B F G2 – Napoli vola sul due a zero contro Palestrina

0

Nel segno di Stefan Nikolic. L’ala serba con 24 pt e 10 rimbalzi toglie le castagne dal fuoco alla Ge.Vi Napoli e consente ai suoi di bissare il successo di domenica scorsa a Casalnuovo in gara 1.

Gara molto combattuta con Napoli contratta, nervosa che soffre il gioco aggressivo di Palestrina con  Pederzini sugli scudi tra i suoi ( 18 i suoi punti alla fine).

Adesso la serie si sposta nel capoluogo laziale dove Venerdi 2 Giugno è in programma gara 3.

Il sogno continua e la Napoli dei canestri è ad una partita dall’accesso alle final four di Montecatini del prossimo 10 Giugno.

 

Generazione Vincente Cuore Napoli – Citysightseeing Palestrina 65-58 (15-15, 14-11, 14-18, 22-14)

Generazione Vincente Cuore Napoli: Stefan Nikolic 24 (6/10, 2/4), Roberto Maggio 11 (0/4, 3/8), Njegos Visnjic 11 (4/7, 1/6), Mattia Mastroianni 5 (1/2, 1/4), Andrea Barsanti 5 (0/2, 1/8), Domenico Marzaioli 5 (0/3, 1/1), Ferdinando Matrone 2 (0/0, 0/0), Alessio Ronconi 2 (0/0, 0/0), Andrea Murolo 0 (0/1, 0/0), Bruno Rappoccio 0 (0/1, 0/0)

Tiri liberi: 16 / 19 – Rimbalzi: 42 16 + 26 (Njegos Visnjic 12) – Assist: 10 (Roberto Maggio 4)

Citysightseeing Palestrina: Riccardo Pederzini 18 (9/14, 0/3), Davide Serino 13 (2/4, 2/5), Nikolai Vangelov 11 (5/7, 0/0), Gianmarco Rossi 7 (2/3, 1/7), Luca Montanari 6 (3/5, 0/2), Filippo Gagliardo 3 (0/2, 1/4), Simone Rischia 0 (0/6, 0/3), Daniele Brenda 0 (0/0, 0/0), Dario Molinari 0 (0/0, 0/0), Mathias Drigo 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 4 / 7 – Rimbalzi: 28 8 + 20 (Riccardo Pederzini 7) – Assist: 13 (Luca Montanari 5)

 Starting five di Napoli: Maggio, Barsanti, Mastroianni, Nikolic, Vjisnic. Starting five di Palestrina: Rischia, Rossi, Pederzini, Vangelov, Serino.

1 Quarto. Possesso Palestrina con Mastroianni che mostra subito i muscoli a Serino e recupera palla per Napoli che parte subito forte con la tripla di Nikolic. Sorpasso Palestrina con i liberi di Serino e il semigancio di Vangelov. Napoli in difficoltà in attacco e subisce ancora un canestro di Vangelov in avvicinamento ma rompe il ghiaccio Mastroianni per gli azzurri con la tripla e completa l’opera il gioco a due serbo Nikolic- Visnjic per il pareggio Napoli a quota 8. Un 4-0 firmato Rossi e Pederzini costringe Ponticiello a chiamare time out a 4:34 dalla fine del quarto. Ancora Rossi per il massimo vantaggio Palestrina (8-15). Nikolic batte Vangelov dal palleggio costringendo il bulgaro al secondo fallo personale e blocca l’emorragia di Napoli in attacco con i due liberi realizzati.  Visnjic e una tripla spaziale di Nikolic chiudono un primo quarto difficile e contratto per gli azzurri, impattando a quota 15.

Il secondo quarto si apre con un errore di Barsanti che apre il contropiede di Pederzini per il nuovo vantaggio Palestrina. Marzaioli risponde con la tripla del sorpasso Napoli. Azzurri aggressivi che costringono Palesstrina al terzo fallo di squadra in appena 3 minuti di gioco. Ancora Marzaioli con l’entrata che frutta due liberi e il quarto fallo di squadra ai laziali.

