Ligat ha’Al – Israele, Quarti di Finale – Haifa e Tel Aviv facile, faticano le due Hapoel

0

MACCABI TEL-AVIV – HAPOEL TEL-AVIV (3-0)

9 maggio:            Maccabi T-A        76-68     Hapoel T-A

12 maggio:          Hapoel T-A          67-80     Maccabi T-A

16 maggio:          Maccabi T-A        76-74     Hapoel T-A

La corazzata gialloblu, dopo aver dominato il campionato per tutto il corso della stagione, affronta i quarti di finale contro il sorprendente Hapoel di questa stagione. Dopo il turno di qualificazione che ha visto le due compagini guadagnarsi rispettivamente il primo (Maccabi) e l’ottavo posto (Hapoel), ora è tempo di fare sul serio ed entrare nel vivo dei playoff israeliani.
A dispetto di un 3-0 netto e senza discussioni, la serie è stata piuttosto equilibrata e l’Hapoel è riuscito sempre a trovarsi ad un passo dall’impresa di battere i pluricampioni d’Israele. In particolare, dopo le sconfitte nelle prime due gare, l’ultima sfida tra le due squadre s’è chiusa soltanto nell’ultimo minuto di gioco con una vittoria di misura da parte del Maccabi per 76-74.
Autentico mattatore della serie è stato l’ex play di Pesaro Ricky Hickman con più di 20 punti di media, aiutato nelle diverse gare da James, Smith e Eliyahu. Nelle file dell’Hapoel non è bastato il contributo della coppia Goods-Randle che hanno viaggiato costantemente in doppia-cifra nel corso di tutte le tre gare.
Il Maccabi, dunque, senza particolari problemi si avvia ad affrontare in semifinale la vincente della serie tra Hapoel Jerusalem e Netanya.

HAPOEL JERUSALEM – NETANYA (3-2)

8 maggio:            Netanya               80-87     Hapoel J-M

13 maggio:          Hapoel J-M         87-68     Netanya

16 maggio:          Netanya               92-69     Hapoel J-M

20 maggio:          Hapoel J-M         70-73     Netanya

23 maggio:          Netanya               68-79     Hapoel J-M

La serie più emozionante dei quarti di finale si chiude con la sorprendente vittoria in trasferta dell’Hapoel Jerusalem sul campo del Netanya per 68-79. La quarta e la quinta forza del campionato si giocavano l’accesso in semifinale senza esclusione di colpi, e così è stato fino all’ultimo respiro.
Dopo le due vittorie consecutive dell’Hapoel Jerusalem, ribaltando immediatamente il fattore campo nella serie, sembrava una serie senza particolari sorprese; invece la grande rimonta del Netanya ha riportato la serie in parità sul 2-2 e a giocarsi il tutto e per tutto in casa. Una grandissima occasione che però è stata sciupata dalla compagine casalinga, a causa della splendida prova dell’Hapoel che si è ripresa l’inerzia della serie e successivamente la vittoria.
E’ stata una gara nella gara quella tra Josh Duncan e Marco Killingsworth che, a suon di punti e di prestazioni sopra la media, hanno tentato di guidare le rispettive squadre verso la vittoria. Alla fine il meno famoso dei Duncan ha avuto la meglio (23 punti nell’ultima partita) ed ha portato l’Hapoel verso l’ormai insperata vittoria: ora c’è la vetta più alta da scalare, cioè il Maccabi Tel-Aviv in semifinale.

MACCABI HAIFA – GILBOA-GALIL (3-0)

9 maggio:            Maccabi Haifa    87-85     Galil Gilboa

13 maggio:          Galil Gilboa          81-93     Maccabi Haifa

16 maggio:          Maccabi Haifa    93-87     Galil Gilboa

Dall’altra parte del tabellone il Maccabi Haifa, al secondo posto nella stagione regolare, contro la vera sorpresa del campionato Gilboa, passata dalla zona retrocessione ad un settimo posto insperato nel giro di pochissime gare alla fine del campionato.
Forse appagata dagli sforzi per arrivare in zona playoff però non è riuscita a contrastare il Maccabi Haifa che, nel giro di sole tre partite, è riuscita a conquistare senza problemi l’accesso in semifinale. Percorso lineare per l’altro Maccabi che, come il Tel-Aviv, ha dato la sensazione di dominare in lungo e in largo la serie e in particolare di essere l’unica a poter reggere il confronto con la prima della classe.
L’Haifa ha potuto contare sull’apporto del fantastico trio Mekel-Smith-Calathes, con quest’ultimo in grado di sfoderare nell’ultima partita una prova da 32 punti, 12 rimbalzi e 5 assist; in particolare gli ultimi due, lasciando Mekel – dopo una splendida stagione regolare – un po’ in disparte, sono stati protagonisti di una serie convincente che fa sognare i tifosi israeliani. Dall’altra parte uno dei tanti Smith del campinato, questa volta Jamar, è riuscito a chiudere con prestazioni eccellenti i suoi playoff ma non a trascinare la squadra verso una vittoria che avrebbe avuto il sapore dell’impresa.
Il Maccabi Haifa affronterà in semifinale la vincente tra Hapoel Eilat e Maccabi Rishon.

HAPOEL EILAT – MACCABI RISHON (3-2)

9 maggio:            Hapoel Eilat         77-79     Maccabi Rish.

13 maggio:          Maccabi Rish.     63-91     Hapoel Eilat

16 maggio:          Hapoel Eilat         69-67     Maccabi Rish.

19 maggio:          Maccabi Rish.     79-70     Hapoel Eilat

23 maggio:          Hapoel Eilat         91-80     Maccabi Rish.

A pari punti col Maccabi Haifa, ma in svantaggio negli scontri diretti, l’Hapoel Eilat affrontava in questi quarti di finale un avversario ostico come il Maccabi Rishon. Infatti, anche se partivano sfavoriti dal sesto posto in classifica, la squadra di provincia ha dato vita ad una serie equilibratissima e con innumerevoli sorprese. Ha subito strappato il fattore campo all’Hapoel con la vittoria 77-79, per poi schiantarsi contro la forza dei terzi in classifica nelle due gare successive; portata la serie in parità sul 2-2 con la vittoria sofferta in casa si giocava il tutto e per tutto nell’ultimo incontro tra le mura nemiche.
Grande merito al Rishon di aver portato la serie sino all’ultima gara in cui, però, i giocatori non sono riusciti ad avere la meglio contro l’Hapoel, venendo sconfitti 91-80 in una partita senza repliche e senza possibilità di ribaltare il risultato da parte loro. Hanno pagato il grande sforzo nell’ultima partita, ma devono essere soddisfatti di essersi battuti fino alla fine.
In particolare Uter (20 punti di media) ha tentato di ribaltare le sorti del match ma, non aiutato dai compagni e dalla panchina troppo corta, s’è dovuto arrendere al ritorno di uno degli uomini chiave dell’Hapoel: Larry O’Bannon. Un po’ in ombra nelle prime gare della serie s’è rifatto nella partita più importante, sfiorando la tripla doppia(15 punti, 6 assist, 7 rimbalzi), e ha trascinato i suoi alla vittoria.
Ora si affronteranno in semifinale le due squadre che hanno chiuso appena dietro al Maccabi Tel-Aviv nella stagione regolare, vediamo chi la spunterà.

Le due Hapoel affronteranno i due Maccabi. Da oggi partiranno le attesissime semifinali del campionato israeliano:

MACCABI HAIFA – HAPOEL EILAT

MACCABI TEL-AVIV – HAPOEL JERUSALEM