ProA 24^ Giornata: Ancora uno stop per lo Strasburgo, ne approfitta lo Chalon per l’aggancio

0

Lyon-Villeurbanne – Roanne 72-75 (21-18; 17-16; 18-23; 16-18)

Avvincente scontro tra le contendenti scese in campo nell’anticipo del sabato, che vede una strenua lotta punto a punto fino all’ultimo minuto di gioco; la prima parte di match si può descrivere come un susseguirsi di botta e risposta che si conclude al decimo minuto con il punteggio di (21-18), nella seconda frazione sale in cattedra per gli ospiti il pivot americano Collins, che con un dominio spaventoso nell’area pitturata, tenta di dar inizio alla fuga dei suoi, subito ricacciati indietro dalle triple di Abromaitis e Sy che chiudono il primo tempo sul (38-34).

Al rientro sul parquet si continua ad avere un assoluta parità delle forze in campo che portano la partita a decidersi negli ultimi minuti di gioco, dove il solito Collins ed Amagou (tripla del sorpasso e liberi decisivi),mettono la parola fine all’incontro che si conclude sul 72-75

Lyon-Villeurbanne: Jackson 20, Sy 13, Morlende 11

Roanne: Amagou 20, Reid 12, Collins 12, Samnick 12

 

Paris-Levallois – Boulazac 90-79 (22-26; 23-23; 28-11; 17-19)

Ottima prestazione per il Boulazac che tiene testa alla squadra parigina per metà gara per poi crollare sotto i colpi dei padroni di casa; primi due periodi di sostanziale equilibrio con gli ospiti che volano anche sul massimo vantaggio della loro gara (37-42) al 13’ minuto di gara, la musica cambia nella ripresa dove i padroni di casa stringono le maglie in diesa e permettono al Boulazac si segnare appena 20 punti in 20 minuti di gioco con percentuali imbarazzanti dalla linea dei 6.75 i padroni di casa portano il brack decisivo sul finire di terzo periodo quando Williams infila 5 punti di fila e chiude la contesa prima del suono della sirena. Finisce 90-79

Paris-Levallois: May 25, Williams 20, Hodge 17

Boulazac: Smith 19, Acker 16, Jefferson 11

 

Chalon – Poitiers 84-52 (19-11; 26-13; 21-12; 18-16)

Incontro magro di emozioni, se non per qualche giocata eccellente, quello svoltosi a Le Colisèe dove lo Chalon ha vita facile contro i modesti avversarsi del Poitiers; i padroni di casa fuggono subito via grazie alle triple ci Schilb e Evtimonv sul (19-11) al 10’, nel secondo quarto proseguono il duo Denmon e Lang che chiudono il periodo con un imbarazzante (45-24).

Nel secondo tempo gli ospiti tentano un azzardo di rimonta grazie a Nivins (l’unico a salvarsi dei suoi con 23 punti ed un incredibile 90% dal tiro da due punti), ma lo Chalon non si fa intimidire e ricaccia subito indietro gli avversari aumentando ancora di più il gap, alla fine saranno 32 i punti di vantaggio, che permettono alla Chalon di raggiungere la testa della classifica

Chalon: Williams 18, Lang 15, Aboudou 13

Poitiers: Nivins 23, Grant 6, Badiane 5, Kante 5

 

Orleàns – Strasburg 89-81 (22-19; 17-20; 26-28; 24-14)

Intenso match che riserva molte sorprese, infatti la vittoria della squadra di casa non era sperata dai molti sostenitori accorsi al palazzetto; primo periodo caratterizzato da una “mini” fuga dell’Orleàns ma subito riagganciati con i punti di Shurna, secondo quarto che non vede parziali rilevanti tanto da concludersi sul (39-39).

Al rientro dagli spogliatogli Ajnca e Shurna fanno volare i propri colori sul +9 ma grazie alle triple di Greene e Martin il risultato ritorna in sostanziale equilibrio (65-67) al 30’, i conti si chiudono nell’ultimo quarto dove la tripla dell’ala Lebrun chiude la disputa sul 89-81

Orleàns: Greene 28, Hill 19, Martin 13

Strasburg: Ajinca 25, Greer 22, Shurna 13

 

Dijon – Le Havre 82-89 (18-20; 20-14; 15-25; 29-30)

Due punti importantissimi, per la zona calda della classifica, quelli conquistati dal Le Havre; primo periodo di equilibrio che non vede un dominio in nessuna delle due fazioni, alla ripresa i padroni di casa si fanno sentire e grazie alla tripla quasi allo scadere del tempo di Melody chiudono il primo tempo sul (38-34).

