Luca Banchi: “Trattati in modo pessimo dall’arbitro, in particolare Hackett e Shengelia. Serve la migliore Virtus Bologna ad Istanbul”

0
Luca Banchi
Foto di Gioele Mason

Coach Luca Banchi ha commentato così la sconfitta della Virtus Segafredo Bologna contro Baskonia in EuroLeague:

“Abbiamo giocato per 20 con grande intensità e concentrazione, eravamo preparati per una partita del genere. Il nostro terzo quarto ci ha condannato, abbiamo concesso troppi punti e fiducia al Baskonia. I piccoli dettagli hanno fatto la differenza.”

Continua poi Coach Luca Banchi:

“Siamo delusi, certamente, ma non bisogna distogliere l’attenzione da quello che abbiamo fatto in stagione. Ora dobbiamo ritrovare la concentrazione per il Play-In.”

Sulle partite perse nel finale:

“Ogni partita ha una storia a se. Certe tipologie di sconfitte fanno male al morale della squadra, ovvio.”

Sul Baskonia:

“Dovevamo fare meglio, non dovevamo permettere al Baskonia di recuperare nel terzo quarto, dopo un secondo quarto molto ben giocato. L’errore è arrivare ai quei possessi.

Sull’arbitraggio:

“Un fallo netto nel finale di Howard su Abass, volevano fare fallo nettamente senza nascondersi, ma non è stato fischiato. Hackett, Shengelia sono stati trattati in modo pessimo dall’arbitro. I mismatch su Howard erano chiari, facevano falli programmati e non fischiavano. Tutto questo ha generato anche in lui frustrazione, nervosismo e per loro ha concesso tiri buoni e facili in contropiedi.”

Su Howard e McIntyre:

“Grande serata di Howard e McIntyre, forse potevamo fare meglio ma loro hanno giocato tanto e bene in campo aperto.”

Sulla stagione e le ambizioni della Virtus:

“Raccogliamo meno di quanto meriteremo in questo momento. Dietro di noi in EuroLega ci sono squadre con vissuto, budget molto importanti e nonostante tutto abbiamo molte recriminazioni. Ad oggi la Virtus Bologna è un’organizzazione sana, seria con una tifoseria incredibile che meritava una vittoria.”

Sui prossimi impegni:

“Dobbiamo trasformare l’amarezza in orgoglio, convinzione e giocare con fiducia per vincere ad Istanbul. Servirà la nostra migliore partita contro un Efes in gran forma.”

Su Cordinier:

“Lontano dalla forma migliore, manca poco alla fine della stagione non era facile per lui.”