B F8 QF – Rieti non sbaglia, supera Rimini ed è in semifinale

0
B
FOTO CIAMILLO CASTORIA

Nel 3° quarto di finale della prima giornata della Coppa Italia di Serie B si affrontano RivieraBanca Rimini e Real Sebastiani Rieti.

I laziali sono una delle big del terzo campionato nazionale e nella prima fase, inseriti nel Gruppo D2, hanno dominato conquistando 26 punti in 14 giornate. I romagnoli hanno invece hanno vinto il raggruppamento A1 con il record di 11 W e 3 L e hanno la possibilità di giocare la prima partita della manifestazione sul proprio campo.

Al PalaFlaminio di Rimini passa il turno Rieti con il punteggio di 73-64.

Rimini: Moffa, Broglia, Mladenov, Rinaldi, Rivali

Rieti: Traini, Ndoja, Paci, Drigo, Loschi

LA PARTITA

Servono circa 90″ per assistere al primo canestro della sfida con il terzo tempo di Broglia, dall’altro lato del campo Drigo fa registrare il primo centro dalla distanza (2-3). L’avvio vede due squadre con grandi individualità al servizio della collettività. Rimini con il 2/2 di Rinaldi dalla lunetta si porta davanti di 5 lunghezze (10-5). La giocata del parziale però è reatina, Ndoja realizza subendo fallo antisportivo. Il gioco da 3 punti del giocatore di origini albanesi porta la gara sul 10-8. I 10 minuti di apertura sono all’insegna dell’equilibrio (15-14) e mettono in luce un’avvincente sfida nella sfida tra i due capitani: Rinaldi al primo mini-intervallo è già a quota 6 a cui aggiunge 2 rimbalzi, Ndoja risponde con 5 punti (+1 rimbalzo).

Il break 4-0 porta gli ospiti davanti di un possesso (15-18). Ma Filippo Rossi sblocca dai 6.75 i romagnoli e le pretendenti sono di nuovo appaiate (18-18). Se nel quarto precedente la maggior parte dei punti di Rieti erano prodotti da Ndoja, buon impatto offensivo nella seconda frazione di Cena e Di Pizzo che alimentano il primo allungo (22-28). Coach Bernardi chiama time out per mettere ordine e non far scappare la Real Sebastiani. La zona difensiva, il lampo di Fumagalli e la solidità del solito Rinaldi permettono ai romagnoli di ricucire (29-31). I parziali e contro parziali sono la costante che accompagna la contesa al giro di boa. A metà gara i laziali conducono 38-34 tirando con il 48.1% dal campo (contro il 37.9% di Rimini).

L’intervallo lungo sembra aver fatto meglio a Rieti, che seppur abbia Paci e Loschi con 3 falli con tanti minuti da giocare, ritorna in campo attaccando con esemplare fluidità e offrendo parecchie soluzioni. Così, dopo nemmeno 4 minuti, Rimini è respinta a -9 dalla tripla di Loschi (41-50) assistito da Traini. La gara cresce di intensità e, proprio come era avvenuto in precedenza, la Rinascita trova le forze per risalire. Nonostante le assenze, su tutte quelle di Bedetti e Simoncelli (in campo appena 2 minuti), Rimini è più che mai in partita. Quando si giunge all’ultimo mini-intervallo il tabellone luminoso del PalaFlaminio recita 50-56.

La frazione decisiva si apre con le difese che prevalgono sugli attacchi e il primo canestro si fa attendere 120″ ed è ad opera di Loschi dall’angolo (50-59). Si realizza con il contagocce e il canestro di Drigo (51-62) complica, e non poco, i piani alla truppa di Max Bernardi. Nel finale il gioco è spesso spezzettato e i ritmi bassi non aiutano chi vorrebbe rientrare in partita. Ma i liberi di Rinaldi e il secondo canestro dal campo (il primo da tre) di Crow riportano il quarto di finale sui binari della totale indecisione (60-64). Alla fine dei 40 minuti a prevalere è la Real San Sebastiani che ora attende la vincente di Cividale-Agrigento (questa sera alle ore 21). Da sottolineare la doppia-doppia di Nodoja (10+11).

MVP BasketInside.com: Cena (13 punti, 9 rimbalzi e 19 di valutazione)

Rimini: Simoncelli, Rossi 3, Fumagalli 8, Riva, Broglia 6, Rinaldi 11, Bedetti, Rivali 9, Moffa 8, Crow 5, Mladenov 14, Ambrosin. All. Bernardi

Rieti: Basile 5, Di Pizzo 5, Drigo 14, Loschi 14, Visentin, Cena 13, Provenzani 2, Ndoja 10, Traini 8, Paci 2. All. Righetti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here