Luca Banchi: “Il problema è che non ci stiamo allenando. Stiamo solo giocando e viaggiando. Giocare e viaggiare.”

0
Luca Banchi
Foto di Gioele Mason

Luca Banchi ha commentato così la sconfitta della Virtus Segafredo Bologna contro il Maccabi Tel Aviv:

Il secondo tempo è la sintesi della partita. Questo è il quadro. Nel primo tempo siamo riusciti a seguire il flusso del Maccabi. Loro hanno continuato a tirare molto bene, e noi non abbiamo mostrato la stessa qualità, non riuscendo a prendere vantaggi quando dovevamo farlo. Ma è un aspetto che dobbiamo analizzare e portare avanti nella prossima gara. Siamo nella prima settimana di doppio turno, più le partite del campionato nazionale, è un calendario molto duro. Non è facile. Ogni sera l’intensità è la stessa, perché parliamo di un livello altissimo e stasera il Maccabi ha giocato al meglio.”

Vi hanno sorpresi? “Li conosciamo. Sappiamo che anche nell’ultima partita in casa con il Monaco hanno fatto una grande prestazione. Ma ricordo molto bene la partita che hanno giocato a Bologna. E per noi era un grande compito battere una squadra del genere, che naturalmente è costruita per essere una delle migliori squadre del campionato.”

Qual è la situazione infortunati? “Per Cacok la stagione è finita, Dobric è ancora in riabilitazione. Sembra che sia lontano il rientro in azione. E per Jordan Mickey siamo solo all’inizio e questo calendario non aiuta perché i giocatori, come i nuovi arrivati, hanno bisogno di allenarsi, così come i giocatori infortunati hanno bisogno di allenarsi. Il problema è che non ci stiamo allenando. Stiamo solo giocando e viaggiando. Giocare e viaggiare. Abbiamo quattro partite di fila in trasferta e senza alcun allenamento, solo viaggi. Quindi è anche difficile prevedere quando un giocatore come Jordan Mickey potrà rientrare, perché ha bisogno di mettere un po’ di ritmo, di provare se stesso in campo. Quindi è difficile anche usare le partite per testarlo, quando le partite sono a quel livello di competitività. Quindi è solo all’inizio, è tornato in azione ieri. Valutiamo insieme al giocatore e allo staff medico quando ci aspettiamo che possa rientrare.”