Presentate le Final Four di Eurolega a Milano. Pisapia: “Milano diventa la capitale del basket europeo”

0
Foto Walter Gorini/Euroleague

Milano è pronta ad ospitare le Final Four di Eurolega e torna ad essere, dopo anni passati in ombra rispetto alle migliori formazioni del continente, il centro del panorama cestistico europeo. Dal 16 al 18 Maggio la città meneghina ospiterà al Mediolanum Forum le fasi finali della maggiore competizione di basket d’Europa.
Alla presentazione sono intervenuti quest’oggi il sindaco di Milano Giuliano Pisapia e il presidente dell’Eurolega Jordi Bertomeu, entrambi orgogliosi di questa collaborazione tra il comune e il mondo della pallacanestro.

 

A fare gli onori di casa, nella splendida cornice della Sala Alessi a Palazzo Marino – ribattezzata “la casa dei milanesi” -, ci ha pensato naturalmente il sindaco Pisapia:

« Questa è una giornata gioiosa, sportivamente parlando, e sono felice di parteciparvi perchè ho sempre avuto poco tempo di occuparmi di sport all’interno della città. Con orgoglio ed emozione abbiamo finalmente raggiunto l’obiettivo e sono sicuro che Milano sarà pronta ad accogliere un evento di successo come le Final Four di Eurolega. Ringrazio tutti coloro che hanno contribuito con impegno e passione alla realizzazione di questo progetto, compresi i grandi campioni dello sport, soprattutto perchè il basket è uno sport amatissimo a Milano e questo sarà un punto di crescita per tutto il movimento sportivo milanese. Il comune ha incentivato – ha continuato il sindato – quest’impresa per avere uno sport per tutti, uno sport di tutti e uno sport rivolto a tutti. Dagli oratori ai grandi campioni Milano sarà sempre al centro dello sport: a Maggio ospiteremo le Final Four di Eurolega e ad Ottobre i mondiali di volley femminili. »

Alla fine un breve accenno all’Olimpia Milano e alle prospettive del sindaco riguardo il cammino europeo:

« L’Eurolega è un sogno che si avvera, prima perchè la città ha affrontato una nuova sfida e l’ha vinta come organizzazione e poi perchè speriamo che si possa anche vincere dal punto di vista sportivo. D’altronde, naturalmente, vinca il migliore ma se si partecipa perchè non pensare di vincere?»

 

La parola poi è passata al presidente dell’Eurolega Bertomeu ch’è voluto intervenire sfoggiando un italiano invidiabile:

« Ringrazio il sindaco per l’ospitalità durante tutto il periodo che porterà Milano ad ospitare a Maggio le Final Four di Eurolega. La sua presenza è sintomo che il comune e la città sono legati a quest’evento per renderlo unico e di qualità, sfruttando Milano e rendendola il centro della pallacanestro europea. Inoltre ha presentato il “One Milan Program” che formerà un « triangolo dello sport formato in primis dal Mediolanum Forum, che naturalmente sarà il centro in cui si svolgeranno le partite e in cui si sfideranno i grandi campioni dell’Eurolega, poi il Palalido che ospiterà il ‘Kids Junior Tournament’ in cui l’Olimpia Milano sfiderà le migliori squadre giovanili europee e infine il Duomo che vedrà, per la prima volta nella storia della competizione, la premiazione del MVP delle Final Four e sarà una Fan Zone eccezionale per avvicinare i campioni alla città di Milano e viceversa. E per tutto questo ringrazio il Comune di Assago e poi le società sportive di Milan, Inter e CUS Rugby Milano che hanno avuto un ruolo fondamentale per la riuscita di un evento globale e unico nel suo genere ».

 

Alla conferenza stampa hanno partecipato anche  l’amministratore delegato del Milan, Adriano Galliani, e Giuseppe Bergomi, prima voce tecnica di Sky e componente della squadra delle vecchie glorie nerazzurre, Inter Forever. In rappresentanza dell’Olimpia Milano c’era anche Niccolò Melli, protagonisti tutti e tre di un simpatico siparietto al di fuori della Sala Alessi con l’allestimento di un piccolo campo da pallacanestro. Le premesse per avere uno spettacolo unico e irripetibile ci sono tutte, ora non resta che passare la parola al campo e vedere cos’accadrà nel Maggio milanese.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here