Olimpia Milano, Messina: “Valencia sta giocando bene, servono movimento di palla, rimbalzi, difesa”

0
Ettore Messina

Una delle squadre più in forma di questa prima parte di stagione, Valencia, arriva al Mediolanum Forum portandosi dietro un passo impressionante, fatto di cinque vittorie e una sola sconfitta, in trasferta a Istanbul contro l’Efes. Fuori casa, ha giocato appena due gare vincendo quella di Kaunas. Simile il cammino in campionato dove è 6-2: ha perso il debutto contro Girona un po’ a sorpresa poi ha vinto sei gare consecutive prima di perdere domenica scorsa a Badalona, dove il playmaker titolare, Chris Jones, però è uscito per infortunio dopo meno di tre minuti di gara. L’Olimpia arriva a questa partita dopo aver recuperato un po’ di fiducia nelle due partite più recenti, quella con Monaco persa ma combattuta per tutti i 40 minuti, e quella di Brindisi, facilitata dalle assenze avversarie ma gestita bene soprattutto in difesa. L’Olimpia dovrà ripartire da qui contro una squadra in fiducia, profonda e con buon numero di veterani come Stefan Jovic, serbo vicecampione del mondo, come Victor Claver e naturalmente Brandon Davies. Dopo due sconfitte interne consecutive in EuroLeague, ovviamente a prescindere dalle difficoltà della gara, sarebbe importante ritrovare la vittoria in vista del turno “doppio” della settimana ventura, a Bologna e in casa con l’Efes anticipato da un altro viaggio in campionato, a Scafati.

NOTE – EA7 Emporio Armani Milano-Valencia si gioca giovedì 9 novembre alle 20:30 al Mediolanum Forum. Clicca qui per acquistare i biglietti.

GLI ARBITRI –  Robert Lottermoser (Germania), Piotr Pastusiask (Polonia), Noam Gordon (Israele).

COACH ETTORE MESSINA – Affrontiamo una squadra che si sta esprimendo ad un livello molto alto, sfruttando la versatilità dei suoi centri e la leadership di Chris Jones. Sono una squadra che difende con grande fisicità e aggressività, quindi sarà fondamentale per noi avere una buona circolazione di palla e usare l’uno contro uno con decisione, così come saranno importanti i rimbalzi e la difesa in transizione, due aree in cui dobbiamo migliorare”.

DEVON HALL – “Valencia è una squadra piena di entusiasmo, che ha avuto subito successo e verrà a Milano con tanta fiducia alle spalle. Noi stiamo migliorando, e in questa gara abbiamo bisogno di giocare duro su ambedue le estremità del campo, per 40 minuti, aiutandoci a vicenda per tentare di vincere questa partita”.

VALENCIA – Valencia ha vinto cinque delle prime sei partite di EuroLeague, sfruttando bene il calendario che le ha proposto quattro gare casalinghe, tutte vinte. Coach Alex Mumbru, alla seconda stagione a Valencia, schiera in quintetto come guardie Chris Jones (11.3 punti e 4.7 assist di media) e il canadese Kassius Robertson (4.3 punti per gara); all’ala piccola Semi Ojeleye, ex Virtus Bologna, che è il primo realizzatore di squadra con 13.8 punti per gara, 6.0 rimbalzi e il 61.5% nel tiro da tre. Tra i lunghi, Brandon Davies sta segnando 10.8 punti a partita con 2.7 rimbalzi in una rotazione molto ampia che coinvolge Boubacar Toure (5.0 punti e 3.5 rimbalzi di media); Damien Inglis (8.8 punti e 3.8 rimbalzi a partita) e Nathan Reuvers (5.5 punti e 3.2 rimbalzi per gara). Da ala piccola, oltre a Ojeleye, figura l’esperto Victor Claver (4.4 punti e 4.2 rimbalzi a partita, l’85.7% da due, il 42.9% da tre). In generale, Valencia è una squadra profonda. Tra i piccoli Jared Harper è un acceleratore da 8.3 punti per gara in 14.1 minuti di impiego; Stefan Jovic è un veterano argento mondiale con la Serbia che sta producendo 4.8 punti e 4.0 assist per gara; e Josip Puerto gioca le due posizioni esterne. Infine, Jaime Pradilla completa il reparto lunghi con 10.4 minuti di utilizzo in cui segna 3.8 punti con l’81.8% da due.

