PRO A francese: quintetto in vetta. E ora sotto coi quarti di coppa

0

In attesa di vedere chi uscirà vincitore dai quarti di coppa di Francia che si disputano questa sera, va in archivio anche la diciannovesima giornata di questa Pro A 2013-2014. E’ incredibile come ancora oggi, dopo un intero girone di andata e alle soglie della fase clou della stagione, ci siano ancora ben 5 squadre al vertice con 13 vittorie.

Lo Strasburgo dimostra di aver superato la partenza di Alexis Ajinca alla volta della NBA e supera abbastanza agilmente il fanalino di coda Antibes (79-67), guidato dal duo di ex senesi Thornton-Andersen (rispettivamente 14 e 13 punti). Per gli squali della Costa Azzurra ora il discorso salvezza diventa veramente complicato.

Pronta la risposta del Limoges che, pur essendo ancora privo del neo acquisto Petro, centra il colpo esterno contro Roanne (70-75). In evidenza l’ex Napoli,Cremona e Varese Reynolds, autore di 17 punti. 17 come quelli dell’ex senese English, che sta incominciando ora a prendere le misure del campionato transalpino.

Le due vittorie di differenza dalla zona caldissima della Pro A, ora, non possono fare dormire sonni tranquilli alla truppa do coach Pavicevic. Sgambetto al fotofinish dell’ASVEL all’Orleans (68-69) con una grande prova di Darnel Harris (14 punti, 3 rimbalzi e ben 6 assist. 12 punti a testa anche per David Noel ed il bomber McAlarney.

Con questa sconfitta gli oroneri vedono sfuggire il primato in graduatoria dopo svariate giornate.

Vetta in classifica che viene raggiunta anche dal sorprendente Dijon che schianta il Gravelines 83 a 66 con 20 punti di un immarcabile Andre Harris.

A 26 punti, ad altissima quota, troviamo anche il Le Mans che nel posticipo rifila quasi 100 punti (è finita 97-86) allo Chalon che, 10 posto, rischia di compromettere la corsa alla post season. Anche in questa vittoria c’è un po’ di zampino “italiano”: il mattatore della serata è infatti stato lo yankee Dashaun Wood, già visto in Italia con le canotte di Treviso e Cantù. Doppia doppia sfiorata per lui con 27 punti e 9 assist sfornati.

Tutto facile per il Nancy che con 25 punti e 15 rimbalzi di un monumentale Paul Harris si sbarazza del Le Havre che ora, al penultimo gradino della classifica in compagnia di Antibes, ha di fronte a se un cammino decisamente in salita per la permanenza nel massimo campionato francese.

Non hanno avuto particolari difficoltà a portare a casa i due punti anche i campioni di Nanterre che rialzano la testa e restano tra le magnifiche cinque. Nell’ 84 a 74 finale con cui Nanterre ha sconfitto lo Cholet spiccano i 23 punti di Deshaun Thomas e i 22 dell’ex Cantù e Cremona David Lighty (che li ha conditi con 4 assist e 5 rimbalzi per un complessivo 25 di valutazione).

Infine chiudiamo con l’ùrra di un redivivo Pau Orthez che, grazie ai 19 punti e 15 rimbalzi 834 di valutazione finale!) del roccioso Ahmad Nivins sconfigge agilmente (86 a 72) un Levallois che vede traballare il suo settimo posto.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here