Tam Tam basket, campione regionale U15, è in cerca di sponsor

Tam Tam basket, campione regionale U15, è in cerca di sponsor

La squadra di ragazzi rifugiati ha conquistato tutti negli scorsi anni.

di La Redazione
Ammaliato.it

Tam Tam Basketball è nata circa 3 anni fa in quel di Castel Volturno, provincia di Caserta, paese che ha circa 35.000 abitanti, e più della metà ha origini africane.

Dall’idea di Massimo Antonelli (scudettato con la Virtus Bologna ’76), è nata questa società di basket fatta inizialmente di 40 ragazzi tutti italiani, ma rifiugiati – la federazione li conta come stranieri e non ne permette più di due per squadra – e poi ha ricevuto una grossa mano dall’attuale vice presidentessa Antonella Ceccato (ex giocatrice della nazionale femminile), dai coach Vittorio Scotto di Carlo ed Antonio Vetrano, e da tanti amici come Touti Rida che ci ha scritto chiedendoci un aiuto.

Un aiuto perché molti ragazzi non vanno a scuola, ovviamente non hanno un lavoro, i loro genitori (per chi li ha) nemmeno: finora grazie a finanziamenti soprattutto privati – ai quali vanno infiniti ringraziamenti – Tam Tam Basketball ha potuto offrire loro un’opportunità distante dai pericoli delle strade, dando loro abbigliamento e scarpe per giocare, un pulmino per portarli in trasferta, palloni e materiale sportivo. Ora però anche Tam Tam è in difficoltà e per questo chiede a tutti voi un aiuto, anche piccolo, per questa realtà, per evitare di rendere vano l’enorme lavoro e i grandi sacrifici fatti in queste stagioni.

Massimo Antonelli ha mosso mari e monti ma alla fine ha conquistato la deroga dalla FIP per poter giocare un campionato regionale: nel giro di tre anni i ragazzi strappati dalla strada sono campioni della Campania U15!

I più piccoli, gli U13, erano invece in trasferta con il presidente Antonelli e la vice presidentessa Ceccato a Ginevra per gli Open FIBA, altro modo per crescere ma anche per cercare di raccogliere un po’ di fondi.

Tam Tam continuerà per sempre a ringraziare i donatori che fino ad oggi hanno permesso tutto questo, ma ora chiede uno sforzo anche a tutti coloro che amano lo sport per continuare a dare vita al sogno di questi ragazzi.

Potete trovare i contatti direttamente sul loro sito web oppure scrivendo alla loro pagina Facebook.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy