gabriel 12, Bertans 11
CB Valladolid: Drenovac 15, Pozas 15, Johnson 14

Ucam Murcia CB 89-80 Kutxa Laboral

Ucam Murcia CB: Lima 17, Davis 15, Rodriguez 15
Kutxa Laboral: Huertel 22, Pleiss 12, Causeur 9

CLASSIFICA:
Real Madrid 52 (26-0)
Valencia 46 (23-3)
FC Barcelona 38 (19-7)
Unicaja Malaga 34 (17-9)
Herbalife Gran Canaria 32 (16-10)
CAI Zaragoza 32 (16-10)
Laboral Kutxa Vitoria 26 (13-13)
FIATC Joventut Badalona 26 (13-13)
Cajasol Sevilla 26 (13-13)
Gipuzkoa Basket 22 (11-15)
Bilbao Basket 20 (10-16)
Rio Natura Obradoiro 20 (10-16)
Iberostar Tenerife 20 (10-16)
Baloncesto Fuenlabrada 20 (10-16)
Tuenti Mòvil Estudiantes 18 (9-17)
Universidad Catòlica de Murcia CB 16 (8-18)
La Bruixa d’Or 14 (7-19)
CB Valladolid 6 (3-23)