Olimpia Milano, il pre-partita di Eurolega con coach Messina

0
Ettore Messina

Il sipario sulla regular season di EuroLeague sta per calare. L’Olimpia gioca la sua ultima gara a Belgrado, che il Maccabi ha scelto per giocare le sue partite interne in questa stagione, normalmente al vecchio Pionir, ma in quest’occasione alla Stark Arena (l’altro impianto è occupato dagli Europei di pugilato). Per il Maccabi è una partita svuotata di significati pratici perché in ogni caso il settimo posto è stato cristallizzato. Non ci sono possibilità di migliorarlo né rischi di peggiorarlo. Ma il Maccabi è in grande condizione, ha vinto sei partite di fila prima di perdere a Barcellona nel finale, ha una squadra rodata con un’identità precisa: ha il secondo attacco dell’EuroLeague per punti segnati e la 18° difesa per punti subiti. Si tratta di una squadra tremenda a rimbalzo d’attacco, la migliore in assoluto, grazie a Josh Nebo, ma anche Bonzi Colson, Jasiel Rivero e Roman Sorkin, che poi si affida tanto contro le difese schierate alle qualità di realizzatori di Brown, Baldwin e dello stesso Colson. L’Olimpia ha vinto le ultime cinque gare casalinghe, ma non è riuscita a entrare in zona post-season a causa del suo record esterno (3-13 al momento). Le possibilità di acciuffare il decimo posto sono minime e passano attraverso una vittoria e le sconfitte di Efes e Partizan. Ma è giusto tentarci fino in fondo e comunque chiudere la stagione nel miglior modo possibile. Se il Maccabi è la miglior squadra nei rimbalzi offensivi, l’Olimpia è la squadra che ne concede di meno. Questa potrebbe essere una prima chiave della partita. In ogni caso per  superare il Maccabi servirà una prova maiuscola. Purtroppo, non sarà disponibile uno dei giocatori più in forma: in allenamento, Devon Hall ha riportato un trauma distorsivo alla caviglia sinistra ed è rimasto a Milano per i controlli del caso.

NOTE – Maccabi Tel Aviv-EA7 Emporio Armani Milano si gioca giovedì 11 aprile, alle 20:05 alla Stark Arena di Belgrado. Diretta su Sky Sport e DAZN.

GLI ARBITRI  Carlos Peruga (Spagna), Mehdi Difallah (Francia), Alberto Baena (Spagna).

COACH ETTORE MESSINA – “Affrontiamo una squadra molto atletica che è stata in grado di raggiungere i play-in nonostante non abbia potuto godere per tutta la stagione del supporto del suo pubblico. Hanno due guardie che trascinano tutti e i loro lunghi sono molto dinamici. Dipenderemo molto dalla qualità della nostra transizione difensiva e dal lavoro che riusciremo a svolgere a rimbalzo”.

Uff stampa Olimpia Milano