Liga Endesa ACB, 3^ giornata – Màlaga solo in vetta, Real ok; che crollo per Barça e Caja Laboral!

0

Quartetto smembrato dopo la terza partita in virtù della prima sconfitta stagionale dell’Assignia Manresa in casa della neo-promossa Obradoiro (con la formazione ospite capace di segnare appena 49 punti in 40 minuti di gioco, ai limiti di un record negativo); della burrascosa caduta del Caja Laboral in casa di un CAI Zaragoza capace di rifilare 20 punti tondi tondi alla squadra di Dusko Ivanovic, in partita ed in vantaggio nel primo quarto, ma rimontata, superata ed infine distanziata dalla formazione aragonese nei restanti 30 minuti di match; e dell’altrettanto clamoroso quanto inaspettato passo falso del Regal Barcelona, che nel posticipo disputato a Sevilla crolla sotto i colpi di un Cajasol molto ben compatto, organizzato ed aggressivo in difesa, che raggiunge anche il + 10 nel corso del terzo quarto, prima di amministrare il vantaggio con relativa semplicità nel finale di match.

Ne approfitta così l’Unicaja Màlaga: la formazione andalusa, nell’anticipo di sabato, espugna il campo del Lagùn Aro (giunto così alla terza sconfitta consecutiva) con il punteggio di 92 – 95, grazie al ritorno di uno straripante Joel Freeland (autore di 22 punti). Dopo 6 anni (era la stagione 2005-2006, quella dello scudetto conquistato con Sergio Scariolo in panchina) l’Unicaja torna ad essere leader solitario della Liga spagnola e, seppur il campionato sia solo all’inizio, manda un segnale molto forte alle altre pretendenti: per la vittoria finale, ci sono anche i bianco-verdi.

Nelle altre partite, c’è da segnalare soprattutto il ritorno alla vittoria del Real Madrid, che si rialza in fretta dopo la sconfitta di giovedì a Bilbao, superando (in trasferta) il Blancos de Rueda Valladolid, con una buona prova di tutta la squadra ma soprattutto con uno strepitoso Rudy Fernandez: 28 punti e 35 di valutazione per la stella “mallorquina”. Una prestazione, la sua, che ha subito fatto parlare di un “Rudy Madrid”, con ironica allusione al nome della società madrilena.

 

 

Oltre alle sconfitte del Caja Laboral e del Barcelona, l’altra notizia di giornata è lo stop casalingo del Valencia, sconfitto dal Lucentum Alicante nel derby della Comunità Valenciana.
Primi successi stagionali invece per il Fuenlabrada ed il Gran Canaria, che tra le proprie mura amiche sconfiggono rispettivamente l’Estudiantes e il Murcia. Vittoria convincente, ancor più di quanto dica il + 6 finale, anche per il Bizkaia Bilbao, anch’esso in casa, contro la Joventut di Badalona.

Ecco il quadro completo dei risultati e i tabellini principali:

Lagùn Aro – Unicaja Màlaga 92 – 95
(LA: Panko 27, Vidal 16;  UM: Freeland 22, Darden 14)

CAI Zaragoza – Caja Laboral 86 – 66
(CZ: Hettsheimeir 19, Van Rossom 12;  CL: Teletovic 19, Ribas 10)

Baloncesto Fuenlabrada – Asefa Estudiantes 88 – 80
(BF: Penney 25, Ayòn 20;  AE: Luis Flores 21, Wright 19)

Bizkaia Bilbao – Joventut Badalona 78 – 72
(BB: Banic 20, Mumbrù 15;  JB: Obasohan 22, Jelìnek e Van Lacke 11)

Gran Canaria – UCAM Murcia 66 – 54
(GC: Beiràn 16, Haynes 10;  UM: Franch 14, Augustine 11)

Blusens Obradoiro – Assignia Manresa 61 – 49
(BO: Junyent 15, Bulfoni 14;  AM: Asselin e Doellman 12, Palsson 10)

Blancos de Rueda Valladolid – Real Madrid 72 – 84
(BRV: Tourè 14, Robinson e Garcìa 10;  RM: Rudy Fernandez 28, Mirotic 16)

Baloncesto Valencia – Lucentum Alicante 67 – 70
(BV: Caner-Medley 18, Lishchuk 11;  LA: Singler 24, Llompart 17)

Cajasol Sevilla – Regal Barcelona 81 – 75
(CS: Urtasun 23, Davis 16;  RB: Eidson 19, Navarro, Vazquez e N’Dong 9)