Nel terzo periodo gli ospiti si svegliano ed infilano un grande parziale con il gioco nell’area pitturata del solito Fofana (83% da due punti) che fa volare i suoi sul (53-59) al 30’, ultimo periodo di controllo per gli ospiti, forse anche con qualche palla persa di troppo che permette un leggero riavvicinamento degli avversari subito ricacciati indietro dalle due triple di Moldoveanu, si chiude sul 82-89

Dijon: Campbell 16, Leloup 15, Melody 14

Le Havre: Moldoveanu 29, King 14, Mason 12

 

Le Mans – Limogrs 77-69 (17-17; 19-13; 23-16; 18-23)

Il Le Mans conferma la sua ottima posizione in classifica con una vittoria caparbia e decisa; prima parte con un accenno di fuga dei padroni di casa, prontamente recuperato da Brockman, nel secondo quarto il play Washington piazza due micidiali bombe che manda i suoi al riposo lungo sul (36-30).

Ulteriore allungo avviene nel terzo periodo dove si mette in mostra Issa per i padroni di casa, il quale assistito dal compagno Long fissano il risultato sul (59-46) al 30’, nell’ultimo periodo di gara gli ospiti tentano la rimonta coordinati dalla guardia americana McAlarney il quale riporta i suoi a solo un punto di distacco dagli avversari, i quali però non si disunisono e infilano altre due triple decisive che chiudono definitivamente la partita sul 77-69

Le Mans: Washington 19, Victor 12, Keselj 11, Long 11

Limoges: Wannamaker 12, Boungou Colo 12, McAlarney 12

 

Gravelines-Dunkerque – Nanterre 89-98 (26-19; 19-26; 17-26; 27-27)

La capolista, dopo la settimana di riposo, cede in casa contro una caparbia Nanterre che mette sul piatto una prestazione con i fiocchi; primo quarto con un leggero vantaggio per il Gravelines che riesce a domare gli avversari con un buon gioco sotto le plance, nel secondo periodo inizia la rimonta degli ospiti che chiudono il periodo riportando il punteggio in parità (45-45) al 20’.

La buona vena offensiva prosegue al ritorno sul parquet con lo strepitoso play Warren che infila due tiri dai 6.75 e porta i suoi al riposo sul (61-71), la capolista cerca la rimonta con Winston, ma si dovrà accontentare solamente di arrotondare il punteggio sul 89-98

Gravielines-Dunkerque: Winston 21, Johnson 14, Buycks 14

Nanterre: Palacios 19, Meacham 18, Passave 16

 

Cholet – Nancy 68-67 (18-13; 18-16; 17-21; 15-17)

Match appassionante tra due deluse del campionato ce cercano punti per raggiungere una tranquilla salvezza, primo quarto in cui i padroni di casa provano la fuga con i cesti di Slaughter e Coleman che chiudono il tempo sul (18-13), nel secondo periodo il risultato rimane invariato senza parziali rilevanti (36-29) al 20’.

Al rientro dagli spogliatogli gli ospiti tentano di recuperare il gap grazie al play Sommervile che porta addirittura in vantaggio la sua compagine, per poi essere ricacciata indietro sul (53-50) al 30’, ultimo quarto dove i padroni di casa non si disuniscono e mettono a referto un importante parziale, anche questo recuperato dagli ospiti che si portano a -1, nell’ultimo minuto di gioco il Nancy può piazzare il tiro decisivo in più occasioni ma in ognuna di esse il ferro dice di no, il tabellone dice 68-67.

Cholet: Slaughter 19, Coleman 10, Bryant 10

Nancy: Sommerville 25, Tourè 16, Marquis 11

 

Classifica:

Gravelines-Dunkerque 32

Strasbourg 32

Chalon 32

Le Mans 28

Roanne 26

Lyon-Villeurbanne 26

Paris-Levallois 26

Orleàns 24

Dijon 24

Nanterre 24

Le Havre 22

Cholet 22

Limoges 20

Nancy 16

Boulazac 14

Poitiers 14

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here