Timofey Mozgov costretto a ritirarsi; la mossa della NBA

Il centro russo è a roster con il Khimki ma non ha ancora giocato un minuto a causa di un problema al ginocchio che lo tormenta da due anni.

di Ario Rossi

La NBA ha deciso di rimuovere il contratto di Timofey Mozgov a libro paga dei Magic per 5.6 milioni per i prossimi tre anni: aveva un ultimo anno di contratto a 16.7 milioni – quadriennale da 64M firmato con i Lakers nel 2016 – ma il giocatore è stato tagliato in estate ed il suo contratto spalmato in tre stagioni per pesare meno sul cap. Ora Orlando è circa 8M sotto al cap e nell’estate del 2021, quando ci saranno molti free agent ambiti, potrà avere circa 60 milioni di spazio salariale per firmare una o due stelle. Il centro russo riceverà comunque tutti i soldi garantiti, ma non peseranno più sul cap dei Magic.

Con questa mossa la NBA ha decretato, dopo esami medici dettagliati, che Timofey Mozgov non riuscirà più a tornare in campo nonostante sia sotto contratto con il Khimki Mosca. In questa stagione non è mai sceso in campo e probabilmente non lo farà più: la squadra russa lo aveva già tolto dalla lista di EuroLega, visto che i tempi di recupero dall’intervento al ginocchio si erano nuovamente allungati. Il primo a riportare la notizia è stato il solito Shams Charania di Stadium.

Nel caso in cui riuscisse a recuperare e a tornare in campo per almeno 25 partite, allora i 16.7 milioni torneranno a pesare sul cap degli Orlando Magic. Dopo aver firmato il quadriennale con i Lakers ha giocato solo 85 partite in due anni tra L.A. e Brooklyn, prima di concludere la sua carriera giocata il 11/04/2018 con la maglia dei Nets: in estate venne mandato a Charlotte e poi a Orlando, ma non indossò mai le rispettive divise.

La NBA ha usato questa modalità anche con Asik, Teletovic, Aaron Gray, Pekovic, Chris Bosh ed in effetti nessuno è poi più sceso in campo.

Il 33enne Mozgov ha un record personale di 28 punti segnati, in gara-4 di finale NBA 2015, un record di 29 rimbalzi sempre contro gli Warriors ma nella regular season 2014 quando indossava la maglia di Denver. Con Cleveland, invece, ha vinto lo storico titolo 2016, il primo e finora unico della franchigia dell’Ohio.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy