Pro A Play-offs, Gara 1: Inaspettata caduta per la testa di serie Gravelines.

0

GRAVELINES-DUNKERQUE – NANTERRE 95-101 D2TS (17-25; 23-19; 20-19; 17-14)

Emozionante il primo incontro di questi Play-off 2013 che decideranno chi alzerà al cielo il trofeo più ambito in territorio Francese, la capolista della regular season Gravelines, affronta l’ottava classificata Nanterre e le sorprese non mancano; primo quarto e subito partenza sprint per gli ospiti che volano sul (17-25) al 10’, il secondo periodo vede un leggero calo da parte degli ospiti che comunque riescono a gestire il vantaggio e andare negli spogliatoi sul (40-44).

Dopo la pausa lunga le squadre tornano in campo con difese più solide da entrambi i lati del campo, con moltissime difficoltà i padroni di casa riescono ad impattare il risultato sul punteggio di parità, proprio sul finire di gara e ciò porterà questa gara uno ad una contesa nel tempo supplementare. Al 40’ il punteggio è di (77-77).

Tempo supplementare che vede ancora una volta il predominio del Nanterre prontamente bloccato dal solito Buycks (prova eccelsa, ben 29 punti, 6 rimbalzi e 4 assist) il quale riporta sotto la propria squadra ed il punteggio è di nuovo in parità anche dopo 45’ di gioco, dopo i due minuti di pausa, le squadra, ormai stremate afforntano altri dieci minuti d’inferno, dove a prevalere sono incredibilmente gli ospiti, che grazie ai cesti di Warren chiudono la contesa sul 95-101

GRAVELINES-DUNKERQUE: Buycks 29, Winston 18, Akpomedah 12
NANTERRE: Warren 28, Meacham 16, Palacios 13

STRASBOURG – DIJON 75-57 (15-10; 19-21; 29-12; 12-14)

Lo Strasburgo impiega ben 2 quarti prima di riuscire ad ingranare la marcia giusta e strapazzare il malcapitato Dijon, che dal canto suo non può molto contro la corazzata di coach Collet, l’incontro nel primo tempo si mantiene in sostanziale parità, i padroni di casa tentano la fuga nei primi dieci minuti subito riacciuffati ad inizio secondo periodo dalla tripla di Melody e dal canestro acrobatico di Moss (34-31) al 20’.

Dopo la lunga pausa il Dijon si spegne completamente ed apre varchi enormi in fase difensiva permettendo agli ospiti di mettere sul tabellino punti su punti, che risulteranno decisivi per l’inerzia dell’incontro, Ajinca è padrone assoluto della zona pitturata e tra stoppate e schiacciate risulta il migliore dei suoi (chiuderà con una doppia-doppia fatta da 14 punti 12 rimbalzi con anche 4 assist e 3 stoppate date agli avversari), ormai l’incontro è segnato già sul finire di terzo periodo (63-43), le ultime cariche degli ospiti ormai sono inutili e gara 1 va a Strasburgo per il punteggio di 75-57.

STRASBOURG: Greer R. 18, Ajinca 14, Campell 11
DIJON: Leloup 18, Moss 10, Campbell 10

LYON-VILLEURBANNE – LE MANS 69-52 (15-10; 15-18; 21-13; 18-11)

Secondo match di play.off che vede il Lione affrontare un caparbio Le Mans , primo periodo dove i lunghi delle due squadre sono i protagonisti , il punteggio si fissa sul (15-10), alla ripresa inizia lo show di Washington che infila 6 punti di fila i quali permettono di rintuzzare il vantaggio dei padroni di casa (30-28).

Il ritorno sul parquet dopo la pausa lunga vede la chiusura definitiva dell’incontro grazie ai micidiali attacchi del Lione che spezzano in due la partita, ed anche la difesa del Le Mans che realizza 2 punti nei primo 6 minuti di gioco, l’ultimo quarto serve solamente ad aggiornare le statistiche i quanto il crollo degli ospiti è ormai definitivo, l’incontro si chiude sul punteggio di 69-52

LYON-VILLEURBANNE: Acker 17, Sy 13, Jackson 11
LE MANS: Washington 19, Koffi 10, Batista 5, Issa 5

CHALON – ROANNE 78-68 (18-18; 25-14; 20-17; 15-19)

Queste due compagini si incontrano per questo primo turno di play-off e lo spettacolo sembra non mancare fin da inizio incontro, l’equilibrio nei primi 10 minuti è rilevante e nessuna delle due compagini riescono a piazzare un parziale sostanziale per iniziare un fuga, al decimo minuto ci si trova sul punteggio di (18-18), dopo il primo time out le squadre rientrano in campo e i padroni di casa prendono in mano l’inerzia del match, grazie ai cesti di Tchicambound lo Chalon si porta sul punteggio di (43-32) al 20’.

Gli ospiti tenatano una lieve reazione ad inizio secondo tempo, ma causa le notevoli palle perse ciò risulta vano e il vantaggio della squadra di casa continua ad aumentare fino al (63-49) al 30’, ormai l’incontro sembra destinato alla chiusura, ma un instancabile Gradit (Roanne) cerca di riportare sotto i suoi fino al -10 a 3 minuti dal termine dell’incontro, lo Chalon non si disunisce e riesce a fermare la rimonta ospite e a chiudere l’incontro sul 78-68

CHALON: Williams 17, Evtimov 14, Schilb 11, Tchicabound 11
ROANNE: Gradit 21, Collins 13, Howard 12

Serie:

Gravelines-Dunkerque – Nanterre 0-1

Strasbourg – Dijon 1-0

Lyon-Villeurbanne – Le Mans 1-0

Chalon – Roanne 1-0