Ronconi con i liberi del più 3 Napoli ( 22-19) e la difesa aggressiva degli azzurri che porta Palestrina a non tirare nei 24 secondi, inducono coach lulli a parlarci su.

Serino impatta a quota 22 con la tripla. I liberi di Barsanti e Maggio con Palestrina caricata di falli riportano avanti Napoli.  Visnjic mette la tripla del più 5  ma Pederzini risponde con il gioco da 3 punti riportando i suoi a meno due. Si chiude la seconda frazione di gioco con N

Napoli in vantaggio di appena 3 punti. Un  quarto caratterizzato dalla sterilità offensiva delle 2 squadre e da tanti, troppi errori  nelle scelte.

Terzo quarto che parte con Palestrina in attacco e il canestro di Montanari. La tripla di Serino e la palla persa di Murolo portano Palestrina in vantaggio di 4 lunghezze con un terribile 7-0 di parziale in appena un minuto di gioco. Matrone con il rimbalzo d’attacco subisce fallo e realizza i due liberi che interrompono il digiuno Napoli. Nikolic con una prepotente entrata realizza e mette anche il libero aggiuntivo per il fallo di Serino portando sul  più uno Napoli.  Ancora Nikolic e sempre Napoli avanti di misura. La zona due – tre di Napoli mette in difficoltà Palestrina e la tripla di Maggio sul rimbalzo in attacco del preziosissimo Matrone riportano Napoli a più 4 (39-35 a 3:33 dalla fine del quarto). Pederzini e Montanari ricuciono lo strappo e impattano. Il pick and roll Rossi – Vangelov riporta avanti Palestrina con un nuovo 7-0 di parziale. Visnjic dalla spazzatura recupera un pallone e firma il pari a quota 41. Rocambolesca palla recuperata di Palestrina che frutta un fallo di Mastroianni e un tiro libero realizzato di Vangelov. Ancora Visnjic per il sorpasso Napoli ma Pederzini in zingarata porta i suoi a chiudere avanti di misura il terzo quarto ( 43-44).

Quarto quarto che parte con un’entrata energica di Mastroianni che porta al quarto fallo di Serino ma l’airone azzurro fa 0/2 ed a rimbalzo Visnjic dopo una lotta furibonda sbaglia l’appoggio a tabellone. Tripla di Maggio sul blocco di Visnjic per il più 2 Napoli. Gagliardo risponde da tre e la partita vive su un filo sottilissimo di equilibrio. Nikolic a rimbalzo con il lay up ma Pederzini risponde. E’ battaglia al Palabarbuto con Palestrina ancora avanti. Tripla di Maggio dopo una gran circolazione di palla di Napoli  e la recuperata di Visnjic manda in contropiede Barsanti per il rimorchio di Mastroianni che schiaccia nel visibilio del pala barbuto. Più 4 Napoli e Barsanti fa esplodere il palazzo con la tripla del più 7 Napoli ( 56- 49 a 4:28 dal termine). Alley oop fantastico sull’asse Maggio – Nikolic per il più 9 Napoli ma Pederzini con il piazzato ferma l’emorragia.

Sanguinosa palla persa di Serino che regala un’occasione d’oro a Napoli con il più 7 e palla in mano a 2: 40 dal termine e Nikolic la sfrutta ma il mai domo Pederzini è l’ultimo dei suoi a mollare. Ancora Nikolic sul rimbalzo d’attacco dalla tripla sbagliata di Maggio appoggia a tabellone il più 9 Napoli e coach Lulli chiama time out. Sconsiderata tripla di Barsanti da 9 mt che manda Rossi in contropiede facendo letteralmente imbufalire coach Ponticiello che chiama time out. Ma ancora un incredibile Nikolic su assist di Murolo chiude i giochi per il 64-55 azzurro a 33 secondi dalla fine.

La chiude ancora la giovane ala serba con il suo ventiquattresimo punto dalla lunetta che chiude la contesa sul 65-58 .