B Coppa Italia SF – Orzinuovi – Montegranaro, le pagelle

Tiriamo le somme sulla seconda semifinale della Turkish Airlines Cup di Serie B.

di Davide Uccella

AGRIBERTOCCHI ORZINUOVI – XL EXTRALIGHT MONTEGRANARO 66-65

AGRIBERTOCCHI ORZINUOVI

Giorgio Piunti: non segna ma salta come un grillo, umiltà che giova tanto alla causa di Orzinuovi. 6

Rodolfo Junior Valenti: già dall’antifona si capisce che è la sua gara. Si comincia con lo stoppone su Dip, lo intimidisce sul serio, con lui sul parquet l’italo-argentino perde tante frecce nel suo arco. Fuori categoria di nome e di fatto. 7,5

Riccardo Perego: punti e chimica per la squadra: non ha abbastanza chili per tenere Dip, con l’arrivo della zona la sua esperienza è capitale. 6,5

Marco Bona: gara anonima per tre quarti, poi tre liberi pesantissimi, e un ‘altra tripla per il primo vantaggio orceano. Grande mestiere nel cercare i contatti. 6,5

Davide Zambon: esce dalle retrovie, garantisce quei rimbalzi e quei muscoli che frenano lo strapotere in area di Dip. 6

Andrea Scanzi: solo nella ripresa mette vera energia sul parquet, la scossa di Orzinuovi inizia da lui. 6

Carlo Cantone: con lui in regia, Ruggero da “2” e Valenti da “5” Orzinuovi supera l’avvio choc di secondo quarto, e si mantiene in linea di galleggiamento. Nel secondo tempo i suoi meriti vanno soprattutto in difesa, toglie a Rivali le chiavi della sua Poderosa. 6

Antonio Ruggiero: grande vedette in avvio, ma ci sono i falli a limitarne l’apporto. Lui però non si dà pace, rientra, rischia e con Touré riporta otzinuovi in partita. 7

Mohamed Touré: non sembra avere l’impatto di ieri, almeno fino al finale di terzo quarto: linea di fondo e bimane spettacolare, jumper di puro carattere, trova la sua dimensione nelle infinite rotazioni di Crotti. 6

XL EXTRALIGHT MONTEGRANARO

Marcelo Dip: completezza cestistica allo stato puro nei primi minuti, paga la dura concorrenza di Valenti. Torna in cattedra con i più leggeri Pinuti, Perego e Zambon, la zona gli tende una trappola fatale. 5,5

Alessandro Paesano: gestire Valenti sa di mission impossible, il compito gli riesce a metà. Ma se Montegranaro ha perso non è colpa sua. 5

Eugenio Rivali: silenzioso e con tanto fosforo, mente delle circolazioni con tante triple nel primo tempo, non tiene le redini della squadra come dovrebbe. Nervosismo e frustrazione alla distanza, con la sua esperienza non può permetterselo. 5

Francesco Bedetti: partecipa alla fuga del secondo quarto, poi si spegne. 4

Giorgio Broglia: tra i mille quinetti possibile, lui c’è sempre. Con una tripla pesante ricaccia indietro Orzinuovi, è lo Stonerook giallo-blù. 6

Nelson Rizzitiello: non poteva non iscriversi alla fiera delle triple del primo quarto, firma il primo pesante allungo della Poderosa. Ma nel secondo tempo si perde, colpevole la sua infrazione di passi 35” dalla fine. 5,5

Vincenzo Di Viccaro: tira tanto, ma in una squadra di sistema è quasi un reato. E lui non se ne accorge. 4,5

Ousmane Gueye: In avvio si contende la scena con Ruggiero, poi sale a 4 falli ed esce dalla gara. 3,5

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. mat-59 - 4 anni fa

    A chi è a cosa si può attribuire la sconfitta di un solo punto dopo aver condotto x larga parte del match?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy