Olimpia Milano, il pre-partita di Eurolega con coach Messina

0
Ettore Messina

L’ultima gara in trasferta l’Olimpia l’ha vinta esprimendosi ad un livello molto alto, quello necessario per imporsi a Montecarlo. Ma servirà lo stesso tipo di gara per vincere a Kaunas: lo Zalgiris è 8-7 sul proprio campo, ma ha vinto sei delle sette partite giocate alla Zalgirio Arena (che sarà ancora una volta esaurita, oltre i 15.000 presenti) nel 2024. In queste sette gare ha uno scarto medio di +11.7 e quattro volte ha superato i 90 punti segnati. La scorsa settimana ha battuto Bologna 96-81 e poi Baskonia 94-76. La classifica in questo caso è bugiarda: lo Zalgiris è in grandi condizioni di forma e come minimo intende chiudere la sua stagione in crescita. L’Olimpia è risalita in classifica grazie alle due vittorie della scorsa settimana, contro due tra le squadre a loro volta più in forma: Monaco nelle ultime dieci gare giocate ha perso solo con l’Olimpia; il Fenerbahce aveva una striscia di quattro vittorie consecutive. La caratteristica principale dello Zalgiris è il tiro da tre: con il 40.0% è prima assoluta, potendo sfruttare un gran numero di specialisti in tutti i ruoli, Keenan Evans, Roland Smits, Brady Manek, la batteria di giocatori locali da Giedraitis a Dimsa, a Butkevicius e Lekavicius. L’Olimpia ha ritrovato buoni segnali di recente da Alex Poythress per fortificare la batteria dei lunghi; Shabazz Napier non ha giocato l’ultima gara di campionato ma è disponibile come anche Maodo Lo. Nikola Mirotic ha segnato 19.7 punti di media nelle ultime cinque gare giocate, tre volte è andato oltre i venti con 18/33 da tre in questo arco di tempo. Devon Hall nelle ultime cinque ha segnato 13.4 punti di media diventando una sorta di terza minaccia offensiva (15/28 da tre) dopo Mirotic e Shavon Shields. Ma servirà l’aiuto di tutti per imporsi a Kaunas.

NOTE – Zalgiris Kaunas-EA7 Emporio Armani Milano si gioca giovedì 28 marzo, alle 19:00 ora italiana alla Zalgirio Arena, diretta su Sky Sport e DAZN

GLI ARBITRI  Fernando Rocha (Portogallo), Piotr Pastusiak (Polonia), Seffi Shemmesh (Israele).

COACH ETTORE MESSINA – “Giochiamo contro una squadra che sul proprio campo ha sempre tanto entusiasmo ed è sostenuta da un grande pubblico. Lo Zalgiris è anche una squadra molto atletica e ben organizzata sulle due estremità del campo. A noi servirà giocare una partita fisica, esprimendo una buona transizione difensiva e soprattutto scelte attente in attacco”.

Uff stampa Olimpia Milano