B SF G2 – In un match nervoso Montegranaro batte Pescara

0

Con le mani, coi denti, col cuore. La XL EXTRALIGHT® arpiona in un convulso finale la cruciale vittoria che vale il 2-0 nella serie di semifinale contro la Amatori Pescara. Una partita orribile sotto il profilo tecnico (e il 46-44 finale dice molto in tal senso) ma con intensità, fisicità e anche qualche contatto proibito da livelli ben superiori. La Poderosa, sempre priva dell’infortunato Rivali, ha commesso l’errore di cadere nella bagarre voluta dagli abruzzesi in una serata nella quale i gialloblu hanno tolto il respiro a Pepe (1 punti con 0/12 dal campo e 5 falli) ma non sono riusciti a riprendere il filo della bella prestazione del secondo tempo di gara 1. Dove non è riuscita ad arrivare con la tecnica, però, la squadra di coach Ceccarelli è arrivata con determinazione e voglia di vincere.

Che sarà partita maschia lo si intuisce sin dai primi minuti, un po’ come era stato nell’avvio di gara 1. Ogni canestro della Poderosa è un parto e Pescara ne approfitta per prendere subito in mano le redini del match (4-10 al 4’). Anche stavolta è Di Viccaro a dare la scossa uscendo dalla panchina: una tripla e un assist al bacio per Paesano fanno fare capolino ai gialloblu (13-12 al 9’), ma la Amatori, pur con un Pepe spettatore pagante (0 punti nei primi 20’), stavolta c’è. I biancorossi la mettono sulla bagarre, la partita si infiamma e solo in vista della sirena di metà gara i liberi di Rizzitiello riportano la XL EXTRALIGHT® in perfetta parità (27-27). Rispetto a 48 ore prima, però, stavolta la Poderosa non riesce a sgasare nel terzo periodo, anzi. Il canestro si fa sempre più piccolo, si va avanti a piccoli strappi fino al rush finale, cui i gialloblu arrivano avanti di 3 (46-43).

A 14” il momento che può decidere il match: Gueye, commovente anche oggi in difesa su Pepe in combinato con Bedetti, entra in collisione con Valentini, che piomba a terra. Gli arbitri indicano il fallo della guardia gialloblu ed essendo il cronometro fermo è automatico l’antisportivo. La Amatori, però, non capitalizza: l’ala pescarese in lunetta fa 1/2 (46-44) e sulla successiva rimessa a metà campo Bini sbaglia una prima volta da 3, poi sul rimbalzo d’attacco la Poderosa può spendere il fallo senza mandare in lunetta i pescaresi, non avendo esaurito il bonus. Altra rimessa in zona d’attacco con 6” da giocare, nuova palla a Bini che fallisce il canestro del sorpasso. A rimbalzo vola più alto di tutti Diomede, che fa urlare di gioia i 700 della Bombonera e in particolare il presidente Dino Bigioni, che si regala un 75° compleanno da non dimenticare tanto in fretta. È 2-0, venerdì sera alle 21 al PalaElettra di Pescara la Poderosa ha già il match point per la finale sulla racchetta.

Queste la parole di coach Ceccarelli a fine partita: “Tutto come previsto: avevo detto dopo gara 1 che Pescara avrebbe provato ad alzare il livello di intensità in gara 2 e così è stato. Oggi non è stata una partita di pallacanestro, è stato un altro sport, anche perché il metro arbitrale ha fatto sì che fosse così. Su cambi difensivi loro hanno aggredito forte sui nostri lunghi e se non vengono fischiati dei falli poi diventa difficile giocare. Anche noi, però, avremmo dovuto essere più lucidi per tenere il match sui binari del gioco, quelli che ci sono più congeniali. L’unica nota positiva è la vittoria. Ma è anche un segno ulteriore del fatto che siamo una squadra vera, coesa e che in difesa, anche quando in attacco non riesce a trovare canestri da fuori o situazioni di vantaggio, riesce a fare la differenza. Ora dobbiamo solo pensare a riposare e a recuperare energie perché venerdì a Pescara sarà tosta come oggi se non di più”.

XL EXTRALIGHT® MONTEGRANARO-AMATORI PESCARA 46-44

MONTEGRANARO: Dip 8, Paesano 2, Rivali ne, Bedetti 2, Broglia 7, Callara ne, Rizzitiello 11, Di Viccaro 7, Gueye 5, Diomede 4. All.: Ceccarelli.

PESCARA: Pelliccione 1, Pepe 1, Rajola 9, Battaglia 5, Grosso 3, Valentini 4, Ucci, Di Donato 11, Bini 2, Capitanelli 8. All.: Salvemini.

ARBITRI: Valleriani e Lupelli.

PARZIALI: 13-12, 14-15, 8-10, 11-7.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here