I PRECEDENTI VS. VALENCIA – L’Olimpia ha giocato dieci volte nella sua storia contro Valencia con bilancio favorevole, 7-3. Nella stagione 2010/11 l’Olimpia vinse a Valencia 80-69 con 26 punti di Jonas Maciulis, 18 di Marjonas Petravicius e 17 di David Hawkins. Nel ritorno, che però si giocò a Biella, Valencia si prese la rivincita vincendo 75-60 con 20 punti di Rafa Martinez. Nel 2017/18, l’Olimpia ha vinto 103-98 dopo due tempi supplementari a Valencia rientrando da meno 17 nel terzo periodo, segnando 17 triple, record di squadra. Nella partita di ritorno, a Desio, Valencia vinse 93-89. In quella circostanza, Vlado Micov segnò 27 punti, record personale in EuroLeague. Nel 2019/20, l’Olimpia ha vinto a Milano 78-71 con 15 punti di Amedeo Della Valle, 13 e 10 rimbalzi di Kaleb Tarczewski, 10 e otto assist di Sergio Rodriguez. Nella gara di ritorno, l’Olimpia ha vinto dopo un tempo supplementare 83-81 con una tripla allo scadere di Vlado Micov (13 punti e sette rimbalzi). Sergio Rodriguez ha segnato 16 punti con nove assist. Nel 2020/21 le due squadre si sono affrontate due volte con un successo per parte rispettando il fattore campo. A Milano, l’Olimpia vinse 97-80 con 27 punti di Gigi Datome. Lo scorso anno l’Olimpia ha vinto entrambe le partite, 90-70 in casa e 88-84 a Valencia con 28 punti di Shabazz Napier.  In tutto, l’Olimpia è 3-2 in casa e 4-1 in trasferta contro Valencia.

LA VALENCIA CONNECTION – Brandon Davies lo scorso anno ha disputato 33 partite di EuroLeague a Milano con 336 punti e 107 rimbalzi all’attivo.

KYLE HINES NOTES – Kyle Hines ha giocato 116 partite di EuroLeague con l’Olimpia, terzo di sempre dietro Kaleb Tarczewski e Nicolò Melli, davanti alle 115 di Vlado Micov. È anche a nove rimbalzi difensivi di distanza dai 1.000 in carriera, traguardo tagliato per ora da soli sette giocatori incluso Nicolò Melli. Hines con 397 presenze è a tre gare dalle 400.

NICOLO’ MELLI NOTES – Nicolò Melli è a quattro presenze dalle 156 di Kaleb Tarczewski e quindi dal primo posto di club per apparizioni in EuroLeague con la maglia dell’Olimpia. Nel frattempo, si è messo alle spalle Ante Tomic come quinto di sempre nei rimbalzi difensivi in EuroLeague, a 36 rimbalzi dal quarto posto di Georgios Printezis che ne ha 1065.

SHAVON SHIELDS NOTES – Shields ha superato quota 1.500 punti segnati in carriera a Berlino. 993 sono quelli segnati con la maglia dell’Olimpia, quarto di sempre. Lo precedono gli unici tre giocatori che abbiano segnato più di 1.000 punti nella massima competizione europea ovvero Bob McAdoo, Vlado Micov e Sergio Rodriguez. I 22 punti segnati contro il Maccabi sono la sua tredicesima prova “Over 20” in EuroLeague. Sette sono state prodotte in maglia Olimpia. Il record è di 34 (2020/21 contro il Bayern Monaco); due volte ha segnato 26 punti (contro il Khimki a Mosca nel 2020/21; contro l’Olympiacos a Milano nel 2021/22).

NIKOLA MIROTIC NOTES – I 38 di valutazione di Mirotic a Istanbul sono stati la terza performance di sempre di un giocatore dell’Olimpia; i 36 di Berlino sono stati la sesta. Il record personale di Mirotic è di 39 e risale al Round 14 della stagione 2021/22 quando giocava nel Barcellona. In quella gara stabilì il primato di punti con 31 che a Berlino ha avvicinato fermandosi a 30.

NIKOLA MIROTIC NOTES 2 – Quella di Berlino è stata la prova numero 54 da almeno 30 punti di un giocatore dell’Olimpia nella storia della prima competizione europea per club. Il primato di società è di 43 condiviso da Bob McAdoo e Paolo Vittori. Nell’era EuroLeague, è stata l’ottava prova da almeno 30 punti. Il record appartiene a Samardo Samuels con 36. 

Uff stampa Olimpia Milano