B POFF G1 – Piombino sfiora il colpo, ma il primo round è della Rucker

0

Quando Cappelletti, a 2 e 10” dalla fine, metteva la bomba del più 3, sembrava poter arrivare la vittoria, con l’inerzia dell’incontro girata a favore di Piombino, dopo le bombe di Giacchè e Sanguinetti, che nei minuti iniziali, avevano dato il più 9 a San Vendemiano. Ma Piombino non approfitta di due errori al tiro da tre di Sanguinetti e di un suo uno su due dalla lunetta, per il meno uno e spreca due occasioni per allungare, non trovando tiri buoni, ma forzando molto, per due volte, il tiro da tre. Nell’azione successiva, è ancora Giacchè a sbagliare da tre e Verri che dopo il rimbalzo offensivo, sfonda, dando a Piombino a 32” dalla sirena, l’ennesima occasione di chiudere il match. Sulla successiva azione però i gialloblu commettono ancora un errore e perdono palla per 5” sulla rimessa. La Sanve però, con Passoni, sbaglia la quarta bomba consecutiva, ma nella lotta ai rimbalzi i padroni di casa hanno la meglio e Sanguinetti a 9” dalla fine, mette fine al digiuno da tre e da il più due ai suoi. Timeout Friso, che rimette in campo Venucci per l’ultima azione ed è proprio il play sanvincenzino a caricarsi sulle spalle la responsabilità di cercare il canestro, va in penetrazione, ma la difesa lo costringe ad un tiro molto difficile, che non va a buon fine e così i locali portano a casa la vittoria. Una partita dove non tanto gli eventuali errori, ma il metro arbitrale, sfavorisce i gialloblu. Con una abbastanza larga concessione sui contatti, che concede a San Vendemiano, squadra molto forte fisicamente e a forte impronta difensiva, un bel vantaggio. Una difesa molto brava a limitare le due principali bocche da fuoco piombinesi, Eliantonio e Venucci e decisiva, come detto, nelle tre azioni finali.

Piombino parte benissimo e coi canestri di Paolin, Pistolesi , Eliantonio e Persico riesce ad andare sul più 8, sul 6 a 14, sul 8 a 16 e sul 13 a 21 al minuto 12. Golfo che tiene bene ai rimbalzi, dove a lungo avrà la meglio e nei primi due quarti a tenere la gara, difendendo bene sul perimetro, tanto da concedere un miserissimo 2 su 17 all’arma migliore dei locali, il tiro da tre. In attacco, un Persico d’autore, saranno 17 i suoi punti, con 7 su 8 da due e 1 su 1 da tre, sopperisce all’assenza di punti dei bomber principali e così Piombino riesce a chiudere avanti, sul 30 a 32. Nel terzo, grazie ad una minore pressione sulla linea dei 6 e 75, la Sanve, con un 5 su 8 da tre, piazza il sorpasso, Bianchi però tiene il Golfo in scia, con due sue bombe, ma i locali arrivano nel finale al più 7, mitigato dai canestri di Cappelletti e Paolin per il meno 4. Nel quarto finale, dopo il meno 3 iniziale, arriva il meno 9 e la rimonta, siglata Venucci con un due più uno, dai i canestri di un Mazzantini che prova ancora una volta ad essere decisivo e poi la storia che abbiamo già raccontato. Aggiungiamo l’uscita per falli di Persico, a 3′ 30” dal termine, che pesa per i gialloblu. Gara uno che va alla Sanve, 72 a 70, ma con Piombino che è l’unica sfavorita dal fattore campo, nei due tabelloni playoff, a sforare la vittoria. Obbligo allora crederci anche martedì.

di Stefanini Stefano

Rucker Belcorvo San Vendemiano – Solbat Piombino 72-70 (13-18, 17-14, 25-19, 17-19)

Rucker Belcorvo San Vendemiano: Giacomo Baldini 16 (3/6, 3/5), Alessandro Azzaro 11 (4/6, 1/2), Noah Giacchè 11 (2/5, 2/4), Giacomo Sanguinetti 10 (1/4, 2/8), Patrizio Verri 7 (0/0, 2/13), Tommaso Gatto 6 (3/5, 0/1), Lorenzo Passoni 6 (1/1, 1/4), Jacopo Vedovato 5 (2/8, 0/0), Andrea Zocca 0 (0/0, 0/0), Davide Guazzotti 0 (0/0, 0/0), Marco Borsetto 0 (0/0, 0/0), Leonardo Ballaben 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 7 / 15 – Rimbalzi: 33 8 + 25 (Jacopo Vedovato 11) – Assist: 15 (Lorenzo Passoni 5)