A1 F4 –Dotto ci crede: “Lucca, è la volta buona”

La play del Basket Le Mura: “Prevedo una Final Four equilibrata, saranno decisivi i dettagli. Noi stiamo bene, sono sicura che tutte le mie compagne daranno il 100% e ho fiducia nelle nostre possibilità”

di Fabrizio Tonelli

La volta buona. Può essere davvero la volta buona per mettere nella bacheca il primo importante trofeo. Ci crede Francesca Dotto, play della Nazionale, che sta disputando il suo quarto campionato con la maglia del Basket Le Mura Lucca. Quella maglia che ha voluto riabbracciare due anni fa dopo una stagione trascorsa a Venezia, nella città che si appresta ad ospitare la Final Four di Coppa Italia. Quella maglia che potrebbe lasciare di nuovo a fine stagione, per approdare in un club più “importante” in grado di darle quella dimensione europea che Lucca, a causa di risorse. economiche limitate, non è in grado di offrirle.

Ma di questo argomento Francesca giustamente non vuole parlare. E’ determinata e concentrata solo sulla sua stagione in biancorosso, nella squadra che guida la classifica dell’A1, e che vuole trascinare verso l’obiettivo del primo trofeo. Lo aveva detto già qualche settimana fa, lo ribadisce alla vigilia della semifinale contro Ragusa.

“Credo che ci stiamo avvicinando alla Final Four più equilibrata degli ultimi anni – dice la play veneta – tutte e quattro le squadre hanno la possibilità di imporsi. Noi nella prima partita affronteremo Ragusa, squadra che abbiamo incontrato in campionato poco tempo fa. La conosciamo bene, ma bisogna dimenticarsi l’esito delle gare già giocate (vinte entrambe dal Bf le Mura; ndr) e essere consapevoli che in queste partite può succedere di tutto. Per vincere bisognerà stare attente a ogni dettaglio, a ogni pallone. Un rimbalzo, una palla persa, un tagliafuori possono essere determinanti. Sarà fondamentale. Come ci chiede il nostro allenatore, essere concentrate e lucide per 4’0 minuti, senza smarrirsi mai”.

Lucca arriva a questo appuntamento dopo 16 vittorie in 18 partite di campionato, ma non è nel suo miglior momento, anche se nell’ultima gara contro Spezia a tratti ha ritrovato il suo basket.

“Dopo la gara contro Napoli, la prima del 2017, in cui giocammo molto bene – spiega Dotto – abbiamo avuto un calo che è fisiologico nell’arco della stagione. Però siamo sempre riuscite a vincere tranne che a Venezia dove abbiamo perso per 2 punti. .

Ecco quella è stata una sconfitta che ci è servita, quando vinci va tutto bene e non ti soffermi troppo sugli errori che comunque commetti. Invece quel ko ci ha indotto a riflettere, a pensare di più, a capire cosa fare per evitare errori”.

Dal 2013 a oggi il Basket Le Mura, approdato nella massima serie nel 2010, ha disputato due finali scudetto, due finali di Coppa Italia, due Supercoppe. Ha sempre perso, battuto ogni volta dallo stesso avversario, il Famila Schio.

“Non sono una giocatrice che si sbilancia spesso in previsione – afferma la numero 8 di Lucca – ma sono convinta che questa possa essere la volta buona. Ci stiamo allenando bene in questo periodo, ho fiducia nelle possibilità della mia squadra e di una cosa sono certa: ognuna di noi darà il 100% sul campo”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy