B POFF F G4 – Rimini supera nettamente Roseto e torna in A2

0
credits: Facebook

RivieraBanca Basket Rimini – Liofilchem Roseto 71-53 (17-6, 17-15, 23-18, 14-14)

RivieraBanca Basket Rimini: Francesco Bedetti 15 (0/0, 4/9), Andrea Tassinari 14 (4/5, 2/5), Stefano Masciadri 12 (0/3, 3/3), Andrea Saccaggi 9 (0/0, 1/8), Marco Arrigoni 6 (3/5, 0/0), Eugenio Rivali 6 (3/3, 0/2), Alessandro Scarponi 5 (1/2, 1/1), Luca Fabiani 4 (1/2, 0/0), Tommaso Rinaldi 0 (0/2, 0/2), Borislav georgiev Mladenov 0 (0/0, 0/1), Domenico D’argenzio 0 (0/0, 0/0), Dario Rossi 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 14 / 15 – Rimbalzi: 27 3 + 24 (Marco Arrigoni 8) – Assist: 12 (Andrea Tassinari, Eugenio Rivali 3)
Liofilchem Roseto: Valerio Amoroso 16 (4/6, 2/7), Alfonso Zampogna 11 (3/4, 1/4), Andrea Pastore 7 (1/2, 1/4), Nicola Mei 6 (0/0, 2/8), Antonio Ruggiero 6 (0/3, 2/2), Aleksa Nikolic 5 (2/5, 0/0), Alberto Serafini 2 (1/2, 0/1), Edoardo Di emidio 0 (0/3, 0/2), Nikola Mraovic 0 (0/0, 0/1), Riccardo Bassi 0 (0/1, 0/0)
Tiri liberi: 7 / 10 – Rimbalzi: 37 12 + 25 (Valerio Amoroso 12) – Assist: 11 (Valerio Amoroso 4)

Niente da fare per la Liofilchem che esce sconfitta da gara 4 della finalissima playoff sul parquet del PalaFlaminio di Rimini: si chiude una stagione pazzesca per i biancazzurri, con la vittoria della Coppa Italia Lnp, il primo posto al termine della stagione regolare e arrivata ad un passo dal salto in A2.

Complimenti a Rimini, applausi però ai biancazzurri, capaci di espugnare il catino romagnolo in gara 3 e allungare la serie: e applausi soprattutto agli oltre 300 rosetani arrivati in Emilia Romagna per tifare dall’inizio alla fine e stare fianco a fianco alla squadra. Bellissimo poi l’applauso che il pubblico biancazzurro e squadra ha tributato agli avversari, stessa cosa ha fatto Rimini, con coach Ferrari in testa a rendere omaggio alla Liofilchem.

Si chiude un’annata importante, resta ovviamente il rammarico della seconda finale in fila persa, arrivati ancora lì ad un passo per una promozione che quest’anno sarebbe stato un qualcosa di magico: per mesi una pallacanestro favolosa, un coach esordiente (e rosetano) che ha sbalordito tutti, la giusta alchimia tra staff e giocatori, capocannoniere del girone C ( Nikolic) e soprattutto un ritrovato entusiasmo tra il popolo cestistico: ripartire proprio da quest’ultimo, dagli oltre 3000 del PalaMaggetti in gara 1 e gara 2 e da quella voglia di pallacanestro che a Roseto è di casa.

UFFICIO STAMPA PALLACANESTRO ROSETO