Pro A, nona giornata: Nanterre non sa più vincere. Limoges e Orleans agganciano alla vetta

0

Le prime avvisaglie di crisi si erano intraviste con le sconfitte subite contro Il Limoges e il CSKA in Eurolega (forse la meno dolorosa), ora, al terzo KO consecutivo, il dato, con la nona giornata andata in archivio, è però oramai incontrovertibile: i campioni transalpini del Nanterre stanno decisamente attraversando un momento negativo. Questa volta tocca al Dijon di un Mikal Riley sempre più leader di squadra (23 punti, 5 rimbalzi e 3 assist per lui) dare un dispiacere a Thomas (19 punti) e compagni.

Il Limoges e Orléans, a differenza dell’ultimo turno, non se lo lasciano ripetere due volte e, con una doppia vittoria ai danni rispettivamente di Le Mans (nettissimo l’86 a 60 con cui il team allenato da Dupraz  si è imposto all’Antares) e Nancy (80-75), agganciano il treno del primo posto a 14 punti, seppur a pari merito.

Subito dietro lo Strasburgo tiene il passo con 12 punti e porta a casa una preziosa vittoria esterna a casa di Le Havre che ora si trova pericolosamente in bilico a due soli successi. Ottime prestazioni per Joulien Leloup (19 punti) e Alexis Ajinca (17 punti e 6 rimbalzi.

In zona playoff troviamo anche lo Cholet che però è costretto ad un brusco stop con Levallois (83-75) che prova – grazie ad una notevole doppia doppia di Elton Brown (18 punti e 10 rimbalzi) a trovare una certa continuità di risultati.

Continuità che pare aver acquisito anche l’ASVEL che supera abbastanza agilmente il Roanne (67 a 58 con 17 punti e 10 rimbalzi del solito, monumentale, Amara Sy) e festeggia il quarto urrà nelle ultime cinque partite.

Infine da registrare il differente stato d’animo delle due neo promosse: il Pau Orthez rialza la testa e tira un sospiro di sollievo con l’84 a 77 rifilato ad un Gravelines in cerca di una precisa identità e di un regista (potrebbe arrivare proprio dall’Italia?), mentre gli Sharks di Antibes patiscono un altro, pesantissimo KO: Sono infatti ben 103 i punti subiti in casa contro lo Chalon di un A.J. Slaughter apparso quanto mai in forma (21 punti, 4 rimbalzi e 4 assist per un complessivo 25 di valutazione)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here