B FINAL FOUR – La festa di Cento, parla patron Fava: “In A2 non saremo una meteora”

B FINAL FOUR – La festa di Cento, parla patron Fava: “In A2 non saremo una meteora”

L’entusiasmo del presidente è lampante , per Cento la serie A2 un sogno che si realizza.

di Marco Granata

13-6-2012 e 9-6-2018: sono le date che certificano il salto dalla serie C alla serie A2 di Cento, sei anni ricchi di gioie soddisfazioni ma anche di rospi duri da digerire. La prima data è l’emblema della passione e della sofferenza con cui i tifosi seguono la propria squadra del cuore. Sono i giorni del terremoto, del PalaArchos adibito ad alloggio per gli sfollati. Volete che un terremoto faccia paura al popolo biancoroso? No..perché come l’araba fenice si risorge dalle ceneri. E il connubio tifosi-squadra è così forte che cresce con il passare delle stagioni, passando da serate memorabili (la vittoria ai play off con la nobile decaduta Fortitudo), alle cocenti delusioni chiamate nell’ordine Lecco, Forlì e Bergamo. Ieri sera a Montecatini si è chiuso il cerchio: 14 vittorie di fila (5 in campionato, 9 nei play off), l’ultimo KO è datato 9 marzo a Vicenza, giusto 3 mesi fa. Ma soprattutto 1200 tifosi biancorossi che rientrano dall’arena termale dove storia è stata fatta, sono già rientrati felici a casa. Strano davvero, ma i numeri ogni tanto contano davvero.

Nella notte ma anche oggi la festa che sognavano in tanti, da tanti troppi anni. Piazza del Guercino sembra una succursale del PalaTerme, una festa che sembra non avere fine. Ma quando il risveglio, dolcissimo, ci sarà, Cento verrà catapultata in serie A2. E tra coloro che anche al gong finale lavorava con la mente la prossima stagione era il presidente della Baltur Gianni Fava.
“È stupendo davvero – ci dice Gianni Fava- vedere così tanti tifosi che ci hanno data la carica giusta per vincere un match difficilissimo. Sapevamo che sarebbe stata durissima – continua il presidente – nel terzo periodo gli arbitri si sono dimenticati di noi (sorride, ndr), l’ho vista complicarsi ma poi il nostro carattere è uscito, abbiamo ripreso il match e ĺo abbiamo chiuso. Stiamo giustamente festeggiando dopo dieci mesi intensi e questo è un premio strameritato – aggiunge il numero uno biancorosso – ma da subito ci metteremo al lavoro (CdA tra martedì e mercoledì) per non essere una meteora in serie A2. Con il passo lungo quanto la gamba – continua il patron – cercheremo di costruire una squadra competitiva e solida che ci regali tante soddisfazioni”.
La Baltur emigrerà con ogni probabilità al PalaCaselle di San Lazzaro di Savena per disputare le gare interne di campionato. “Se non ci sono problematiche inaspettate sarà il nostro campo per questa stagione – annuisce Fava- sarà il nostro fortino sapendo che chiederemo sacrifici ai nostri tifosi ma la scelta è stata ben ponderata”.

L’entusiasmo del presidente è lampante , la serie A2 un sogno che si realizza ma oggi c’è da festeggiare. Il purgatorio è finito, il conto con la dea bendata forse è saldato. La serie A aspetta a braccia aperte Cento ma prima…adda a passa ‘ a nuttata. ..una notte così dolce ed indimenticabile che resterà scolpita per sempre nella memoria di tutti. Benvenuta Cento, benvenuta nel basket che contA.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy