Torneo di Zara: Milano fa suo l’esordio contro il Maccabi

Torneo di Zara: Milano fa suo l’esordio contro il Maccabi

A|X Armani Exchange Olimpia Milano-Maccabi Tel Aviv 80-75

di La Redazione

C’erano diversi assenti (Bertans e Jerrells nell’Olimpia; Black e Pargo nel Maccabi) ed era una partita di prestagione tra due squadre che virtualmente si sono conosciute sul posto ma l’Olimpia ha giocato con grande personalità comandando virtualmente per tutti i 40 minuti. Il Maccabi è rimasto a contatto, è andato avanti una volta nel secondo quarto e in modo più pericoloso nel quarto. Alla fine è stata una battaglia punto a punto, anche con qualche momento di fisicità, ma con Milano quasi sempre avanti, una battaglia che l’Olimpia ha vinto meritatamente eseguendo meglio del Maccabi nei possessi decisivi in attacco e ancora di più in difesa. Ad esempio l’ultima barriera eretta sul più tre è stata spettacolare. 80-75 il finale, con Mike James aggredito a tutto campo e capace lo stesso di usare la sua esplosività oltre che il tiro da tre, Nemanja Nedovic arrugginito nel primo tempo e chirurgico a quota 13 nella ripresa, poi la presenza di Gudaitis e le mille braccia di Brooks. E’ ancora preseason ma battere il Maccabi non è mai senza significato.

LA PARTITA – L’Olimpia lancia Della Valle e Brooks in quintetto accanto alle presenze costanti di James, Micov e Tarczewski; difende forte nei primi minuti e schizza 7-0 dopo due minuti di gara su una tripla in transizione di James. Wilbekin guida la rimonta del Maccabi con un gioco da tre punti e una tripla. Al primo giro di cambi, Milano ha un altro sussulto: una tripla di Fontecchio dall’angolo dilata il vantaggio fino a nove punti sul 17-8. Poi il Maccabi aggiusta la mira, l’Olimpia sbaglia un paio di tiri buoni e si concede al contropiede. Il 6-0 forza il primo time-out di Coach Pianigiani. Alla fine del primo quarto è 22-19 Olimpia con la tripla di Kuzminskas cancellata da quella di Michael Roll. Il Maccabi rientra più volte a meno uno: a respingerlo sono Kuzminskas e poi Tarczewski ma il vantaggio non cresce perché Milano sbaglia anche tre tiri liberi. Il sorpasso del Maccabi lo firma Jake Cohen in entrata, Wilbekin si procura viaggi in lunetta, l’Olimpia per un attimo va sotto di tre ma risponde. Con una tripla di Brooks impatta, con una di James torna a sua volta a più tre in un secondo quarto che è giocato punto a punto e in cui ambedue le squadre non hanno continuità al tiro e nelle trame. Milano resta avanti 42-41 con un tiro libro di un eccellente Fontecchio e il 6/6 dalla linea di Gudaitis. Uno scontro tra Wilbekin e James a inizio terzo quarto scalda la partita: per il playmaker del Maccabi è il terzo fallo, James risponde con due triple. Milano ripristina cinque punti di vantaggio, con una tripla di Della Valle e poi due tiri liberi di Tarczewski. Alla fine del terzo è 60-55 Milano. Il duello James-Wilbekin si accende: il terzo fallo di MJ arriva su un tiro da tre ma la sua replica è un gioco da tre punti. Il Maccabi allunga la difesa. Nedovic firma il più cinque poi c’è una sequenza complicata in cui a Tarczewski non fischiano fallo su una schiacciata mentre O’Bryant con un gioco da tre scrive il nuovo sorpasso Maccabi. L’Olimpia reagisce: Nedovic la riporta avanti, aiutato da buone giocate di Burns. Cohen da tre impatta subito e O’Bryant scava il 73-70 del time-out Pianigiani quando un contropiede chiuso da Cinciarini è respinto rocambolescamente dal ferro. Al rientro, l’Olimpia fa 6-0 nonostante una schiacciata alley-oop sbagliata da Brooks. La stanchezza e gli errori su tiri aperti, da ambo le parti, abbassano il punteggio e la gara arriva in volata. A 1:12 Kane dalla lunetta fa 1/2 e manca il riaggancio. James con una prodezza in reverse evita la stoppata di Tyus e porta l’Olimpia a più tre. La difesa regge forzando un tiro impossibile di Kane allo scadere. Nedovic fa 2/2. Milano chiude forte 80-75.

QUI ZARA – Nemanja Nedovic è stato l’ultimo a rientrare, nella serata di mercoledì da Barcellona per impegni promozionali di EuroLeague assieme ad altri 15 giocatori della competizione. Ha svolto il primo allenamento la mattina della gara. Esordio assoluto in maglia Olimpia per Christian Burns; esordio stagionale per Andrea Cinciarini.

GLI ASSENTI – Dairis Bertans si è allenato a parte negli ultimi giorni ma ha già ripreso a tirare oltre alle terapie del caso. L’infortunio alla coscia destra è quasi rimarginato. Non è escluso possa tornare in campo già domenica. Curtis Jerrells è a Milano per lavoro atletico e terapie: da rivalutare al rientro in sede.

IL TORNEO – Venerdì nel girone dell’Olimpia si affrontano Maccabi e Fenerbahce; sabato alle 20.30 (sempre su Eurosport 2 ed Eurosport Players) si affronteranno Olimpia e Fenerbahce. Domenica le finali dalle 15.30 in avanti. Nell’altro giorne facile 90-46 del CSKA sui Liaoning Flying Leopards della Lega cinese. IL CSKA era senza Sergio Rodriguez e Nando DeColo (ambedue via per impegni promozionali di EuroLeague) oltre a Will Clyburn (infortunato). Alec Peters si è infortunato alla caviglia destra durante la gara con Liaoning.

IL TABELLINO

A|X Armani Exchange Olimpia Milano-Maccabi Tel Aviv 80-75

Olimpia: James 20 (2/6, 4/8, 8 rim), Cinciarini (0/1, 0/1, 2 rec), Nedovic 13 (0/2, 3/5, 6/6 tl), Fonteecchio 4 (1/1 da 3), Micov 6 (3/4, 0/4, 4 ass), Della Valle 5 (1/2, 1/3) Tarczewski 6 (2/5), Gudaitis 12 (3/3, 6/7 tl, 7 rim), Kuzminsks 6 (0/1, 1/3), Burns 1, Brooks 7 (1/3, 1/3, 8 rim).

Maccabi: Ray 8, Wilbekin 15, O’Bryant 12, Caloiaro 10, Roll 3, Kane 3, Avdija, Tyus 6, Levi 4, Cohen 11, Zoosman 3.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy